Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 novembre 2021 - Aggiornato alle 23:22
News
  • 23:22 | Eurolega: l’Olympiacos passeggia a Milano, Olimpia annientata 72-93
  • 20:40 | MotoGP e Formula 1 al Montmelò per il GP di Catalogna fino al 2026
  • 19:44 | Basket, qualificazioni Mondiali: la Russia piega l’Italia 92-78
  • 17:58 | Qatar 2022, sorteggio shock per l’Italia: rischio Cristiano Ronaldo
  • 17:50 | Variante sudafricana, Oms: "È presto per capirne l'impatto"
  • 17:39 | Playoff, Italia contro Macedonia e poi Portogallo o Turchia
  • 17:30 | Perché la Corea del Nord ha vietato le giacche di pelle
  • 17:00 | Covid, i dati del 26 novembre: tasso di positività al 2,5%
  • 16:30 | I tesori di Pompei: la villa del Menandro
  • 14:10 | Perché l'Italia ha fermato gli arrivi da 7 paesi africani
  • 14:08 | La mostra da record di Maurizio Cattelan a Pechino
  • 12:41 | Calcio, Pioli rinnova con il Milan fino al 2023
  • 12:12 | Ecco come cambierà l'Irpef
  • 12:11 | La "ragazza afghana" in salvo a Roma
  • 11:37 | Il programma della 14esima di campionato
  • 11:28 | Draghi: il Trattato Quirinale fra Italia e Francia anche per accelerare l'integrazione Ue
  • 11:17 | Giorgio Palù (Cts) rassicura sul vaccino ai bambini
  • 11:16 | Una mega barretta di cioccolato per l’Irlanda del nord
  • 10:58 | La vittoria della Lazio in Russia
  • 10:37 | La Roma blinda la qualificazione in Conference League
Tv, decoder e canali: le cose da sapere prima di fare acquisti - Credit:  Duilio Piaggesi / Fotogramma
SPIEGAZIONI FACILI 24 ottobre 2021

Tv, decoder e canali: le cose da sapere prima di fare acquisti

di Roberto Pianta

I bonus e i tempi del nuovo digitale terrestre, da qui al 2023
 

 

Chi è preoccupato di non poter vedere più la tv, per il momento può stare abbastanza tranquillo: almeno fino al 2023 potrà guardare quasi tutti i canali italiani che vede ora, con qualunque tipo di televisore abbia in casa. 

 

Nel caso di televisori acquistati prima del dicembre 2018 è tuttavia possibile che non siano più visibili alcuni canali, fra cui nove canali Rai (ne parliamo più sotto).

Ma i più noti, come Rai1, Rai2, Rai3, RaiNews continuano a essere disponibili a tutti, come prima, e lo saranno sino al 2023.

 

Ma allora cosa cambia? E cosa cambierà? Proviamo a fare un po' di chiarezza.

 

Tv: che cosa cambia

La televisione va verso un salto tecnologico: nel giro di alcuni anni, in Europa si passerà al nuovo digitale terrestre, il Dvb-T2. Che cos'è? DVB-T2 sta per "Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial", ossia la seconda generazione del segnale digitale terrestre per le trasmissioni video in tv. Il segnale verrà attivato in Italia a partire dal gennaio 2023. 

 

Da allora, lo standard passerà da Mpeg2 a Mpeg4, ossia quello che consente già adesso ci permette di vedere alcuni canali in alta definizione.
 

Cosa è cambiato per ora

Ma non è tutto: già dal 20 ottobre 2021 alcuni canali trasmettono con il nuovo standard Mpeg-4. I canali in questione sono:

- Rai 4,

- Rai 5,

- Rai Gulp, 

- Rai Premium

- Rai Movie,

- Rai Sport+ HD,

- Rai Scuola

- Rai Storia,

- Rai YoYo

- TgCom 24,

- Italia 2,

- Boing Plus,

- Radio 105 Tv,

- R101 Tv,

- Virgin Radio Tv.

 

Quindi, già da ottobre 2021 per vedere questi canali occorre avere:

a) un televisore compatibile con lo standard Mpeg-4, oppure

b) un decoder, da collegare al vecchio televisore. Grazie al decoder, anche i televisori non compatibili con Mpeg-4 possono comunque continuare a vedere i canali elencati sopra.

Anche il decoder TImvision Box è compatibile con i nuovi standard. Se volete saperne di più, leggete qui.

 

Cosa succederà agli altri canali

Anche gli altri canali, prima o poi, passeranno ao nuovi standard. Ma non si sa ancora in quale data. Tale data, comunque, come abbiamo detto, non sarà prima del gennaio 2023

 

Come sapere se la tv è pronta o va cambiata (o se va collegata a un decoder)

Se il televisore è stato acquistato dopo il 22 dicembre 2018, deve comunque essere compatibile con il nuovo digitale terrestre: da quella data, infatti, i negozianti sono obbligati, per legge, a vendere apparecchi tv compatibili con il nuovo digitale terrestre Dvb-T2.

 

Potete fare un test andando sul canale 100 del vostro televisore: se compare la scritta “Test HEVC Main10” il vostro televisore va benissimo, e per un bel po' di anni non dovrete cambiarlo né collegarlo a un decoder.

 

Un altro tipo di test che potete fare: controllate i canali dal numero 501 (Rai1 Hd) in poi, cioè quelli in alta definizione. Se si vedono, il vostro televisore è compatibile con i nuovi standard: non avrete problemi nemmeno nel prossimo futuro.

 

Perché c'è questo cambiamento

Il passaggio a nuovi standard tecnologici del digitale terrestre ha diversi vantaggi: 

- la qualità delle immagini sarà notevolmente migliore di quella attuale;

- il numero di canali che si potranno vedere sarà ancora più alto;

- grazie a questa innovazione, verrà ridotto l'inquinamento elettromagnetico.

- aumentano le funzionalità interattive.

 

I 2 bonus per la tv: come risparmiare

Ricapitolando: il cambiamento non è ancora cominciato sul serio e per ora riguarda ancora pochi canali (li abbiamo elencati più sopra in questo articolo). Riguarderà i canali più famosi solo dal 2023. Allora, per continuare a vedere la tv, sarà necessario avere:

a) un televisore compatibile con il nuovo digitale terrestre, oppure, in alternativa

b) un decoder, da collegare al vecchio televisore. 

 

Ovviamente il decoder di solito è assai più economico di un televisore nuovo.

 

Se desiderate acquistare un decoder o cambiare la tv, avete comunque già a disposizione due possibilità per pagare un po' meno. 

 

Gli incentivi a cui si può ricorre sono due. Il primo è cumulabile al secondo:

1) chi ha un Isee inferiore ai 20mila euro è possibile avere uno sconto di 30 euro per l'acquisto del decoder o del televisore. Il bonus va richiesto entro la fine del 2022. 
Per saperne di più, leggete il nostro articolo in cui vi spieghiamo come ottenere il bonus

2) c'è poi un bonus valido per tutti, anche per chi ha un Isee sopra i 20mila euro, e cumulabile con quello descritto sopra. In questo caso però è necessario rottamare la tv. Che significa? Vuol dire che bisogna sostituire il televisore attuale e portarlo dal rivenditore (che si occuperà dello smaltimento) o in un'isola ecologica, cioè in uno dei centri pubblici dove si smaltiscono grandi elettrodomestici. Il bonus vale fino al 31 dicembre 2022.
Per sapere come fare tutto ciò, vi consigliamo di leggere questo nostro articolo sul bonus per la rottamazione della tv.

 

---

 

I più visti

Leggi tutto su Intrattenimento