Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 25 febbraio 2021 - Aggiornato alle 14:01
Live
  • 15:00 | Dietro l’agguato in Congo il progetto di un sequestro
  • 15:00 | Dove buttare e come smaltire toner e cartucce per stampanti
  • 13:13 | Moderna sta preparando un vaccino contro la variante sudafricana
  • 13:09 | Le poesie più famose di Guido Cavalcanti
  • 13:02 | Cinque booklover da seguire su Instagram
  • 12:55 | I migliori film polizieschi scandinavi
  • 12:43 | Unwrapped I: l’asta record sulla collezione privata di Christo
  • 12:24 | 5 posti in cui posizionare la consolle in casa
  • 12:07 | La Cina ha battuto la povertà estrema
  • 10:45 | Solenni funerali di Attanasio e Iacovacci, le salme col Tricolore
  • 10:45 | Frittata di asparagi e porri
  • 09:56 | Tom Clancy’s Rainbow Six Siege Anno 6: Crimson Heist
  • 09:14 | Twitter: le nuove etichette per l’hacking vittime degli hacker
  • 09:00 | Di cosa parla la canzone di Irama in gara al Festival 2021
  • 08:58 | Italia femminile roboante: 12-0 a Israele e pass per l’Europeo
  • 08:45 | Caramelle per il mal di gola fatte in casa
  • 08:22 | Giornali pirata: chiusi 329 canali Telegram
  • 06:49 | Fausto Gresini, l’intervista inedita: “Sono un uomo contento”
  • 06:00 | I titoli dei giornali di giovedì 25 febbraio
  • 05:18 | Atalanta matura, in 10 resiste e perde solo 1-0 col Real Madrid
Chi ha inventato lo Spritz: storia, origini e varianti Spritz - Credit: iStock
COSTUME E SOCIETÀ 22 gennaio 2021

Chi ha inventato lo Spritz: storia, origini e varianti

di Melissa Viri

Lo Spritz deriva da un'antica usanza che veniva praticata dai soldati dell'Impero Austriaco

Le origini dello Spritz

Lo Spritz deriva da un'antica usanza che veniva praticata dai soldati dell'Impero austriaco, quando il Regno Lombardo-Veneto era ancora sotto il dominio asburgico.

Siccome i vini locali erano contraddistinti da una elevata gradazione alcoolica, si pensò di allungarli utilizzando il selz o l'acqua frizzante; preparare uno Spritz significa in pratica spruzzare il vino, come sottolinea il verbo tedesco "spritzen".

 

Tuttavia, nonostante le radici dello Spritz si perdano nel 17esimo secolo, la nascita ufficiale di questo aperitivo tanto amato è avvenuta fra gli anni '20 e '30 del secolo scorso.

Cenni di storia dello Spritz

Era l'anno 1919 quando nella città Padova faceva capolino il celebre aperitivo Aperol; nel frattempo a Venezia nasceva il Select, un'alternativa al prodotto padovano le cui caratteristiche erano molto simili. Non passa molto tempo e sono proprio queste due bevande a essere usate per preparare lo Spritz; tuttavia, per ottenere una denominazione ufficiale, è stato necessario attendere il 2011, anno in cui la IBA (Internatonal Bar Association) ha dichiarato lo Spritz come una dosata miscela di Aperol e vino prosecco.

Le varianti dello Spritz

La denominazione ufficiale dello Spritz non ha comunque scoraggiato i migliori barman, che hanno pensato di prepararne diverse varianti; oltre all'Aperol è possibile usare il Select, ma anche il Campari e il Cynar. Per decorazione, si utilizza nella maggior parte dei casi la classica scorza di arancia, anche se qualcuno preferisce la scorza di limone. Infine lo Spritz, al pari della maggior parte dei cocktails, può essere servito liscio o con ghiaccio, mentre il bicchiere ideale è il classico Old Fashioned, lo stesso con cui si usa servire l'acqua.

Il perché di tanto successo

In commercio esistono tantissimi cocktails e altrettanti aperitivi; lo Spritz è un long drink semplice e dissetante che unisce la voglia di una pausa alla necessità di bere e rinfrescarsi, specie al termine di un'afosa giornata estiva. Le alternative allo Spritz non sono molte; potremmo fare un paragone con il Gin Fizz, che miscela il gin piuttosto che il prosecco, ma le altre bevande sono decisamente più impegnative. Come spesso accade in tutti i campi a fare la differenza sono le cose semplici e immediate che sanno dare con poco sforzo un risultato a cui non si può rinunciare.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle