Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 30 novembre 2020 - Aggiornato alle 05:00
Live
  • 23:54 | Ecco la task force che gestirà il Recovery Fund in italia
  • 23:31 | La classifica delle città in cui si vive meglio nel 2020
  • 21:45 | David Lynch lavora a una nuova serie tv (per Netflix)
  • 21:20 | L'omaggio del San Paolo prima di Napoli-Roma
  • 21:13 | Chi è Arianna Gianfelici e perchè è stata sospesa da Amici
  • 20:00 | Cagliari-Spezia 2-2, Nzola riaggiuanta i sardi al 96'
  • 19:48 | F1 in Bahrein: Grosjean è salvo, ma che paura!
  • 19:31 | Il commosso omaggio di Lionel Messi a Maradona
  • 19:24 | Cesare Cremonini e la schizofrenia: "Così mi sono salvato"
  • 19:10 | Operazione Risorgimento Digitale: "Verso l’eccellenza digitale"
  • 18:49 | Ancora un rapper ucciso negli Usa, chi era Lil Yase
  • 18:30 | Dove trascorrerà il Natale la regina Elisabetta?
  • 18:14 | Com'è "Love Not War", il nuovo singolo di Jason Derulo
  • 17:35 | Federica Laviosa: chi è e che lavoro fa l'ex di Piero Chiambretti
  • 17:30 | Covid-19, calo dei decessi in Italia: 541 in 24 ore
  • 17:25 | Come si fa il riso soffiato in casa: la ricetta
  • 17:07 | Sotto inchiesta il medico personale di Maradona
  • 17:05 | “Star Wars”, è morto l’attore che impersonava Darth Vader
  • 17:03 | Il Milan batte la Fiorentina e allunga in testa
  • 16:28 | Le categorie di lavoratori più colpiti dalla pandemia
Rino Gaetano TIMMUSIC I brani di Rino Gaetano sono su TIMMUSIC - Credit: TIMMUSIC
MUSICA 29 ottobre 2020

La playlist di TIMMUSIC con le canzoni più belle del grande Rino Gaetano

di Silvia Marchetti

Avrebbe compiuto 70 anni. Da "A mano a mano" a "Gianna", ecco 15 imperdibili hit 

Rino Gaetano avrebbe spento 70 candeline.

Era infatti nato a Crotone il 29 ottobre del 1950. Nella sua breve carriera, il cantautore dalla personalità eccentrica e anticonformista, ha realizzato album di straordinaria bellezza, raccontando l'Italia come solo lui sapeva e poteva fare. TIMMUSIC ricorda il grande artista, scomparso in un terribile incidente nel 1981, con una speciale playlist. Ecco i brani scelti. 

 

>>>SCOPRI TIMMUSIC!

 

>>>ASCOLTA LA PLAYLIST DEDICATA A RINO GAETANO!

 

Roma è la città che lo ha accolto fin da bambino con la famiglia e che gli ha permesso di muovere i primi passi nel mondo della musica. Ma l'inizio di carriera non è stato semplice. I suoi primi brani sono passati quasi inosservati e ci sono voluti un po' di anni prima di raccogliere i frutti del suo lavoro. La svolta è arrivata infatti nel 1975, con una canzone nata un po' per gioco e scritta in un lampo: si tratta di Ma il cielo è sempre più blu, uno dei gioielli del repertorio di Rino Gaetano. 

 

Composta di getto e divisa in due parti su 45 giri (nella versione originale era di 8 minuti), il pezzo ha venduto subito oltre 100mila copie grazie allo stile "a filastrocca". Il brano è ancora oggi un grande classico della musica italiana: un inno alla gioia, alla vita, finita nel mirino della censura in quanto conteneva frasi considerate scomode per l'epoca (“Chi tira la bomba, chi nasconde la mano”).

 

Poi è arrivato l'album Mio fratello è figlio unico, grazie al quale, soprattutto sotto la spinta del pezzo Berta filava, Rino ha cominciato a farsi conoscerea una platea più ampia. Il pezzo che dà il titolo al disco è stato oggetto di numerose cover e ha ispirato anche il film omonimo di Daniele Luchetti. Parla di temi come disagio, emarginazione, difficoltà di comunicazione e urla al mondo il rifiuto per l’omologazione.

 

Nuntereggae più, capolavoro indiscutibile, ha creato diversi problemi a Rino Gaetano, nonostante il discreto successo. Si tratta infatti di una invettiva contro tutto e tutti: la classe politica, gli imprenditori, i calciatori, i giornalisti, con tanto di nomi e cognomi. Anche in questo caso la censura ne ha modificato il testo.

 

Sono poi arrivate Aida (la canzone del 1977 narra della società del ‘900 raccontata da una donna che l’ha vissuto) e Gianna (terzo posto al Festival di Sanremo del 1978, uno dei pezzi più famosi e iconici dell'artista eppure non molto amato dal suo stesso autore e interprete). 

 

Dell'album Resta vile maschio dove vai, realizzato insieme a Mogol, TIMMUSIC ha estrapolato Ahi Maria. Si tratta del disco che ha segnato il passaggio dalla piccola casa discografica It alla multinazionale Rca e l'inizio di una serie di tournée che hanno reso Rino Gaetano popolarissimo.

 

A mano a mano, altro grande brano del repertorio di Gaetano, è stato scritto da Riccardo Cocciante: la canzone, interpretata solamente una volta da Rino durante uno dei suoi live, ha assunto nuova linfa rispetto alla versione originale, grazie al ritmo più incalzante e a una melodia più coinvolgente voluti dall'artista calabrese. 

 

Rino Gaetano è stato molto più di un cantautore: i suoi brani sono diventati un punto di riferimento per la musica nonsense con testi originali, ricchi di ironia, leggeri e divertenti. Un artista unico nel suo genere, che rifiutava ogni tipo di etichetta e che andava dritto per la sua strada: il suo atteggiamento spesso dissacrante gli ha portato diverse critiche da parte del mondo benpensante dell’epoca, ma lui ha sempre risposto con le sue canzoni, raccontando verità amare e denunciando lo status quo con sarcasmo. 

 

>>>SCOPRI LA TOP 15 DI RINO GAETANO!

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento