Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 ottobre 2020 - Aggiornato alle 19:00
Live
  • 18:39 | Az Alkmaar: 'Uefa dice che si gioca, partiremo per Napoli in 17'
  • 18:36 | Di cosa parla "Einstein", l'ultimo singolo di Francesco Gabbani
  • 18:28 | Oms: "Impennata di casi in Europa? Per errori in quarantena"
  • 17:46 | Le Deva tornano con un nuovo brano: ecco "Brillare da sola"
  • 17:34 | Conte spinge l’Inter in Champions: “Siamo più forti”
  • 17:20 | Ralf Rangnick esclude un prossimo futuro alla Roma
  • 17:18 | Mafia, è ora disponibile la Definitive Edition
  • 17:08 | Conte: 'Favoriti del gruppo? Arbitri del nostro destino'
  • 17:08 | Fiorentina, Commisso ribadisce fiducia a Iachini
  • 17:08 | Spadafora: 'Campionato? La Lega prepari un piano B e C'
  • 17:00 | Il principe Filippo non voleva sposare Elisabetta
  • 16:44 | Spadafora e la Serie A: “Non so se finirà”
  • 16:44 | La playlist di TIMMUSIC che celebra i 40 anni di "Boy" degli U2
  • 16:30 | Covid-19, Italia: oltre 10mila casi e 89 morti in 24 ore
  • 15:46 | L’infortunio per Hakan Calhanoglu
  • 15:15 | Riso alla cantonese, video-ricetta
  • 15:00 | Mara Venier compie 70 anni
  • 14:26 | Nunzia De Girolamo positiva al Covid
  • 14:20 | Chi era José Padilla, dj e padre della chill out morto a 64 anni
  • 14:16 | Come sarà il nuovo assegno familiare 2021
“Patria”, la prossima serie spagnola di cui si parlerà tanto Una scena di "Patria"
TV 26 settembre 2020

“Patria”, la prossima serie spagnola di cui si parlerà tanto

di Giovanni Teolis

È il racconto di due donne che fanno i conti con la violenza del terrorismo basco dell’ETA

Una delle serie televisive di cui maggiormente si parlerà nei prossimi mesi è Patria, prodotto realizzato da HBO Europe e presentato all’ultimo festival del cinema in corso a San Sebastian.

La scelta di mostrare l’anteprima nella città basca non è stata certo casuale visto il tema affrontato nelle otto puntate della serie è la storia di due famiglie basche toccate dalla violenza del terrorismo indipendentista dell’ETA. 


Grandi protagoniste della serie sono due donne, Bitorri e Miren, una volta grandi amiche, ma ora loro malgrado su due fronti diversi. Patria aspira a raccontare l'eredità del conflitto quarantennale tra l’ETA e le autorità spagnole e lo vuole fare attraverso il racconto di due persone normali le cui vite sono state dilaniate dalla violenza. 


Patria è l'adattamento televisivo dell’omonimo romanzo di 646 pagine dello scrittore Fernando Aramburu (il testo in italiano è pubblicato da Guanda).


Nei giorni scorsi in Spagna c’è stata anche una forte polemica sul poster promozionale di Patria scelto perché da un lato si mostra una delle due donne inginocchiata su un cadavere mentre urla il proprio dolore e dall’altro viene mostrato un sospetto terrorista sdraiato sul pavimento di una sala interrogatori della prigione mentre i suoi interrogatori bevono caffè completamente indifferenti alla sua situazione. Una costruzione visiva che secondo qualcuno ha voluto mettere sullo stesso piano vittime e terroristi.


Secondo molti Patria potrà sicuramente aiutare molti in Spagna e nei Paesi BAschi nell’accidentato percorso di riconciliazione ancora in corso. Miguel Salvat, responsabile della programmazione originale di HBO España a tal proposito ha detto: "La maggior parte delle serie spariscono rapidamente, Patria invece scatenerà la conversazione. La cosa più importante non è avere ragione, ma essere in grado di parlare".

Leggi tutto su Intrattenimento