Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 04 marzo 2021 - Aggiornato alle 20:00
Live
  • 19:39 | Un Pil verde per salvare l’ambiente
  • 19:07 | Sempre più famiglie si trovano in povertà assoluta
  • 18:09 | Il principe Filippo è stato operato al cuore
  • 18:06 | MotoGP: Aprilia Gresini Racing, presentata la nuova moto per il 2021
  • 17:30 | Covid, in Italia altri 339 morti
  • 16:00 | Sanremo 2021: la scaletta, gli ospiti e le cover della terza serata
  • 15:51 | Google e la nuova gestione dei profili del browser Chrome
  • 15:47 | Le scarpe preferite di Meghan Markle
  • 15:34 | Daniil Medvedev, sconfitta inattesa (e racchetta distrutta)
  • 15:33 | Sanremo 2021: i look della seconda serata
  • 15:19 | Sanremo 2021: i look beauty della seconda serata
  • 15:03 | La Juve cerca un regista: Locatelli o Jorginho?
  • 15:02 | Achille Lauro svela il significato dei suoi 5 "quadri" musicali
  • 15:02 | Rinviata la prima edizione di Arte in Nuvola a Roma
  • 14:30 | Differenza tra gasolio e benzina
  • 14:25 | La Germania rimarrà in lockdown fino al 28 marzo
  • 14:21 | Terrarium chiuso, come farlo e come curarlo
  • 14:05 | Emilio Estévez: chi è, vita privata e carriera
  • 13:54 | Chi è Lauren Graham: vita privata, curiosità e carriera
  • 13:15 | Le frasi più belle da dedicare alle sorelle
Emoticon ed Emoji: i simboli che parlano al posto nostro Persone sedute con emoticon sul volto - Credit: iStock
COSTUME E SOCIETÀ 16 marzo 2020

Emoticon ed Emoji: i simboli che parlano al posto nostro

di Melissa Viri

Cuori, animali, persone, paesaggi, sole, pioggia: il repertorio delle emoticon comprende davvero di tutto

Emoticon ed emoji: problema o vantaggio?

Il mondo delle emoticon e delle emoji è ormai noto e conosciuto da tutti.

Cuori, animali, persone, alberi, paesaggi, sole, pioggia: il repertorio delle emoticon comprende davvero di tutto. Stiamo parlando delle simpatiche faccine, ma anche dei simboli, che vengono quotidianamente utilizzati nei social network e nelle chat istantanee.

 

Forse anche troppo, a giudicare dalle conversazioni e dai post che vengono letteralmente intasati da simboli e faccine. Certo, l'utilizzo delle emoticon e delle emoji è un modo per farci risparmiare tempo e queste ci permettono spesso di spiegarci meglio con i nostri interlocutori.

 

Una frase senza faccine o simboli, ormai, potrebbe essere fraintesa, male interpretata. Sembra quasi, ormai, nel contesto della comunicazione online, di essere dipendenti da questi simpatici simboli.

Quando i simboli e le faccine parlano al posto nostro

Proprio per questi motivi, sarebbe giusto dire che le emoticon ed emoji parlano al nostro posto. Non ricorrere all'uso di faccine, all'interno di una conversazione online, significa dover spiegarsi meglio, dosare le parole e la punteggiatura, per meglio comunicare ciò che che stiamo pensando, in modo da non creare fraintendimenti in chi legge. In poche parole, si tratterebbe di ricorrere a una sana conversazione, fatta semplicemente di linguaggio. È innegabile che, ormai, sono poche le persone che decidono di lanciarsi in questa impresa.

 

Perché complicarsi la vita, se faccine e simboli possono esprimere molto più chiaramente delle semplici parole ciò che vogliamo comunicare?

La svalutazione delle parole

Ciò va, piano piano, a discapito della nostra capacità di comunicare nella quotidianità. Saper dosare le parole da scrivere significa anche mettere a posto i propri pensieri.

 

È così che siamo andati incontro a una vera e propria svalutazione del nostro linguaggio. C'è da ammetterlo: emoticon ed emoji rappresentano sicuramente un'invenzione divertente e utile, ma come tutti gli strumenti, soprattuto quelli tecnologici, deve essere valutata e usata correttamente. Il problema non è tanto loro, quanto nostro.

 

Ormai siamo abituati a usare faccine e simboli in maniera automatica, istintiva, senza dare peso alle parole. Rifletteteci, anche quando una frase semplice come 'Va bene' viene sostituita da un pollice in su, all'interno di una chat.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle