TimGate
header.weather.state

Oggi 16 agosto 2022 - Aggiornato alle 21:23

 /    /    /  film tedeschi più famosi
Film tedeschi: la lista di film più famosi

Persona che guarda la tv con pop corn- Credit: iStock

COSTUME E SOCIETÀ06 luglio 2021

Film tedeschi: la lista di film più famosi

di Melissa Viri

Una delle cinematografie che annoverano delle radici prestigiose è quella tedesca: scopri di più!

È sufficiente pensare che due mesi prima che i Lumière presentassero al pubblico la loro invenzione, a Berlino i fratelli Skladanowsky inaugurarono il loro bioscopio al Berlin Wintergarten. Il fatto di avere un sistema che consentisse di registrare e successivamente far vedere immagini in movimento non passò inosservato all’allora Kaiser che, per primo, utilizzò questo mezzo per comunicare al grande pubblico. Quella che è definita la Settima Arte fu ampiamente utilizzata in Germania durante l’epoca hitleriana, che ne fece una fondamentale cassa di risonanza politica. Oggi la cinematografia tedesca è ampiamente considerata e a Berlino si svolge una manifestazione di importanza mondiale come il Festival del Cinema di Berlino.

 

Innumerevoli sono i film tedeschi che hanno raggiunto una notevole fama per una serie di motivazioni. Eccone un piccolo estratto.

Nosferatu il vampiro (1922) di Murnau

La storia è ambientata in un paesino della Germania agli inizi del XIX secolo e narra le vicende di Nosferatu, terribile conte che ben presto lo spettatore si accorgerà che null’altro è se non un vampiro. Ovviamente il riferimento al celebre romanzo di Bram Stoker, Dracula, appare più che ovvio.

Metropolis (1927) di Fritz Lang

Capolavoro del cinema espressionista, è una pellicola di fantascienza ambientata in un distopico futuro dove le divisioni in classi sono azzerate. L’avveniristica storia ha dato input a film come Blade Runner e Star Wars.

L’Angelo Azzurro (1930) di Josef von Sternberg

Tratto da un racconto di Heinrich Mann, narra le tristi vicende di un professore di ginnasio che s’innamora perdutamente di una stella del varietà (Marlene Dietrich) che poi sposerà ma senza essere felice.

M - Il mostro di Düsseldorf (1931) di Fritz Lang

Pellicola ambientata nei bassi di una metropoli tedesca dove impazza un maniaco che uccide i bambini creando terrore. Dopo una serie di retate effettuate dalla polizia che non portano a nulla, sarà una folla composta da diseredati, barboni e mendicanti a fare giustizia.

Le vite degli altri (2006) di Florian Henckel von Donnersmarck

Siamo nel 1984 e un ufficiale della Stasi (la polizia politica della DDR) è incaricato di spiare una coppia di intellettuali ostili al regime ma, realmente, è solo un complotto voluto da un ministro invaghito della ragazza che vuole eliminare il suo compagno.

Goodbye Lenin (2003) di Wolfgang Becker

Ambientato nella DDR narra la storia di Christiane, una donna impegnata nel sociale durante il regime comunista che nell’ottobre del 1989 fu colta da infarto, che le causa un coma dal quale ne uscirà solamente otto mesi dopo. Nel frattempo il Muro è crollato e l’URSS si è dissolta. Il figlio, per paura che la mamma potesse essere colpita da un altro infarto per via dei cambiamenti nel frattempo verificatesi, fa del tutto per ricreare quell’epoca oramai passata affinché la madre non si renda conto di nulla.