TimGate
header.weather.state

Oggi 02 luglio 2022 - Aggiornato alle 17:35

 /    /    /  eurovision 2022 vincitori kalush orchestra stefania
Eurovision, la vittoria dell'Ucraina con la Kalush Orchestra

Kalush Orchestra- Credit: Nderim Kaceli / Ipa / Fotogramma

TORINO15 maggio 2022

Eurovision, la vittoria dell'Ucraina con la Kalush Orchestra

di Silvia Marchetti

Il trionfo con la canzone "Stefania", davanti a Regno Unito e Spagna

L'Ucraina ha vinto l'Eurovision Song Contest 2022 con la Kalush Orchestra e la loro Stefania. Decisivo il voto dei telespettatori europei. Al secondo posto si è piazzato il Regno Unito con Sam Ryder, terza la Spagna con Chanel. Solo sesti Mahmood e Blanco. Ecco la classifica finale dell'evento musicale andato in scena al PalaOlimpico di Torino e condotto da Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan.

 

>>>ASCOLTA TUTTI I BRANI DELL'EUROVISION 2022 SU TIMMUSIC!

 

Chi ha vinto l'Eurovision 2022

Come da pronostico, Stefania degli ucraini Kalush Orchestra ha trionfato all'Eurovision 2022. Ma non si è trattato solo di un premio dettato dalla tragica situazione che sta vivendo il Paese, sotto attacco della Russia dal 24 febbraio scorso. Il brano, un inno all'amore materno e quindi alla rinascita, alla pace e all'amore universale, è forte sia nel testo che nelle melodie, un mix perfetto tra energia ritmica e suoni folk, tra sogno e cruda verità. 

 

Il messaggio di Zelensky

Al momento della premiazione sul palco del PalaOlimpico, Oleh Psiuk, voce e anima della Kalush Orchestra, ha ringraziato e urlato lo slogan della resistenza ucraina: "Slava Ukraina!" ("Gloria all’Ucraina!"). 

 

Poco dopo è arrivato anche il messaggio del presidente dell'Ucraina Zelensky, diffuso tramite i suoi profili social: "Il nostro coraggio impressiona il mondo, la nostra musica conquista l'Europa! L'anno prossimo l'Ucraina ospiterà l'Eurovision, per la terza volta nella sua storia. E credo, non l'ultimo. Faremo del nostro meglio per ospitare un giorno i partecipanti all’Eurovision e gli ospiti nella Mariupol ucraina. Libera, pacifica, ricostruita! Grazie per avere fatto vincere la Kalush Orchestra e grazie a tutti coloro che hanno votato per noi! Sono sicuro che il nostro trionfo vittorioso nella battaglia con il nemico non è lontano. Gloria all'Ucraina!".

 

Chi sono i Kalush

I Kalush sono nati nel 2019 grazie alla passione per la musica di tre giovani artisti: il rapper Oleh Psjuk e i musicisti Ihor Didenčuk e MC Kilimmen. Nel 2021 sono diventati Kalush Orchestra, ampliando così il progetto per abbracciare nuove idee e nuove sonorità e partecipare all'ESC 2022.

 

Dopo aver firmato il primo contratto con Sony Entertainment a fine 2019, è arrivato il singolo Ty honyš e l’album d’esordio Hotin, contenente Hory e il successo radiofonico Zori, con cui hanno scalato le classifiche ucraine. Jo-jo, un EP inciso assieme a Skofka, è stato invece diffuso nel luglio del 2021.

 

I Kalush sono stati selezionati durante il programma tv "Vidbir", che ha il compito di selezionare il rappresentante ucraino all’Eurovision Song Contest. Con l'ingresso di nuovi elementi, la band si è trasformata in Kalush Orchestra. Il brano scelto, Stefania, era già numero uno in Ucraina.

 

Durante la trasmissione, il gruppo ha raggiunto il secondo posto grazie al massimo punteggio del televoto, cedendo però la vittoria ad Alina Paš con Shadows of Forgotten Ancestors. La cantante è stata successivamente squalificata (per aver viaggiato in Crimea, territorio occupato dai russi).

 

Di cosa parla Stefania della Kalush Orchestra

Stefania è una canzone dedicata alla mamma del cantante della Kalush Orchestra e diventata simbolo delle mamme di tutta l’Ucraina in guerra: è composta da un mix di versi rap con un ritornello folk e beat hip hop e si basa su vere esperienze di vita. Sony Music ha comunicato che i proventi netti del brano saranno devoluti a un'associazione umanitaria scelta dalla band.

 

La classifica finale di ESC 2022

1. Ucraina

2. Regno Unito
3. Spagna
4. Svezia
5. Serbia
6. Italia
7. Moldavia

8. Grecia
9. Portogallo
10. Norvegia
11. Paesi Bassi
12. Polonia
13. Estonia
14. Lituania
15. Australia
16. Azerbaijan
17. Svizzera
18. Romania
19. Belgio
20. Armenia
21. Finlandia
22. Repubblica Ceca
23. Islanda
24. Francia

25. Germania