Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 06 dicembre 2021 - Aggiornato alle 15:03
News
  • 15:00 | Una doppia retrospettiva su Giovanni Gastel a Milano
  • 13:24 | Infortuni vista Champions, il Milan perde Leao, Inter stop Correa
  • 12:56 | Arrestato per bancarotta Massimo Ferrero, presidente Sampdoria
  • 12:32 | A Miami la mostra sull’arte visiva di Bob Dylan
  • 11:51 | Totti e l’amore per la Roma: “Siamo abituati a soffrire”
  • 11:15 | Caro energia, perché lo scenario potrebbe migliorare
  • 11:12 | Quando arriverà il via libera al vaccino per bimbi sotto i 5 anni
  • 10:58 | Omicron potrebbe sostituire Delta secondo l'Oms
  • 10:37 | Lavoro, perché l'inflazione può fermare la great resignation
  • 10:36 | Variante Omicron: in quali paesi è stata segnalata finora
  • 10:15 | Coppa Davis, i numeri del successo della Russia
  • 09:41 | Allegri: 'Tanti sbagli ma alla fine contano i risultati'
  • 09:10 | Che duello Hamilton-Verstappen, tutto rinviato ad Abu Dhabi
  • 09:09 | L’entrata in vigore del Super Green pass
  • 08:55 | La vittoria della Juve sul Genoa (2-0)
  • 08:45 | Il ritorno alla vittoria della Lazio
  • 06:27 | Basket, Serie A: risultati, tabellini e classifica dopo la 10ª giornata
  • 00:16 | Basket, Serie A: Napoli non si ferma, Cremona stesa 91-88
  • 20:39 | Calcio, Sampdoria-Lazio 1-3: doppio Immobile. Roma agganciata
  • 20:29 | Basket, Serie A, Treviso soffre ma piega Reggio Emilia 86-76
Neurogastronomia, che cos'è e come creare piatti emozionali Una tavola gourmet - Credit: Pexels
COSTUME E SOCIETà 5 ottobre 2021

Neurogastronomia, che cos'è e come creare piatti emozionali

di Melissa Viri

La neurogastronomia è la scienza che associa i cibi ai ricordi più belli.

Da qualche anno l'interesse della comunità scientifica si è spostato sul cibo e sul modo in cui il nostro cervello interpreta la presentazione dei piatti.

Questa nuova disciplina prende il nome di Neurogastronomia, nome coniato da Gordon M. Shepherd, neuroscienziato americano. Qual è l'obiettivo? Fornire all’alimentazione sana una nuova base, massimizzando l’esperienza enogastronomica.

 

 

Cos'è la Neurogastronomia? Lo studio

La Neurogastronomia è una recente disciplina che studia il rapporto intrinseco tra cervello e cibo, cercando di individuare le reazioni percettive ed emotive scatenate dalla presentazione di una pietanza, più o meno gourmet. Le ricerche effettuate hanno tenuto conto delle diverse opinioni rilasciate da un campione di individui di età differente, di sesso maschile e femminile.

 

 

La presentazione

A ciascuno è stato proposto uno stesso alimento ma presentato in maniera differente, arricchito con salse, erbe aromatiche, elementi decorativi vari. Ad incidere sulla percezione del gusto, hanno contribuito anche l'atmosfera del locale, la musica di sottofondo e il tipo di illuminazione. In sostanza la Neurogastronomia mette a disposizione tutti gli strumenti e le giuste conoscenze per massimizzare l’esperienza enogastronomica del cliente e fare in modo che sia disposto a pagare per i prodotti.

 

 

Come creare un piatto davvero emozionale?


La Neurogastronomia ha evidenziato come un piatto viene valutato non solo dall'olfatto e dal gusto ma anche da strutture cerebrali specifiche che creano una profonda interazione con le informazioni provenienti dall’esterno. La memoria gioca un ruolo rilevante: il ricordo di sapori già provati, la gratificazione e le emozioni provate durante l'assaggio contribuiscono ad aumentare il valore della pietanza. Pertanto, per poter creare un piatto davvero emozionale bisogna essere in grado di evocare dei ricordi positivi. Ad esempio, l’odore della torta di mele della nonna viene automaticamente associato a momenti felici e spensierati della nostra infanzia, alla sensazione di spumosità e di morbidezza dell'impasto cotto in forno e della dolcezza delle mele appassite. Il cervello risulta così condizionato dall’aspettativa del sapore. In automatico attiva le aree cerebrali in cui è conservata la memoria e le emozioni

 

 

Per concludere

 La nuova frontiera dello studio delle sensazioni legate al cibo diventa quindi un mezzo per proporre delle pietanze che suscitano delle reazioni positive ed è per questo motivo che si fanno ricordare. Attualmente sono tante le strutture appartenenti al settore della ristorazione che si approcciano a questo tipo di cucina.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle