Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 25 gennaio 2021 - Aggiornato alle 15:34
Live
  • 15:05 | “Tragic Separation” è l’ultimo album dei DGM, l’intervista
  • 15:02 | Il Milan pensa a Nasri come vice Çalhanoğlu
  • 15:00 | Ricetta della frutta martorana
  • 15:00 | Il nuovo cucciolo di Kate e William
  • 14:49 | Economia, ecco quanto lo smart working aiuta a resistere alla crisi
  • 14:48 | Ricetta dei nutellotti
  • 14:32 | Chi è Francesca Chillemi e perché è famosa?
  • 14:22 | Chi è Kim Cattral, Samantah di Sex and the City
  • 14:12 | Manutenzione caldaia, perché è importante farla
  • 14:02 | Quanti felini esistono in natura?
  • 13:52 | Procida, Capitale italiana della Cultura del 2022
  • 13:44 | Samurai Age, che cos'è?
  • 13:34 | Chi è l'attore più pagato al mondo
  • 13:30 | Digitalizzati tre capolavori di Caravaggio
  • 13:14 | Il Chelsea esonera Lampard, al suo posto in arrivo Touchel
  • 12:52 | Napoli, Gattuso rischia. Sullo sfondo c’è Benitez
  • 12:49 | I 40 anni di Alicia Keys
  • 12:29 | La playlist di TIMMUSIC con le hit più famose di Alicia Keys
  • 11:06 | Il possibile scambio tra Dzeko e Bernardeschi
  • 11:00 | Armadio a muro, la soluzione ideale per spazi piccoli
Le 10 canzoni più amate dello Zecchino d'oro Bambina che canta - Credit: iStock
COSTUME E SOCIETÀ 24 novembre 2020

Le 10 canzoni più amate dello Zecchino d'oro

di Melissa Viri

Lo Zecchino d’oro è da molti anni una delle trasmissioni televisive più seguite dai bambini

La trasmissione che mette in gara tra loro delle canzoni per bambini ha da sempre portato alla ribalta dei motivi che sono rimasti nella storia della musica come le canzoni dei grandi.

Anche se le canzoni sono interpretate dai bambini, la gara riguarda soprattutto gli autori che le scrivono per contendersi il premio. Ecco una serie di canzoni che sono state scelte tra le più belle nelle varie edizioni.

Da Il valzer del moscerino a La sveglia birichina

Il valzer del moscerino è certamente una delle canzoni "cult" dello Zecchino d’Oro, cantata da Cristina d’Avena nell’edizione 1968 all’età di 3 anni con grande maestria come ha dimostrato poi nel resto della sua carriera. La canzone racconta la storia di Beppone che si trova nel suo giardino e vede un moscerino che improvvisa un valzer sul suo nasone, fino a quando il gatto arriva e lo spazza via facendo terminare la magia.

 

Il caffè della Peppina è passato alla storia per una ricetta "improbabile" grazie agli ingredienti come sette ali di farfalle e mezzo chilo di cipolle, ed al fatto che non si bevesse la mattina. Questa canzone venne eseguita durante la 13esima edizione, che si svolse nel 1971 ed è rimasta una delle più divertenti mai eseguite. Cantata da moltissimi bambini, Il coccodrillo come fa? Che venne presentata nell’edizione 1993 della manifestazione, descrive i versi di tutti gli animali e alla fine quello del coccodrillo resta un mistero.

 

Un altro brano molto cantato dai bambini è senza dubbio Quarantaquattro gatti, che descrive la discussione di 44 gatti che si ritrovano tutti insieme nella cantina di un palazzone. Tra gli argomenti di discussione i pasti garantiti e le comode poltrone. Ma la parte principale è la marcia dopo la fine della riunione con i gatti "in fila per sei col resto di due". La canzone dei gattini senza padrone venne eseguita durante l’edizione del 1968.

 

La sveglia birichina è una canzone che fece parte delle protagoniste dell’edizione 1973 dello Zecchino d’Oro. Una sveglia che tutte le mattine, con la massima puntualità sveglia tutta la famiglia e la butta giù dal letto. Il lato positivo è quello che la domenica mattina tace permettendo a tutti di dormire.

Da Per un ditino nel telefono a Katalicammello

Per un ditino nel telefono racconta le disavventure che succedono quando il fratellino piccolo si diverte a giocare con il telefono facendo intervenire i carabinieri, la guardia medica, la polizia ed i vigili del fuoco. Un disastro completo quello narrato in questa canzone dell’edizione 1967. Con Le tagliatelle di nonna Pina si torna ad una canzone che vede i bambini carichi di mille impegni, dalla scuola allo sport, che vogliono mangiare le tagliatelle preparate da Nonna Pina, anche a colazione.

 

Un’amicizia in bilico per un gatto nero. Quando si desidera ardentemente un gatto nero si è pronti ad offrire in cambio altri animali, ma la consegna di un gatto bianco fa saltare l’accordo e quindi l’amicizia tra i bambini. Volevo un gatto nero è una canzone dell’edizione 1969. Ancora animali in primo piano per Cocco e Drilli, due coccodrilli che vivono in Marocco e sono innamorati. Quando un cacciatore vuole catturare Drilli per fare delle borsette con la sua pelle, tutti gli altri si uniscono e lo cacciano via.

 

Presentata nell’edizione del 1997, Katalicammello descrive un cammello ecologico, amico dell’ambiente. Il Katalicammello sfrutta l’energia solare e potrebbe rappresentare una ottima soluzione per il traffico convulso, grazie anche alla mancanza del tubo di scappamento. Inoltre non inquina e piace molto ai bambini. Il Katalicammello è una canzone dell’edizione 1967 dello Zecchino d’Oro.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle