Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 aprile 2021 - Aggiornato alle 16:51
Live
  • 16:30 | "Sindrome di Stendhal" di Emanuele Aloia è su TIMMUSIC
  • 16:30 | Travis Barker e la dedica a Kourtney Kardashian
  • 16:11 | “Hermitage” è il nuovo album dei Moonspell, l’intervista
  • 16:10 | Spazio, l'elicottero Ingenuity della Nasa ha volato su Marte
  • 15:35 | Cos'è "Bauli in piazza" e chi sono gli artisti che hanno aderito
  • 15:35 | I giorni decisivi del Recovery Plan (Pnrr)
  • 15:20 | Quali tipi di plastica si possono riciclare?
  • 15:17 | I coreografi dei vip: chi sono i più famosi
  • 15:12 | 10 segnali per capire se le piaci
  • 15:05 | Lo smart working fa bene all'ambiente, dati e vantaggi
  • 15:03 | Perché si chiamano “soap opere”?
  • 14:55 | Kate Middleton è la vera erede del principe Filippo
  • 14:53 | Fabrizio De André, quali sono le canzoni più amate
  • 14:40 | Kanye West vorrebbe frequentare un’artista
  • 13:31 | L'apprensione internazionale per Navalny
  • 13:30 | Un terremoto scuote il calcio: ecco che cos'è la Super League
  • 13:05 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 13:00 | Paul McCartney, 12 artisti reinterpretano il suo ultimo album
  • 12:31 | L'iceberg più grande del mondo si è sciolto
  • 12:15 | Amici 20, i fan intervistano Martina: il video in esclusiva per TIM
“Viribus Unitis” è il nuovo album della band Dragony, l’intervista Dragony - Credit: Tuttorock
MUSICA 5 aprile 2021

“Viribus Unitis” è il nuovo album della band Dragony, l’intervista

di Giovanna Ghiglione

Ascolta su TIMMUSIC il nuovo disco della band austriaca e leggi qui l’intervista!

Si intitola “Viribus Unitis” ed è l’ultimo disco della band Dragony, gruppo power metal austriaco attivo dal 2007, uscito per Napalm Records.

Ecco l’intervista a proposito dell’album - pubblicato lo scorso 15 gennaio - al cantante Siegfried Samer a cura di Marco Pritoni di Tuttorock.

> > > Ascolta su TIMMUSIC Viribus Unitis!

Ciao Siegfried, come stai in generale?

Date le circostanze, abbastanza bene! Personalmente ho ancora molto da lavorare mentre si avvicina la fine dell’anno, quindi non posso davvero lamentarmi! Spero che anche tutti voi stiate bene!

> > > Ascolta su TIMMUSIC tutti i brani dei Dragony!

Parliamo un po’ di questo nuovo bellissimo album, perché avete scelto il titolo “Viribus Unitis”?

Il titolo è in realtà il motto ufficiale dell’ex imperatore austriaco Francesco Giuseppe I d’Austria, e si traduce dal latino in “Con le forze unite”, che penso sia un titolo veramente fantastico per un album Power Metal in sé e per sé! E ovviamente si adatta perfettamente alla trama e al concetto del nostro album.

Com’è stato il processo di scrittura delle canzoni, avete pensato prima ai testi o alle melodie?

Di solito provo prima a creare una melodia orecchiabile per un ritornello, e poi scrivo gli accordi, le armonie e il ritmo approssimativo attorno ad essa. Successivamente, elaboriamo insieme l’arrangiamento completo in studio. I testi sono l’ultima cosa di cui mi prendo cura di solito, e per fortuna mi vengono abbastanza facilmente!

Avete raccontato la storia del vostro paese, l’Austria, in un modo diverso, quanto siete appassionati di storia?

Normalmente non siamo davvero esperti di storia, ahah! Tuttavia, quando ci è venuta l’idea di una storia di “linea del tempo steampunk alternativa” riguardante gli ultimi imperatori asburgici d’Austria, ovviamente abbiamo dovuto fare un bel po’ di ricerche per scoprire cosa davvero fosse successo a queste persone, e come avremmo potuto e voluto creare il nostro approccio, molto fantastico e talvolta anche assurdo, a quest’era dell’impero austriaco.

Ascoltando l’album, quale pensi sia la canzone migliore? A me piacciono tutte la mia preferita è “Love You to Death”.

Ovviamente è molto difficile scegliere un brano preferito, poiché amiamo tutte le nuove canzoni, ahah! Ma uno dei miei preferiti è sicuramente l’opener “Gods of War” che è stato co-scritto da Tommy Johansson dei Sabaton e dei Majestica e da Tomas Svedin (Symphony of Tragedy), con me che ho fornito la linea vocale e il testo. Quindi, grazie a questi autori di canzoni ospiti, la canzone aggiunge un nuovo aspetto allo spettro sonoro dei Dragony. Lo stesso vale in realtà per “Love You To Death”, che è stata scritta da Michele Guaitoli dei Temperance e dei Visions of Atlantis!

Perché avete scelto di fare una cover di una canzone di Rainhard Fendrich, “Haben Sie Wien Schon Bei Nacht Geseh’n”?

Continua a leggere l’intervista su Tuttorock > > >

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento