Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
    • Ricette
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 giugno 2021 - Aggiornato alle 00:00
Live
  • 20:30 | Eriksen vigile e stabile dopo il malore in campo
  • 19:51 | “Ted” diventerà una serie tv in live action
  • 18:54 | Microsoft, altri indizi sull'arrivo di Windows 11
  • 18:30 | Kim Kardashian e la divina indifferenza
  • 18:10 | Perché sorprende la vittoria della Krejcikova al Roland Garros
  • 17:32 | Euro 2020, Svizzera e Galles pareggiano. Italia prima da sola
  • 17:30 | Covid, i dati del 12 giugno in Italia
  • 17:03 | Sarà Rui Patricio a difendere i pali della Roma
  • 16:45 | SBK 2021, Rinaldi ha vinto Gara 1 a Misano su Razgatlioglu e Rea
  • 16:14 | Twitter, a breve l'integrazione delle newsletter di Revue
  • 14:30 | La piccola Lilibet è la bimba della pace
  • 12:30 | Vellutata di ceci, l'avete mai provata fredda?
  • 12:30 | Matrimonio estivi: i piatti al TOP e quelli FLOP
  • 12:25 | Fiorella Mannoia tra folk e denuncia: "La gente parla"
  • 12:00 | La grande mostra a Londra per celebrare Bob Dylan
  • 11:55 | Esiste un basso costruito con migliaia di mattoncini Lego (e funziona)
  • 11:37 | Da Verona a Taormina, ecco il "Coraggio Live Tour" di Carl Brave
  • 11:31 | Sanitari sospesi: come montarli e fissarli
  • 11:11 | Il primo giorno di Draghi al G7
  • 11:00 | Alimentazione sostenibile: che cos’è e come applicarla
“Dirty Lines”, la serie Netflix sulle prime linee erotiche
TV 12 maggio 2021

“Dirty Lines”, la serie Netflix sulle prime linee erotiche

di Giovanni Teolis

È ambientata ad Amsterdam alla fine degli anni ’80

È iniziata ad Amsterdam la produzione della nuova serie originale Netflix Dirty Lines.

La serie è ispirata al libro di Fred Saueressig intitolato 06-Cowboys che racconta la nascita delle linee erotiche alla fine degli anni '80.


>>> Scopri come guardarlo con NETFLIX + TIMVISION


La storia di Dirty Lines inizia ad Amsterdam nel 1987, in un periodo in cui la società olandese è in rapido mutamento. Marly Salomon studia psicologia e fa un lavoretto presso la Teledutch, una società appena fondata dai due fratelli Frank e Ramon Stigter, ideatori della prima linea telefonica erotica d'Europa. Da un giorno all'altro Frank e Ramon si ritrovano ricchi e Marly viene trascinata in questa folle e rapida trasformazione.


Un senso di speranza permea gli ultimi anni della guerra fredda e ispira una nuova generazione a celebrare la vita nella sua pienezza. Amsterdam diventa il centro di una rivoluzione culturale scandita dai ritmi radicalmente nuovi della musica house e alimentata dall'uso dell'altrettanto nuova XTC, la "droga dell'amore". L'inedita linea erotica offre l'opportunità di vivere il sesso anonimo in un modo diverso, cambiando la moralità dei suoi fruitori, oltre che le persone che lo offrono.

Nel commentare questo progetto lo sceneggiatore Pieter Bart Korthuis ha detto:

"Oggi Amsterdam è una città molto più moderna rispetto a 30 anni fa. È stata una bella sfida trovare vie e case che avessero l'aspetto degli anni '80 e che ne riflettessero l'atmosfera. È incredibile come i nostri team creativi siano riusciti a ricreare la città della mia gioventù proprio come la ricordavo. Dirty Lines è ambientato in un periodo in cui Amsterdam si stava trasformando a una velocità supersonica. In quel periodo studiavo in città. Durante le riprese all'università mi sentivo come Marty MacFly in Ritorno al futuro: sono tornato indietro nel tempo ai giorni in cui ero uno studente. È stato fantastico vedere le scene prendere vita".

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento