TimGate
header.weather.state

Oggi 08 agosto 2022 - Aggiornato alle 19:36

 /    /    /  amicizia tra colleghi
Colleghi: amici o nemici?

Colleghi di lavoro- Credit: iStock

COSTUME E SOCIETÀ29 luglio 2020

Colleghi: amici o nemici?

di Melissa Viri

Nei luoghi di lavoro spesso nascono le più belle amicizie, così come anche grandi amori

Allo stesso modo però la vita in ufficio, in negozio o in un semplice cantiere può innescare delle situazioni ambigue dove possono nascere fraintendimenti che possono a loro volta rovinare i rapporti.

 

A volte invece le diverse posizioni occupate creano già i presupposti per alimentare le antipatie o ancora quando si svolgono mansioni simili si è sempre troppo attenti agli affari degli altri.

 

Vivere insieme i rapporti allora può risultare difficile, ma è sempre meglio non lasciarsi trascinare dai pregiudizi sui luoghi di lavoro.

Amici o nemici? Meglio amici

Stabilire una relazione di amicizia, soprattutto nel posto di lavoro, può soltanto avvantaggiare. Ad esempio un collega che svolge le tue stesse mansioni può da un giorno all'altro diventare il tuo superiore e creare tensioni, sarai daccordo, è assolutamente controproducente.

 

Ancora prima però sarebbe utile considerare che avere un amico nei luoghi di lavoro è un tesoro ancora più prezioso di quello citato dal famoso proverbio. A volte però alcune personalità sono davvero difficili da sopportare.

 

Caratteri megalomani, invidiosi o arrivisti possono rovinare l'atmosfera al lavoro. Davanti queste eventualità è meglio lavorare su sè stessi e far in modo che certe circostanze scivolino via di dosso da sole.

Lavorare su sè stessi per stare bene con gli altri

Anche se a volte sono delle circostanze oggettive a creare il malumore sul posto di lavoro prendere tali eventualità con filosofia è la scelta migliore. Così facendo infatti non solo si evita di alimentare situazioni negative, ma aiuta anche se stessi ad affrontare il naturale andamento della giornata.

 

Capita ovunque e a tutti infatti di doversi ritrovare con persone sgradevoli, magari arrabiate con il mondo intero oppure con persone che pensano solo ad ottenere una promozione, anche se questo significa calpestare gli altri.

 

La prima riflessione da fare è che in realtà queste persone non piacciono a nessuno e che quindi non vanno assolutamente temute. In secondo luogo bisogna trarre una grande lezione da questa eventualità che di sicuro prima o poi si presenta nella vita e cogliere l'occasione per essere orgogliosi del proprio carattere, sicuramente migliore!