Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Per Conoscere
    • Ricette
    • Sport
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 giugno 2021 - Aggiornato alle 20:00
Live
  • 21:09 | Covid, variante Delta: il caldo potrebbe frenarla
  • 19:12 | MotoGP, le pagelle del GP di Germania 2021 al Sachsenring
  • 17:49 | L'Italia batte il Galles 1 a 0, super gol di Pessina
  • 17:46 | La playlist dei tormentoni dell'estate 2021 (per allenarsi)
  • 17:44 | Tutta Italia in zona bianca tranne la Valle d'Aosta
  • 17:24 | Covid, come ottenere il Green pass sull’app Immuni
  • 17:00 | Covid, i dati del 20 giugno in Italia
  • 16:24 | MotoGP 2021, Marc Marquez risorge e torna a vincere al Sachsenring
  • 16:21 | Come va la campagna vaccinale in Italia
  • 16:12 | Il Milan ripensa a Zaccagni per la trequarti
  • 16:09 | Calcio e innovazione: il futuro (prossimo) è in streaming
  • 15:57 | “Doctor Foster”, la miniserie da non perdere su TIMVISION
  • 15:50 | Tutto su "Celebrity Hunted 2", in onda su Amazon Prime Video
  • 13:38 | La probabile formazione dell’Italia contro il Galles
  • 13:33 | Le repliche della regina a ogni nuova provocazione
  • 13:18 | Laura Pausini ha vinto il Nastro D'Argento 2021
  • 12:57 | Taylor Swift reincide il disco "Red" e confessa: "Ho il cuore spezzato"
  • 12:45 | Per un momento speciale...una musica speciale: 10 consigli per una playlist da sogno
  • 12:30 | Rihanna oggi, che fine ha fatto la popstar
  • 12:30 | Marsala vino: ricette con il famoso vino di Sicilia
Cos’è il boccon del prete? Pollo arrosto - Credit: iStock
COSTUME E SOCIETÀ 28 marzo 2020

Cos’è il boccon del prete?

di Melissa Viri

Il boccone del prete è un modo di dire che solitamente indica la parte più pregiata di un animale

L'espressione è nata nel medioevo, quando gli esponenti del clero potevano permettersi cibi a cui la gente comune non aveva accesso.

Cos'è il boccone del prete

Esistono molti modi di dire bizzarri e spesso difficili da interpretare, come quello che si riferisce al boccone del prete.

Con quest'ultima locuzione si intende in genere una porzione di carne o una parte di un animale particolarmente pregiata. In genere con boccone del prete si intende il sottocoda del pollo o il cosiddetto guanciale del pesce, situato vicino agli occhi dell'animale.

 

Questo modo di dire risalirebbe addirittura al medioevo. In questo periodo il clero era mediamente molto più ricco della popolazione comune e poteva permettersi cibi più pregiati.

Da dove deriva questa espressione

Il boccone del prete si trova citato per la prima volta nel medioevo. All'epoca il clero riceveva in dono, per fede o per dovere, alcune delle parti più pregiate degli animali macellati.

 

Da qui deriva il modo di dire che identifica nel boccone del prete la parte considerata più gustosa o di maggiore valore di diversi tipi di animali, come il sottocoda del pollo o il guanciale del pesce.

 

Tradizionalmente infatti i contadini e i piccoli allevatori ai tempi usavano fare omaggio del posteriore del pollo alle classe più ricche, come nobili o religiosi, sia come segno di rispetto sia in pagamento di tasse, decime e tariffe di vario genere.

 

Fino all'età moderna infatti tasse e imposte erano dovute sia all'utorità civile che a quella religiosa. Molti appezzamenti di terra inoltre erano di proprietà di abbazie e monasteri, per cui i contadini dovevano spesso al clero anche il pagamento dell'affitto, oltre a quello delle decime.

Il boccone del prete e il cappello del prete

Il boccone del prete non deve essere confuso con il cappello del prete, un taglio di manzo o vitello ricavato dalla spalla dell'animale. Quest'ultimo deve il suo nome alla sua forma vagamente triangolare, che ricorda il tradizionale copricapo indossato appunto dai preti.

 

In Emilia il termine ha invece un significato diverso e può indicare sia un insaccato tipico di suino che una particolare varietà di zucche. Anche in questi casi il riferimento è alla forma, che ricorda quella del cappello indossato dal clero. Il significato di questo termine è quindi molto diverso rispetto al boccone del prete, con cui solitamente si indica il posteriore del pollo.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle