TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 16:27

 /    /    /  madame cosa ha detto a le iene monologo
Il monologo di Madame a "Le Iene"

Madame a "Ie Iene"- Credit: Mediaset

TV03 novembre 2021

Il monologo di Madame a "Le Iene"

di Silvia Marchetti

La cantante 19enne ha parlato del periodo più buio della sua vita e della "rinascita"

Madame, una delle giovani artiste più seguite degli ultimi anni, capace di conquistare un pubblico trasversale, è stata co-conduttrice per una sera de "Le Iene", al fianco di Nicola Savino. Durante la puntata di martedì 2 novembre, Francesca (questo il suo vero nome) ha sorpreso tutti con un monologo molto toccante. Ecco cosa ha raccontato la cantante di Voce.

 

>>>ASCOLTA MADAME SU TIMMUSIC!

 

"Voglio parlarvi di una cosa che, fino a qualche mese fa, non avevo. L'autostima". Comincia così l'intervento di Madame, con una frase che ha subito catturato l'attenzione del pubblico del noto programma Mediaset.

 

La 19enne vicentina ha voluto parlare senza filtri del suo passato, spiegando di essere stata molto male a causa delle sue insicurezze, dell'ansia e delle sue paure. "La verità è che sono stata di mer** per anni", ha confessato.

 

"Autostima è amare se stessi. Comprendersi, accettarsi. Perdonarsi. Dobbiamo imparare ad amare tutto di noi. Anche le parti peggiori. Quelle che ci fanno soffrire e vorremmo cambiare. Ma se proviamo a cambiarle odiando ciò che siamo, facciamo un casino".

 

"L'assenza di autostima è una brutta bestia. Se non ce l'hai, senti di non valere nulla - ha proseguito Madame nel suo ragionamento - L'anno scorso sono stata ospite a XFactor due volte. Prima di salire sul palco ero sola dentro il camerino. Piangevo disperata: 'Cosa ci faccio qua? Non me lo merito'. Non mi riconoscevo. Non mi amavo".

 

Madame ha parlato del suo periodo più buio e poi della sua liberazione: "Ho iniziato a lavorare ogni giorno per trovare un senso. Ho guardato in faccia l'ansia che mi aveva sempre accompagnata. E ho trovato il modo per eliminarla. Mi sono detta: 'Prima o poi soffrirai, ma non devi avere paura. Perché se soffrirai, ti curerai. E se non lo farai, morirai. E sai cosa c'è? Che tutti, prima o poi, muoiono".

 

"Non possiamo rovinarci la vita perché abbiamo paura di soffrire. O di morire - ha aggiunto la cantante - È una grandissima cag....Per me capirlo è stata una liberazione. Ho imparato a non essere schiava della fretta, a godermi i silenzi, il buio. Ho imparato a respirare. Ad accettare le cose che accadono senza che io possa controllarle. Ad accettare me. E anche se non ho trovato la cura per lo star male, ho curato la paura di star male".