Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 ottobre 2020 - Aggiornato alle 20:15
Live
  • 20:15 | TIM Super WiFi: fibra sicura e WiFi certificato
  • 18:53 | MotoGP 2020, le pagelle del GP del Teruel ad Aragon
  • 18:22 | Donnarumma: 'Sto bene, chi lotta contro il virus non molli'
  • 18:19 | Su WhatsApp ora si possono silenziare le chat “per sempre”
  • 18:15 | Ryan Reynolds vota per la prima volta negli USA
  • 17:55 | Grande Fratello Vip, tre nuovi ingressi nella Casa
  • 17:45 | Pesto alla genovese
  • 17:30 | Covid-19, Italia: diminuiscono i contagi (ma anche i test)
  • 16:22 | Bonucci, escluse lesioni ma la Champions è a rischio
  • 16:15 | Stati Uniti, come si elegge il presidente
  • 15:01 | Gasperini: 'L'Atalanta non è in difficoltà'
  • 14:41 | L’Atalanta si prepara a sfidare l’Ajax
  • 13:26 | Raffaello: trama e ordito. Gli arazzi di Palazzo Ducale a Mantova
  • 13:24 | A Total War Saga: Troy in uscita il 5 novembre
  • 13:23 | Can Yaman e Demet Özdemir di nuovo insieme
  • 13:12 | “I sogni di un’estate” è il nuovo singolo di Didio, l’intervista
  • 13:03 | Perché il Cile ha cancellato la Costituzione di Pinochet
  • 12:59 | Fabio Fognini ancora positivo, stagione finita
  • 12:52 | Basket, Serie A: risultati tabellini e classifica dopo la 5ª giornata
  • 12:45 | Tiziano Ferro canta Battiato: ecco la cover di "E ti vengo a cercare"
Riconoscere e prevenire i tarli del legno Ragazza che pulisce un tavolo di legno - Credit: iStock
COSTUME E SOCIETÀ 29 settembre 2020

Riconoscere e prevenire i tarli del legno

di Melissa Viri

I mobili, i pavimenti e le rifiniture in legno regalano calore ed eleganza ad ogni ambiente

Peccato che per tutto ci sia sempre il rovescio della medaglia ed in questo caso può essere davvero difficile da gestire: si tratta dei tarli, animaletti insidiosi sempre in agguato e pronti a distruggere in breve tempo tutto ciò che capita sotto le loro voraci mascelle.

 

Ecco, allora, qualche accorgimento per evitare che possano trovare l’habitat adatto e come è possibile riconoscere subito la loro presenza per correre al più presto ai ripari.

Come accorgersi della presenza dei tarli

Purtroppo la presenza dei tarli si annuncia in modo chiaro ed inequivocabile: se vicino ad un oggetto in legno ci sono mucchietti di polverina fine, vuol dire che le larve hanno già banchettato e c’è stato lo sfarfallamento, intuibile anche dalla presenza di piccoli fori sulle superfici in legno.

 

Spesso, poi, è possibile anche imbattersi in individui adulti che camminano o volano cercando il luogo più adatto per deporre altre uova.

Alcune specie di tarli, inoltre, emettono dei particolari suoni per cui in assenza di rumori forti è possibile ascoltare il tipico ticchettio dovuto all’azione di rosicchiamento delle larve sul legno.

 

Ci sono anche case antiche, magari con travi a vista, dove si osservano dei cedimenti, degli avvallamenti o dei rigonfiamenti e ciò significa che la loro azione è in atto già da tempo e bisogna correre subito ai ripari per evitare danni strutturali.

Come prevenire i tarli

Per prima cosa è bene sapere che i tarli si sviluppano in presenza di particolari condizioni di umidità, temperatura e ventilazione, per cui la prima cosa da fare è arieggiare gli ambienti per far circolare l’aria ed evitare così un accesso di umidità.

 

Poi è necessario pulire i mobili e le superfici in legno periodicamente usando anche i prodotti specifici contro i tarli. Purtroppo la maggior parte di essi sono a base di sostanze chimiche che potrebbero risultare dannose per la salute, soprattutto se ci sono bambini in casa.

 

Come fare allora? Si può ricorrere a rimedi naturali, quelli usati dalla nonna. La lavanda è un antitarlo eccezionale. Si può fare una soluzione di aceto bianco ed olio essenziale di lavanda, lasciarla riposare la notte ed il giorno dopo passare un panno inumidito da questo composto sulla superficie in legno.

 

In alternativa si possono fare sacchetti di lavanda per i cassetti oppure mettere qualche goccia di olio essenziale su batufoli di ovatta da inserire negli armadi o nei luoghi più nascosti.

Leggi tutto su Lifestyle