TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  Insegnare al cane a non abbaiare
Come insegnare al cane a non abbaiare

Cane che abbaia- Credit: iStock

COSTUME E SOCIETÀ18 settembre 2020

Come insegnare al cane a non abbaiare

di Melissa Viri

Esistono dei metodi molto efficaci per insegnare all'amico fedele come e quando abbaiare

Pretendere che il cane non abbai è impossibile, dal momento che tutto ciò è insito nella natura dell'animale a quattro zampe. Esistono tuttavia dei metodi molto efficaci per insegnare all'amico fedele come e quando abbaiare, cercando di dare lui un'educazione ben precisa sia durante il giorno che nelle ore notturne.

 

A prescindere dal diverso momento della giornata, infatti, Fido potrebbe cominciare ad abbaiare a causa dei motivi più disparati, quali ad esempio l'ansia da separazione, l'imminenza di un pericolo e il semplice fatto di voler attrarre l'attenzione dei padroni.

Insegnare al cane a non abbaiare senza motivo

Per insegnare all'amico a quattro zampe a non abbaiare senza motivo bisogna mettere in pratica alcuni accorgimenti in maniera puntuale, senza tralasciare alcun dettaglio.

 

Per prima cosa, quando abbaia occorre evitare di sgridarlo tramite urla e parole dal tono troppo eloquente. Quando l'animale comincia ad abbaiare è buona norma quella di distrarlo con dei giocattoli o degli oggetti che producono rumori sordi e intermittenti.

 

In questo modo, il compagno fedele penserà a ciò che sta accadendo attorno per via dei suoni, abbandonando del tutto l'idea di continuare ad emettere ululati che disturbano il vicinato.

 

Un altro procedimento va invece attuato quando ci si rende conto che il cane abbia spesso quando rimane da solo. In questo caso, il semplice fatto di lasciare un oggetto personale del proprietario lo aiuta molto a sopportare la distanza, tranquillizzandolo e rendendolo paziente e fiducioso nel presto ritorno di chi lo accudisce.

I comandi e gli accorgimenti per dare a Fido la giusta educazione

Al di là dei procedimenti da attuare e da seguire alla lettera, bisogna infine tenere presente di dare al cane, soprattutto quando vive in casa ed esce raramente con i compagni del branco, la giusta educazione che si traduce in una serie di comportamenti che costituirà la personalità, i modi di fare e d'interagire con gli altri da parte dell'amico a quattro zampe.

 

Premiandolo quando dimostra di aver compreso i comandi, ad esempio, incentiva lo stesso a seguire i consigli che gli vengono dati e a migliorare sempre di più il suo comportamento in presenza delle altre persone.

 

Quando non abbaia, ad esempio, è buona norma offrirgli dei deliziosi bocconcini di carne o qualsiasi altro alimento che lo faccia impazzire. Il cane è un animale sensibile e, a tempo debito, sa essere comprensivo.