TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 16:15

 /    /    /  Self-Help: un genere letterario sempre più di moda. Ecco quali leggere per migliorarsi in vari aspetti della vita
Self-Help: un genere letterario sempre più di moda. Ecco quali leggere per migliorarsi in vari aspetti della vita

COSTUME E SOCIETÀ13 giugno 2019

Self-Help: un genere letterario sempre più di moda. Ecco quali leggere per migliorarsi in vari aspetti della vita

Pubblicazioni dedicate all’auto-aiuto e al miglioramento di sé stessi.

Abbiamo così tanti impegni durante la giornata, che siamo ormai sommersi dallo stress.
Sebbene cerchiamo sempre di dare il meglio di noi in ogni aspetto della nostra vita, spesso ci sentiamo come se potessimo ancora migliorare, oppure sono gli altri a pretendere sempre di più da noi e dalle nostre azioni.
Nella vita privata c’è sempre un ampio margine di miglioramento, al lavoro il capo pretende sempre qualcosa di più dalle nostre performance. Alla fine lo stress dell’autovalutazione diventa più grande di quello degli impegni.

Una soluzione c’è per avere maggiore consapevolezza delle proprie capacità e di ciò in cui è possibile valutare, un metodo che non solo è educativo e divertente, ma che risulta molto efficace. Si tratta dei libri di Self-Help, le pubblicazioni dedicate all’auto-aiuto e al miglioramento di sé stessi.

Sono praticamente una moda e nelle librerie vengono loro dedicati scaffali interi, sezioni apposite che ne raccolgono moltissimi.
Alcuni sono solo delle operazioni di marketing e non risultano poi così utili, mentre altri titoli sembrano essere davvero cruciali per migliorare i piccoli difetti che fanno parte del proprio carattere.
È soprattutto la mancanza di fiducia e di motivazione a spingere i lettori ad acquistare questi libri, e tra i principali estimatori del genere non mancano le personalità di spicco, come la tennista Serena Williams.
La Williams è stata pizzicata a leggere proprio uno di questi libri, come anche le attrici Jennifer Aniston e Gwyneth Paltrow.
Sembra pazzesco, ma anche le star soffrono di mancanza di autostima!

Elena Benvenuti, psicologa di professione, ha voluto analizzare il fenomeno in costante crescita dei libri di auto-aiuto.
La donna ha detto che questo tipo di libri sono molto validi soprattutto perché ci fanno sentire capiti e meno soli nel nostro dolore.
Mostrano situazioni che sentiamo come riconoscibili e per questo non ci sentiamo gli unici a provare certe emozioni.
All’analisi l’esperta aggiunge anche qualche consiglio: acquistare libri di self-help dotati sia di parti teoriche che di esercizi pratici.
La competenza degli autori dev’essere un requisito fondamentale, mentre vanno evitati categoricamente tutti quei libri che danno risposte banali a problemi quotidiani.

Qualche consiglio mirato:
Per fare dei titoli specifici, abbiamo selezionato alcuni di questi libri per darvi dei consigli per l’acquisto di manuali di auto-aiuto.

Di Soraya Chemaly, La rabbia ti fa bella consiglia di non reprimere mai la propria rabbia, ma di sfruttarla per cambiare e migliorarsi sempre.
Devo dirti sempre tutto, invece, di Marie-Laure Monneret è il libro perfetto per chi vuole affrontare la vita di coppia con un’equa suddivisione dei ruoli.

 

Il lettore con mancanza di autostima potrà inoltre apprezzare Ama ciò che è imperfetto, di Haemin Sunim, un saggio che insegna ad accettarsi in ogni particolare, ma soprattutto nei difetti.

 

Cosa farebbe Frida Kahlo? di Elizabeth Foley e Beth Coates, racconta le biografie di tante donne famose per far vedere come hanno reagito loro ai piccoli e grandi problemi quotidiani legati all’essere donna.

 

Giuseppe Coppolino, con A mente serena, dona una serie di utili consigli per combattere lo stress di una vita frenetica, mentre Scusa, di Harriet Lerner, insegna che ammettere i propri errori è importante per se stessi e per gli altri.

 

Martin M. Antony e Peter J. Norton spiegano come combattere al meglio l’ansia, mentre Abbie Headon spiega perché a volte è fondamentale dire sì agli eventi della propria vita, in The Power of Yes.