TimGate
header.weather.state

Oggi 08 agosto 2022 - Aggiornato alle 15:30

Due ragazzi che discutono- Credit: Pexels

COSTUME E SOCIETÀ05 luglio 2022

I falsi miti sulla comunicazione non verbale

di Melissa Viri

Il linguaggio non verbale ci permette di capire alcune emozioni che sta provando il nostro interlocutore. In alcuni casi però i gesti non corrispondono ad uno stato d'animo specifico.

Falsi miti del linguaggio del corpo: quali sono?

Comprendere i falsi miti del linguaggio del corpo è fondamentale per evitare inutili fraintendimenti ed entrare in confusione con il proprio interlocutore.

Esistono infatti alcune credenze in relazione a delle espressioni, azioni o gesti che è bene saper distinguere e valutare attentamente in quanto le emozioni e lo stato d'animo di una persona possono essere differenti anche in base al contesto in cui ci si trova.

 

È vero che le braccia conserte sono sinonimo di chiusura?

Le braccia conserte è una delle azioni più compiute dall'uomo in base alle circostanze che sta affrontando. Spesso si pensa che questo gesto indichi chiusura ed un senso di disapprovazione o disagio. In realtà non è sempre così.

Le braccia conserte indicano una sorta di "muro" nel momento in cui si affronta una situazione che sta arrecando noia o fastidio ma allo stesso tempo significa che la persona sta provando un forte interesse anche se in apparenza sembra piuttosto contrariata.

In alcuni casi le braccia conserte indicano addirittura il desiderio di critica o di esprimere il proprio giudizio. Pertanto celano uno spiccato interesse da parte della persona che compie questa azione.

 

Guardare in aria a sinistra

Un altro falso mito riguarda quello di buttare gli occhi al cielo verso sinistra: spesso si crede che tale azione celi una bugia, ossia che la persona in quel momento sta mentendo.

Da alcuni recenti in studi è emerso che i movimenti degli occhi possono variare da persona a persona e avere significati del tutto differenti. A tal proposito non significa che colui che abbiamo davanti stia necessariamente mentendo se guarda verso sinistra.

 

Lo sbadiglio è sinonimo di noia

Quando una persona sbadiglia siamo soliti pensare che molto probabilmente si stia annoiando. In realtà lo sbadiglio è un'azione respiratoria involontaria che consente di inspirare ed espirare in modo da favorire l'apporto di ossigeno.

Questo gesto quindi indica che il corpo sta affrontando un momento di spossatezza e la persona ha un forte desiderio di riacquistare le energie.

 

Toccarsi il naso

L'azione di toccare spesso il naso viene interpretata come una menzogna ma non è affatto così. Si tratta in realtà di un gesto impulsivo che indica uno stato di tensione ed ansia. Quindi non significa che la persona che si ha davanti stia dicendo una bugia.