Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 22 aprile 2021 - Aggiornato alle 15:44
Live
  • 16:07 | Giovanni Scifoni, curiosità e vita privata dell'attore
  • 16:00 | Clima, un viaggio nel futuro per salvare l'Italia che conosciamo
  • 15:44 | Amici 20: i cantanti criticati da Rudy Zerbi
  • 15:30 | A Londra la campagna per il sindaco: Khan contro Bailey
  • 15:22 | I migliori brand di moda sostenibile made in Italy
  • 15:14 | Giornata della Terra 2021, che cos'è e qual è il tema di quest'anno
  • 15:04 | H2O, il ristorante sott’acqua alle Maldive
  • 15:00 | Ue: la neutralità climatica entro il 2050
  • 14:56 | Quali sono le canzoni più ascoltate di Bob Dylan
  • 14:41 | Come scegliere il correttore giusto
  • 12:30 | La gratitudine della regina Elisabetta II
  • 11:37 | Il Bayern su ten Hag per il dopo-Flick
  • 11:27 | Il problema del richiamo al personale sanitario
  • 11:10 | Covid-19: Decreto Riaperture, tutte le disposizioni
  • 11:04 | I posticipi della 32esima giornata
  • 11:00 | Camerette salva spazio, si può fare
  • 11:00 | Un'idea veloce per pranzo? Spaghetti con agretti e pancetta
  • 10:58 | Cosa sta succedendo al confine tra Russia e Ucraina
  • 10:54 | La vittoria della Juve sul Parma (3-1)
  • 10:50 | Il sottomarino scomparso in Indonesia
Come capire se sei innamorato Coppia sorridente sul divano - Credit: iStock
COSTUME E SOCIETÀ 3 marzo 2021

Come capire se sei innamorato

di Melissa Viri

Semplice simpatia, infatuazione, cotta o innamoramento? Facciamo un po' di chiarezza!

Quand'è che possiamo dirci davvero innamorati?

Questa è una domanda con cui prima o poi tutti devono fare i conti.

Semplice simpatia, infatuazione, cotta e innamoramento. Sono questi, in genere, i vari step in base ai quali tendiamo a catalogare i nostri sentimenti iniziali nei confronti della persona che ci interessa. Per capire se davvero siamo innamorati potremmo ricorrere a due diverse "strategie". Ovviamente non si tratta metodi infallibili, sia perché ognuno di noi ha un diverso modo di vivere relazioni e sentimenti (del resto, il mondo è bello perché è vario), sia perché in amore ci sono una marea di sfumature che non è sempre facile cogliere.

Prima strategia: se non sono innamorato, allora cos'è che provo?

La prima cosa utile da fare per chi si trova in dubbio sui propri sentimenti è quella di porsi delle domande. Lo sappiamo, sembra banale. In effetti chi ha dubbi del genere tende a porsi una marea di interrogativi al giorno. Ma il punto è proprio questo: troppe domande non portano da nessuna parte. Occorre invece porsi i giusti quesiti. Insomma, della serie pochi ma buoni.

 

Per esempio: "La mia può definirsi una semplice cotta?", oppure "Posso resistere all'idea che la persona che mi piace non saprà mai del mio interesse per lei?", "Quanto è irresistibile il bisogno di averla al mio fianco?" e, in ultimo, "È la persona con cui voglio condividere la mia vita e che ritengo insostituibile?" Ecco, se ci risulta difficile rispondere negativamente a quest'ultima domanda, allora la situazione potrebbe essere molto più seria di quel che credevamo.

Seconda strategia: combattere la paura

Se quel che proviamo non è solo una semplice infatuazione, col passare del tempo diverrà impossibile tenerci tutto dentro. Cominceremo a sentire un bisogno impellente: quello di liberarci e confessare. In questo caso, c'è solo una cosa che può bloccarci ed è la paura. Sì, perché, soprattutto nel caso in cui i sentimenti siano profondi, il timore di rovinare il rapporto che abbiamo con la persona che amiamo in segreto, potrebbe indurci a rimandare all'infinito il momento della dichiarazione. Se non avvertissimo questo timore, del resto, significherebbe che il nostro non è vero amore. Ma il punto è un altro: possiamo davvero lasciare che sia la paura a governare le nostre scelte?


 

Rimandare di continuo solo per non rovinare un rapporto a cosa ci porterebbe? La risposta è semplice: a coltivare un rapporto a metà. Questo non ci farà star bene, non possiamo accontentarci di una finta amicizia. Prima che ci pensi il tempo ad allontanarla da noi (la persona che amiamo potrebbe conoscere qualcuno che ce la porti via), dobbiamo fare la nostra parte per non rischiare di vivere con dei rimpianti ai quali non potremmo più porre rimedio.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle