• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 gennaio 2022 - Aggiornato alle 22:00
News
  • 21:17 | Il problema della conservazione delle opere d’arte
  • 21:15 | Juventus, Chiesa operato al crociato: stagione conclusa
  • 20:35 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 20:29 | Paura per Sofia Goggia, c’è la distorsione al ginocchio
  • 20:13 | Il Napoli celebra Insigne, che eguaglia i gol di Maradona
  • 20:11 | Roma a valanga ad Empoli, 4-2 con doppietta di Abraham
  • 19:36 | Le dimissioni del presidente armeno Sarkissian
  • 19:31 | Cosa ha detto l'Oms sulla fine della pandemia
  • 19:18 | Il poker del Napoli alla Salernitana (4-1)
  • 18:00 | Un Picasso surrealista da record in asta
  • 17:50 | Covid, i dati del 23 gennaio: tasso di positività al 14,9%
  • 17:17 | Napoli poker alla Salernitana, ora è secondo
  • 14:55 | Cagliari-Fiorentina 1-1, gol ed emozioni
  • 14:46 | Quirinale: le regole del governo per far votare i positivi
  • 14:15 | Un’opera di Nicolas Poussin entra nella collezione del Met
  • 14:07 | Barone: 'Vlahovic deve dirci cosa vuole fare'
  • 12:55 | SBK, Chaz Davies allenerà i piloti Ducati nel 2022
  • 12:23 | L’Atalanta decimata strappa un pari alla Lazio
  • 10:42 | Quattro regioni in zona arancione dal 24 gennaio
  • 10:41 | L’Inter vince ancora e vola a +5
fiori finti in casa si o no Fiori finti in casa - Credit: I STOCK
ARREDAMENTO 18 dicembre 2020

Fiori finti in casa, si o no?

di Melissa Viri

Fiori in casa: un decoro elegante e vivace

 

I fiori sono senza dubbio un elemento in grado di impreziosire tutti gli ambienti di casa.

Essi, infatti, conferiscono eleganza e ricercatezza e trasmettono l'idea di un'abitazione accogliente e curata. Tuttavia, spesso ci si domanda se sia meglio prediligere quelli freschi o quelli finti. I fiori freschi infatti, richiedono attenzioni e non durano a lungo.

Al contrario, i fiori finti non necessitano di alcuna cura e non appassiscono mai. In linea generale, nonostante gli apparenti vantaggi dei fiori finiti, questi conferiscono all'ambiente un aspetto trasandato e cheap. Non solo, spesso sono realizzati con materiali scadenti che permettono a chiunque, anche ai meno esperti, di accorgersi immediatamente di avere di fronte fiori di plastica. In linea generale, quindi, è preferibile sempre acquistare fiori freschi oppure piante grasse o specifiche per interni che richiedono poca manutenzione e sopravvivono anche in mano a chi non possiede il pollice verde.

Perché è meglio evitare i fiori finti

Come accennato, la scelta dei fiori finti è caldamente sconsigliata. Spesso, questi sono realizzati con materiali molto economici che rendono il fiore esteticamente sgradevole. Non solo, questi sono difficili da pulire e pertanto accumulano polvere mutando colore.

Per ciò che concerne le nuance, questi sono realizzati impiegando tinte artificiali e dunque risultano spesso innaturali e poco eleganti. I fiori finti, infatti, sortiscono esattamente l'effetto contrario rispetto a quelli veri facendo apparire l'ambiente trascurato e talvolta pacchiano. Soprattutto se realizzati in plastica, questi tendono infatti a riflettere la luce come invece non accade con i fiori naturali. Tuttavia, rispetto ai petali, sono spesso gli steli e le foglie a costituire il problema maggiore.

Qui, infatti, vengono realizzare sfumature allo scopo di renderli più simili possibili a quelli reali ottenendo però l'effetto opposto. Per ciò che concerne le foglie queste risultano spesso troppo spesse e rigide, evidenziando ancor di più la loro natura artificiale.

In sintesi, dunque, per quanto in lontananza possano sembrare veri, i fiori finti se guardati con maggiore attenzione si riconoscono senza troppe difficoltà. Per questa ragione, se si desidera conferire ricercatezza e cura alla propria casa è preferibile non acquistarli.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle