TimGate
header.weather.state

Oggi 05 agosto 2022 - Aggiornato alle 19:18

 /    /    /  Solstizio d'estate: significato e cosa c'è da sapere
Solstizio d'estate: significato e cosa c'è da sapere

Ragazzo che si tuffa in mare- Credit: iStock

COSTUME E SOCIETÀ21 giugno 2022

Solstizio d'estate: significato e cosa c'è da sapere

di Melissa Viri

Quest'anno il solstizio d'estate si svolgerà alle 11:13 di martedì 21 giugno

Avrà così inizio il giorno con il maggior numero di ore di luce dell'anno, che segna anche l'avvio della stagione estiva. È il momento in cui le giornate riprendono ad accorciarsi fino al 21 dicembre, ovvero il solstizio d'inverno. Un fenomeno dovuto al fatto che l'asse terrestre risulta inclinato rispetto al piano dell'orbita intorno al Sole, quindi l'altezza del nostro astro non rimane costante durante l'anno. Andiamo a scoprire che cos'è il solstizio d'estate e quali significati ha assunto nel corso della storia.

Che cos'è il solstizio d'estate

Il solstizio d'estate è l'epoca in cui il Sole, nel compiere il suo moto apparente lungo l'eclittica, raggiunge lo zenit sul tropico del Cancro e i suoi raggi colpiscono perpendicolarmente il pianeta. Questo fenomeno avviene perché l'asse di rotazione della Terra non è perpendicolare all'orbita, di conseguenza dall'inverno all'estate l'altezza raggiunta dal Sole nel cielo cresce fino a un massimo, sembra fermarsi un attimo e poi ricomincia a scendere. Non a caso, la parola solstizio deriva dal latino solstitium, composto da sol-, "Sole", e -sistere, "fermarsi", a indicare lo smettere di alzarsi del Sole rispetto all'equatore.

 

Il solstizio d'estate è il giorno in cui nell'emisfero boreale, cioè quello a nord dell'equatore, ci sono più ore di sole: in media, in Italia in questo giorno il Sole ci illumina per più di 15 ore. A partire dal giorno successivo, il Sole inizia a spostarsi gradualmente verso Sud e ogni giorno alla sera farà più buio di prima. Nell'emisfero australe avviene l'esatto contrario: il solstizio di giugno è il momento in cui il Sole si trova nel punto più meridionale cielo, sancendo l'inizio dell'inverno. Si noti che il solstizio d'estate non cade sempre il 21 giugno: ogni 4 anni, in corrispondenza dell'anno bisestile, cade il 20 giugno.

Il significato del solstizio d'estate nella storia

Il giorno più lungo dell'anno è da sempre legato a riti ancestrali e festeggiamenti che celebrano il passaggio dalle tenebre alla luce. Diverse civiltà antiche, come quelle precolombiane in Sud America, erano solite festeggiare questa giornata che rappresentava l'inizio della stagione favorevole. Ma la celebrazione più famosa del solstizio d'estate avviene a Stonehenge, il misterioso e celebre sito neolitico che si trova nello Wilthshire, nel sud dell'Inghilterra. Qui ogni anno migliaia di turisti e appassionati di astronomia si accalcano per vedere i raggi del sole che attraversano un trilite e cadono sull'altare centrale del sito archeologico.