Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 18 aprile 2021 - Aggiornato alle 21:00
Live
  • 06:07 | Basket, Serie A: risultati, tabellini e classifica dopo la 28ª giornata
  • 00:01 | Basket, Serie A: Trieste schianta Pesaro 101-88 e "vede" i playoff
  • 22:21 | Un altro film horror per il regista di “Doctor Sleep”
  • 20:10 | Cosa prevede il pass per lo spostamento fra regioni
  • 18:53 | Mille emozioni a Imola: vince Verstappen
  • 18:30 | Covid, in Italia altri 251 morti
  • 18:11 | UEFA contro la Superlega: chi aderisce escluso da tutto
  • 17:50 | Stefanos Tsitsipas è il nuovo Principe di Monte Carlo
  • 17:14 | I ristoranti aperti recupererebbero solo il 15% dei ricavi
  • 16:57 | Il cronoprogramma delle riaperture
  • 15:47 | MotoGP, Portogallo: la vittoria di Quartararo su Bagnaia e Mir
  • 15:08 | La frase della regina Elisabetta sull’amore
  • 14:51 | All’asta un capolavoro di Palma il Vecchio
  • 14:38 | Basket, Serie A: la Dinamo Sassari sbanca agevolmente Brescia 82-94
  • 14:37 | Il Milan torna a vincere a San Siro
  • 14:28 | Jennifer Aniston e la maternità
  • 13:18 | Riaperture: che cosa succede in Italia dal 26 aprile
  • 11:15 | Bob Dylan compirà 80 anni, bio e canzoni del cantautore
  • 11:05 | Il pazzo 4-3 tra Cagliari e Parma
  • 11:00 | Ricette regionali: la Toscana e gli gnudi di ricotta e spinaci
“Gotti - Il primo padrino”, il film con John Travolta John Travolta é John Gotti
TV 8 marzo 2021

“Gotti - Il primo padrino”, il film con John Travolta

di Giovanni Teolis

SU TIMVISION il biopic sul capo della famiglia cerimoniale dei Gambino

Nel ricco catalogo TIMVISION è disponibile Gotti - il primo padrino, film del 2018 diretto dal regista Kevin Connolly con le interpretazioni di John Travolta, Kelly Preston e Spencer Lofranco. Il film è un biopic su John Gotti, il mafioso italo-americano che nella New York degli anni '80 è diventato il capo del crimine organizzato d'oltreoceano. In un confronto con il figlio, un anziano e malato John Gotti ripercorre da dietro le sbarre le tappe della sua ascesa a capo della famiglia Gambino, una delle più potenti di tutti gli Stati Uniti.


>>> GUARDA “GOTTI – IL PRIMO PADRINO” SU TIMVISION


>>>Scopri come guardarlo con TIMVISION


Il gangster John Joseph Gotti (John Travolta) scala i ranghi della mafia italiana di New York senza pietà.

Dopo aver organizzato un sanguinoso colpo nelle strade di Manhattan all’inizio degli anni ’80, Gotti diventa il capo della famiglia criminale dei Gambino, assicurandosi un posto nei libri di storia anche con il nome di “Teflon Don” per la facilità con cui riusciva a far decadere tutte le accuse a lui rivolte.


Ripercorrendo gli eventi cruciali che hanno definito la sua carriera criminale durante gli anni ’70, e le conseguenze di quei giorni di gloria fino a quando negli anni ’90 fu colpito dalla malattia, il film presenta il ritratto di un uomo il cui percorso è stato segnato da violenza, ambizione, e - nonostante tutto - amore per la famiglia.


La sua notorietà e le sue azioni cruente portarono Gotti a diventare rapidamente il sospettato principale delle indagini dell’FBI, volte a smascherare le proficue attività dell’organizzazione criminale cui faceva capo. Incapaci di incastrarlo in più occasioni, le autorità convinsero l’uomo di fiducia di Gotti, Sammy "Il Toro" Gravano, a diventare un informatore. Condannato all’ergastolo, senza aver mai patteggiato, Gotti morì per un cancro alla gola all’età di 61 anni, in una prigione Federale del Missouri.

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento