TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:06

 /    /    /  M’ama, non m’ama origine
“M’ama, non m’ama” da cosa deriva questa usanza?

Ragazza che fa "m'ama, non m'ama" con una margherita- Credit: iStock

COSTUME E SOCIETÀ12 febbraio 2021

“M’ama, non m’ama” da cosa deriva questa usanza?

di Melissa Viri

Si tratta di una tradizione che tutti conosciamo ma di cui pochi sanno le origini

Scopriamo le origini di una tradizione particolarmente romantica

L'usanza di "sfogliare" una margherita per "interrogarla" sulla corrispondenza di un amore: chi non l'ha fatto almeno una volta nella vita?. Si stacca un petalo dopo l'altro del fiore e l'ultimo rimasto risponderà alla fatidica domanda "m'ama o non m'ama?". Si tratta di una tradizione che tutti conosciamo ma di cui pochi sanno le origini.

 

Per ricercare il significato di questo gesto bisogna tornare indietro nel tempo, almeno sino al Medioevo. Al tempo, la margherita veniva usata dalle fanciulle come risposta positiva ad una dichiarazione, se messe per ornare il blasone del pretendente. Quando venivano poste margherite sul capo della ragazza, invece, stava a significare che si nutrivano dubbi sulla dichiarazione ricevuta.

Qual è il significato storico del gesto

A parte i significati assunti dalla margherita nel corso dei secoli, secondo la versione più accreditata le origini del gesto derivano da Margherita di Provenza. Sarebbe stata proprio lei ad aver dato origine a questa pratica interrogatoria che vedeva il fiore come un qualcosa di profetico, una sorta di oracolo, a cui porre domande riguardo dubbi amoroso. Il fiore le sarebbe stato regalato da suo fratello, il quale avrebbe detto di sfogliarlo, recitando una preghiera per ciascun petalo che veniva staccato.

 

Questo gesto le avrebbe permesso di sapere qualcosa sulle sorti di suo marito Luigi IX di Francia tenuto prigioniero dai saraceni. Secondo la leggenda, Margherita continuò ad interrogare le margherite finché suo marito non tornò. Una volta rientrato, ella gli mostrò tutti i pestali raccolti durante la sua assenza per dimostrare la sua devozione e la sua fedeltà. A quel punto, il re, commosso ed orgoglioso, decise di aggiungere tre margherite d'argento sullo stendardo del casato.

Il significato della margherita oggi

Ancora oggi, la margherita è un fiore con un significato positivo, perché simboleggia l'arrivo della primavera. Essendo molto delicato, tra i suoi significati principali troviamo valori come la purezza di mente e corpo, l'innocenza e la semplicità. Anticamente, ricevere in dono un mazzo di margherite era qualcosa di bello perché veniva interpretato come segno di purezza e rispettabilità, valori assai importanti per le fanciulle dei tempi passati.

 

Oltre a questo, la margherita simboleggia anche pazienza, modestia e fedeltà, oltre a rappresentare perfettamente l'amore puro ed eterno, proprio grazie all'antico gesto praticato dagli innamorati di tutto il mondo, il "m'ama non m'ama". Il significato associato all'innocenza, invece, deriva da una leggenda celtica secondo la quale ogni volta che avveniva la morte di un bambino, Dio riempiva il suolo di candide margherite per risollevare l'animo dei genitori e consolarli.