• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 gennaio 2022 - Aggiornato alle 01:00
News
  • 23:59 | Il Napoli ha scelto il suo prossimo terzino sinistro: Mathias Olivera
  • 20:39 | Dzeko regala il successo all'Inter al 90': 2-1 al Venezia
  • 20:23 | Economia, crisi da Covid: il nuovo decreto sostegni
  • 19:12 | Basket, Serie A: rinviata anche Treviso-Milano causa Covid
  • 19:08 | Il Van Gogh Museum diventa un beauty center
  • 19:01 | È morto Gianni Di Marzio. Scoprì Maradona e CR7
  • 18:55 | Balotelli potrebbe tornare in Nazionale per i playoff
  • 18:07 | Goggia show a Cortina, vince ancora in Coppa del Mondo
  • 18:03 | MotoGP 2022: KTM presenterà online la nuova moto
  • 17:57 | Fiorentina a Cagliari, non convocato Vlahovic
  • 17:50 | Covid, i dati del 22 gennaio: tasso di positività al 16,4%
  • 17:11 | Covid, Fiorentina partita in ritardo per Cagliari
  • 17:04 | Genoa-Udinese 0-0, parte con un pari l'avventura Blessin
  • 16:45 | Nel Venezia nessun positivo: con l'Inter si gioca regolarmente
  • 16:43 | Giampaolo: 'Torno in un ambiente familiare'
  • 16:33 | Mourinho: 'Mercato finisce tra 10 giorni ma non mi aspetto nulla.
  • 13:40 | Australian Open, anche Sinner si qualifica agli ottavi
  • 11:58 | Cosa sappiamo sulla peste suina in Liguria e Piemonte
  • 11:36 | L'Irlanda ha eliminato quasi tutte le restrizioni
  • 11:19 | La curva dei contagi comincia a stabilizzarsi
The Beatles: get back, la nuova serie diretta da Peter Jackson è già cult The Beatles - Credit: Account Instagram@thebeatles
COSTUME E SOCIETÀ 8 novembre 2021

The Beatles: Get back, la nuova serie diretta da Peter Jackson è già cult

di Melissa Viri

Il famosissimo gruppo inglese che ha caratterizzato la musica degli anni ’60 torna sul piccolo schermo.

Saranno dei Beatles mai visti, quelli che si potranno ammirare in una docuserie diretta da Peter Jackson e prodotta da Disney+ che sarà trasmessa sulla piattaforma streaming nei giorni 25, 26, e 27 novembre.

Il titolo della docuserie è "Get back", che rimanda al titolo di una delle loro canzoni.

Get Back racconta le fasi della registrazione dell’album intitolato "Let it be"

Per la realizzazione della docuserie, il regista ha selezionato degli spezzoni da oltre 100 ore di girato inedito, che risalgono al 1969, mentre veniva effettuata la registrazione di uno degli album più famosi del gruppo inglese, "Let It Be".

La piattaforma streaming in questi giorni ha messo in onda il trailer della serie sui suoi canali "social" ed immediatamente l’attesa per l’evento è cresciuta a dismisura sia tra i numerosissimi fan dei "Fab Four" di Liverpool che tra i giovani che non li hanno mai ascoltati negli anni della fama.

A far crescere l’aspettativa anche la notorietà del regista, Peter Jackson, che in precedenza ha curato la regia anche della saga cinematografica intitolata "Il signore degli anelli".

Del resto l’album "Let It Be", che fu registrato dalla band inglese soltanto un anno prima del loro scioglimento, nel 1969, è senza dubbio uno di quelli più discussi e in quel periodo le voci intorno al gruppo di Liverpool raccontavano di dissidi e di una situazione sempre tesa all’interno tra i 4 componenti e Peter Jackson, tramite questa operazione, voleva sfatare questo mito.

Il girato con il quale il regista ha realizzato la docuserie infatti mostra un clima disteso e sereno, come del resto sia Paul McCartney e Ringo Starr hanno dichiarato.

In una intervista proprio il batterista ha detto che l’uscita sugli schermi della docuserie avrebbe definitivamente chiarito le cose.

La docuserie basata solo su filmati inediti

Uno dei punti di forza della docuserie in onda in tre puntate a fine novembre, è dato proprio dai filmati inediti che sono stati selezionati per la sua produzione e che sono stati attentamente restaurati. La sua produzione vede impegnati tra gli altri, oltre a Ringo Starr e Paul McCartney, anche Olivia Harrison e Yoko Ono.

Oltre ai filmati, girati nei 21 giorni che sono stati necessari per la registrazione in studio di 14 canzoni, sono state analizzate e selezionate oltre 150 ore di registrazioni audio dei Beatles, molte delle quali inedite e conservate in un caveau per più di 50 anni.

All’interno della docuserie viene presentato anche, in versione integrale, l’ultima esibizione che i 4 ragazzi di Liverpool fecero in pubblico, dal tetto di Sawile Row.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle