TimGate
header.weather.state

Oggi 25 settembre 2022 - Aggiornato alle 20:00

 /    /    /  Meal prep: che cos'è e come funziona uno dei trend del momento
Meal prep: che cos'è e come funziona uno dei trend del momento

Una ragazza che cucina- Credit: Pexels

COSTUME E SOCIETÀ15 luglio 2022

Meal prep: che cos'è e come funziona uno dei trend del momento

di Melissa Viri

Chi lavora molto fuori casa e quindi non ha tempo di mettersi ai fornelli o preferisce passare quel tempo in modo diverso, ecco che viene in aiuto il Meal prep.

Se vuoi mangiare sano tutti i giorni della settimana, senza ricorrere ai panini del bar o alla miriade di take-away che affollano le nostre città, puoi affidarti al meal prep, un metodo molto diffuso all’estero che permette di pianificare i pasti della settimana ed evitare gli sprechi. 

Che cos’è il Meal Prep

Meal prep è l’abbreviazione di Meal Preparation (preparazione dei pasti) e, come suggerisce il nome, è un metodo di organizzazione dei pasti che permette di preparare in anticipo, in un solo momento, tutti i piatti della settimana, così da alimentarsi con materie prime selezionate.

L’idea di base è quella di cucinare una sola volta alla settimana, generalmente la domenica o quando si ha un po’ di tempo, e conservare il cibo preparato in frigo o in freezer, così da averlo sempre pronto all’uso nei giorni successivi. Si possono preparare sia piatti pronti sia ingredienti da combinare di volta in volta in base al bisogno o al proprio gusto.

Meal Prep: consigli per programmare i pasti

Una parte importante del meal prep è la scelta delle ricette e quindi degli ingredienti che bisogna acquistare per una settimana.

La parola d’ordine è pianificare, in riferimento anche ai metodi di cottura, alla selezione di ingredienti che possano essere cucinati contemporaneamente e alla durata di conservazione degli alimenti. In questo modo, quando ti metterai ai fornelli, saprai già cosa e come cucinare e risparmierai molto tempo.

Ovviamente avrai bisogno di diversi contenitori ermetici (vaschette in plastica, barattoli di vetro, sacchetti gelo) nei quali riporre i cibi e di etichette sulle quali scrivere il contenuto e la data di preparazione.

Si possono preparare dei menu completi, eseguendo le ricette per esteso.

Alcuni esempi?

  1. Timballo di pasta,
  2. insalata di riso,
  3. cous cous o quinoa con verdure e spezie,
  4. torte salate,
  5. insalate con tonno,
  6. uova sode,
  7. pollo o formaggio
  8.  polpette,
  9. humus di ceci,
  10. zuppe o
  11. passati di verdure, che all’occorrenza andranno solo riscaldati.

Un’altra strategia è quella di cucinare tutti gli ingredienti e conservarli singolarmente per poi usarli al momento della preparazione della ricetta. In ogni caso, ti consigliamo di consumare per primi gli alimenti conservati in frigo e per ultimi quelli congelati, ricordandoti di scongelarli per tempo.