TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 13:00

 /    /    /  perché si dice prendere il due di picche
Perché si dice "prendere il due di picche”?

Due di picche- Credit: iStock

COSTUME E SOCIETÀ17 maggio 2021

Perché si dice "prendere il due di picche”?

di Melissa Viri

"Prendere il 2 di picche" è l'espressione per indicare una situazione in cui una persona riceve un rifiuto

Nonostante, l'espressione è molto usata in campo sentimentale quando uno dei due vuole rompere un rapporto, oggi, si applica a anche a situazioni lavorative e nel quotidiano. Scopriamo insieme perché si usa dire: Prendere o Dare il due di picche.

Perché si dice "prendere il due di picche"?

La lingua italiana è ricca di colorite frasi che, per esprimere un concetto, fanno spesso riferimento agli ambiti più variegati. L'espressione Prendere o Dare il due di picche prende origine dal gioco delle carte, in questo caso quelle francesi, in cui assume un ben preciso significato. Intanto, si può cominciare col dire che il due di picche è la carta che vale meno. Sembra una casualità ma in realtà, chi la possiede è ben conscio di non avere chance nel gioco. Il due di picche, infatti, si presta a simboleggiare una situazione sentimentale in cui uno dei due è perdutamente innamorato, mentre l'altro non prova assolutamente niente. Anzi, in alcuni casi, quest'ultimo risponde oltre che con il rifiuto, anche in maniera infastidita all'invadenza di chi si è dichiarato.

 

Tornando al gioco delle carte, come tutti sapranno, le carte francesi sono caratterizzati da semi rappresentati da fiori, picche, cuori e quadri. Le picche sono di colore nero, a forma di cuore sostenuto da uno stelo. Questo seme vale meno degli altri e, nello specifico, il due di picche è la carta che vale meno di tutte le altre del mazzo composto da cinquantadue carte. In virtù di queste considerazione, bisogna, quindi dedurre che chi ha in mano questa carta non ha proprio nessuna speranza di vittoria.

Se le carte sono napoletane

L'espressione Prendere o dare il due di picche non è solo prerogativa delle carte francesi. Le carte napoletane rappresentano il folklore con espressioni fiorite e caratteristiche che, nonostante, la criticità della situazione rappresentata, spesso suscitano anche un sorriso. I semi delle carte napoletane sono ori, bastoni, spade e coppe. Allo stesso modo, delle picche francesi, le coppe e i bastoni sono carte di poco conto e, nello specifico, il due ancor meno. Per questo l'espressione Valere come un due di bastoni fa riferimento ad una persona che non ha voce in capitolo. Quella, cioè, che non ha alcun potere decisionale e che non è in grado di sovvertire le sorti di un situazione o di un affare.