TimGate
header.weather.state

Oggi 09 agosto 2022 - Aggiornato alle 14:36

 /    /    /  Saru è il miglior giocatore italiano di League of Legends
Saru è il miglior giocatore italiano di League of Legends

- Credit: Red Bull media

videogames05 luglio 2022

Saru è il miglior giocatore italiano di League of Legends

di Franco Porto

Il 19enne di Brugherio (Monza-Brianza) vince il Red Bull Solo Q

La serata del 3 luglio è stata davvero speciale per tantissimi giocatori che finalmente hanno potuto riunirsi e celebrare tutti insieme la loro passione per League of Legends, il videogame più giocato su PC e che conta milioni di fan in tutto il mondo.

 

A Combo Milano, si è tenuta la finale nazionale del Red Bull Solo Q, il torneo che mette faccia a faccia i migliori player amatoriali d'Italia con l'ormai iconico format Red Bull che vede i giocatori sfidarsi in furiose lotte uno contro uno. A sbaragliare gli avversari e ottenere l'ambito riconoscimento di miglior player italiano è stato, dopo un'epica serie di sfide contro rivali davvero agguerriti, il 19enne di Brugherio (MB) Edoardo 'Suru' Surugiu.

 

Il nuovo campione italiano ha ottenuto la vittoria con una scalata lenta ma inesorabile, eliminando senza difficoltà Umbyrulez e AFN PES3, mentre un temibile avversario, Dream Maker, si faceva strada sbaragliando Laguna Rock e Gap. L'ultima sfida tra Suru e Dream Maker ha regalato a tutti gli spettatori, sia quelli presenti dal vivo che quelli connessi sul canale Twitch, un grande momento di esport, tra colpi di scena, pronostici ribaltati e tanta passione.

 

Si può proprio affermare sia stata una finale al cardiopalma, con il rischio concreto per Suru di perdere la corona in favore di Dream Maker. Dopo la seconda partita vinta da Suru senza sbagliare un colpo, sembrava di assistere a una storia già scritta, ma contro ogni previsione Dream Maker è riuscito a mettere a segno un'inaspettata vincita, rimescolando ancora una volta le carte in tavola. Nonostante il concreto rischio, Suru non si è certo lasciato abbattere, anzi, ha combattuto la successiva sfida con ancora più determinazione, confermando infine la sua vittoria.

 

Questa importante conquista per Suru sancisce definitivamente la sua abilità nella speciale versione della mappa Abisso Ululante, visto anche il particolare format del Red Bull Solo Q, che la rende una competizione ancora più sfidante e tecnica, in cui si affrontano in solitaria le difficoltà che solitamente si fronteggiano in 5 contro 5. Inoltre, grazie a questa vittoria Suru potrà accedere ai Play-Off Europei e avrà infine l'occasione unica di portare il tricolore alle finali mondiali, ritagliandosi un posto di primo piano nella scena competitiva internazionale. 

 

La fruttuosa collaborazione tra Red Bull e PG Esports, tournament organizer leader in Italia, continua a regalare grandi momenti di esport, stabilendo nuovi standard anche per il panorama delle competizioni amatoriali. A supportare il Red Bull Solo Q anche Acer, il partner tecnologico che, con la gamma di prodotti Nitro con processori AMD Ryzen, mette a disposizione dei giocatori hardware di prima fascia, garantendo sempre un'esperienza di gioco senza compromessi.