• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 gennaio 2022 - Aggiornato alle 12:18
News
  • 11:36 | Berrettini, Sonego e Giorgi al terzo turno degli Australian Open
  • 09:53 | Vaccini, l'Italia è terza in Ue per numero di inoculazioni
  • 09:38 | Cosa ha detto l'Ema sulla quarta dose di vaccino
  • 08:46 | Genoa, non più Labbadia in panchina. Torna Maran
  • 08:45 | La Lazio ha battuto l’Udinese ai supplementari
  • 08:41 | La Juve batte la Samp e vola ai quarti di Coppa Italia
  • 08:28 | Stop al Super green pass per lo Stretto di Messina
  • 08:16 | I consigli di Calvarese all’arbitro Serra
  • 07:00 | Quirinale: che cosa dicono le prime pagine dei giornali
  • 06:22 | Eurolega, l’Alba Berlino tramonta a Milano, l’Olimpia vince 84-76
  • 22:37 | Eurocup, Bourg en Bresse espugna Venezia allo scadere 78-81
  • 22:31 | Eurocup: la Joventut Badalona passeggia, Trento annientata 82-65
  • 17:50 | Covid, i dati del 18 gennaio: tasso di positività al 15,4%
  • 17:41 | Perché l'Indonesia cambierà la capitale
  • 17:00 | A Fabriano la mostra sulla pittura del Trecento marchigiano
  • 16:50 | Conferenza annuale Esa, Aschbacher: in autunno i nuovi astronauti
  • 16:21 | Haiti a 12 anni dal terremoto
  • 14:58 | Inter, in due salutano: Sensi alla Samp e Vecino alla Lazio
  • 13:51 | L'addio di D'Aversa: 'Derby e media salvezza non sono bastati'
  • 13:34 | Chi è la nuova presidente del Parlamento europeo
Pericolo burnout? Ecco gli errori da non commettere Ragazza esausta mentre lavora - Credit: iStock
COSTUME E SOCIETÀ 2 novembre 2021

Pericolo burnout? Ecco gli errori da non commettere

di Melissa Viri

Ecco 5 errori da non commettere assolutamente, riuscendo così a combattere il rischio di burnout.

Il cosiddetto burnout è un forte stress che porta a una condizione di vero e proprio esaurimento nervoso.

Alla base di tale problematica vengono generalmente identificati i disagi familiari, sociali e molto spesso quelli lavorativi.

1) Sentirsi sempre sotto esame

Se il tuo ufficio si è trasformato in una sorta di tribunale dell'inquisizione, evidentemente c'è qualcosa di grave che non va. Quando inizia il tuo turno non devi mai sentirti sotto pressione: hai le competenze necessarie per ricoprire la tua mansione e devi soltanto tirare fuori le tue capacità in modo naturale.

Rilassati e gestisci con serenità gli incarichi che ti vengono assegnati e non temere mai di esprimere un carattere deciso per difenderti da ingiuste accuse di scarso rendimento.

2) Non riuscire a pensare ad altro che al lavoro

Prenditi una pausa durante la mattinata e al ritorno a casa ricorda che il lavoro è ormai terminato. Staccare la spina è di fondamentale importanza per evitare di mantenere il pensiero impegnato in un'unica direzione, rischiando di pregiudicare gli affetti più cari. Non essere capaci di pensare al tempo libero è il primo segnale d'allarme.

3) Essere perennemente disorganizzati

Le pressioni professionali eccessive entrano ben presto nella tua sfera personale, rendendoti addirittura incapace di gestire la quotidianità. Se non vuoi lasciarti sopraffare dal burnout devi riuscire a organizzare la vita esattamente come desideri, senza farti dettare i tempi dal tuo lavoro, riprendendo rapidamente in mano il tuo destino e ricostruendo l'autostima.

La disorganizzazione provoca la sensazione di non riuscire a far fronte alle scadenze.

4) Rinunciare il riposo

Una delle conseguenze più note del burnout è l'insonnia. A dir la verità può essere perfino considerata una causa e forse sarebbe più corretto inserirla tra gli effetti paralleli di una situazione che ti sta sfuggendo di mano, della quale non hai più contezza, perdendo di vista perfino quali siano state le ragioni del tuo disagio.

Potresti pensare erroneamente di dover recuperare ore a pensare, a fare, a lavorare perfino a casa. Niente di più sbagliato: riposati e non rinunciare mai alle ore minime di sonno.

5) Isolarsi

Evita di isolarti e di chiuderti a riccio. Se hai una cosa da risolvere sul lavoro, questo non significa affatto che tu debba privarti della vita sociale. Anzi, sarebbe utile e doveroso parlarne con gli altri, a partire dai familiari e dagli amici.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle