TimGate
header.weather.state

Oggi 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 14:42

 /    /    /  fai da te come verniciare esterno casa
Fai da te: come verniciare l'esterno della casa

Verniciare l'esterno della casa- Credit: I STOCK

ARREDAMENTO29 luglio 2021

Fai da te: come verniciare l'esterno della casa

di Melissa Viri

Come scegliere la vernice per esterno

Le stagioni calde sono le più indicate per verniciare gli esterni di una casa, che inevitabilmente a causa dell’esposizione al sole, agli agenti atmosferici e allo smog tendono a rovinarsi.

Si tratta di un’operazione di manutenzione ordinaria indispensabile per migliorare la facciata esterna dell’edificio e allo stesso tempo salvaguardare il comfort dell’interno dall’umidità. Il lavoro può essere affidato a una ditta specializzata o eseguito autonomamente se si è degli esperti fai te, con le attrezzature giuste. Queste ultime sono rappresentate da; una spazzola in saggina e una raschietta per preparare e pulire il muro, una spatola per applicare lo stucco, dei ponteggi per arrivare nelle parti più alte, teli di copertura e pennelli e rullo telescopici per la vernice.

Nella scelta della vernice non si deve tenere conto solo del colore, ma anche di particolari caratteristiche tecniche fondamentali per impermealizzare le pareti renderle resistenti all’acqua e agli agenti atmosferici. Esistono diversi tipi di tinte:
- al quarzo composto da granelli di tale materiale e resine sintetiche, indicata per le zone molto umide per le sue proprietà idrorepellenti;

- ai silicati: che offre elevate performance di durata nel tempo e impermeabilizzazione delle pareti;
- ai silossanici: insieme a resine siliconiche, si caratterizza per le sue proprietà di permeabilità al vapore e idrorepellenza e traspiranza.

Preparare le pareti

Una volta scelta la vernice, si può passare a montare i ponteggi per lavorare in sicurezza, coprire infissi e altri elementi con i teli e iniziare le operazioni di pulizia delle pareti, dirette a eliminare la polvere e sporcizia accumulata, utilizzando spazzole e un idropulitrice. Per coprire crepe, buchi e altre imperfezioni si può usare della calce da applicare con la spatola, mentre residui della vernice precedente possono essere eliminati tramite della carta abrasiva.

Appena preparate le parete, è possibile procedere stendendo l’intonaco, applicando una base di pittura diluita con acqua per avere un effetto liscio o un fissativo per quello a rilievo e lasciare asciugare. Infine, con una pennellessa o un rullo si può passare la vernice, effettuando più passate per rendere più intenso il colore e avere un risultato ottimale. Per quanto riguarda quest'ultimo, è fondamentale saper utilizzare bene pannelli e rullo, che devono seguire un andamento lineare dal basso verso l'alto, in modo che la vernice venga distribuita uniformente.