Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 07 dicembre 2021 - Aggiornato alle 16:00
News
  • 15:00 | L'università italiana ha ancora pochi iscritti e pochi laureati
  • 13:05 | Per Brusaferro l'epidemia è in espansione in Italia
  • 12:30 | Patrick Zaki sarà scarcerato ma non è stato assolto
  • 12:18 | Covid: la situazione peggiora in Calabria e Lombardia
  • 12:03 | La prossima pandemia potrebbe essere peggiore di questa
  • 11:28 | ATP CUP: Italia sorteggiata con Russia, Austria e Australia
  • 11:07 | La Roma su Tolisso per il centrocampo
  • 10:55 | La situazione nella parte destra della classifica
  • 10:41 | Sulle terze dosi abbiamo accelerato ma siamo in ritardo
  • 10:21 | Vaccino obbligatorio per i dipendenti privati di New York
  • 10:08 | Il Milan sogna l’impresa contro il Liverpool
  • 10:00 | Il mercato dei libri festeggia un buon anno di vendite
  • 09:53 | Costacurta spinge il Milan verso l’impresa Champions
  • 09:15 | Cresce la tensione tra Verstappen ed Hamilton
  • 07:27 | L’Inter a caccia del primo posto nel girone di Champions
  • 22:53 | Cagliari-Torino 1-1, il Toro scappa, i sardi lo agguantano
  • 21:22 | Serie A, Empoli-Udinese 3-1, toscani a segno in rimonta
  • 20:52 | I tesori di Pompei: la Casa degli Amorini Dorati
  • 18:24 | Gli infortuni di Correa e Leao
  • 17:00 | Covid, i dati del 6 dicembre: tasso di positività al 3,1%
Toy Story 4: ecco perché bisogna vedere questo film da record
COSTUME E SOCIETÀ 14 agosto 2019

Toy Story 4: ecco perché bisogna vedere questo film da record

Una nuova avventura per Woody, Buzz e i divertenti giocattoli targati Pixar

Una delle saghe di animazioni più amate da grandi e piccini è tornata recentemente nelle sale e ha ottenuto già alle sue prime proiezioni un enorme successo.
Stiamo parlando di Toy Story 4, il capolavoro animato della Pixar nato nel 1995 e doppiato, tra gli altri, anche dal compianto Fabrizio Frizzi.

Quest’estate 2019 è tornato con il suo quarto capitolo, mostrano di nuovo gli eroi del passato, tra cui il cowboy Woody, ma con una trama che è maturata ancora, come se fosse cresciuta con esso in tutti questi anni.
Un po’ per il fatto che è avvincente, un po’ perché parla sempre di amicizia e di ideali molto profondi, Toy Story 4 è un film d’animazione da non lasciarsi sfuggire.

Ecco vari motivi per cui andare a vederlo al cinema!

Toy Story 4 sfugge alla triste logica dei sequel, che di solito mostrano un calo di qualità nei capitoli successivi agli esordi di una saga.
Questo gioiellino d’animazione ha invece fatto il pienone nelle sale, incassando in pochissimo tempo oltre 100.000.000 di dollari negli Stati Uniti, un risultato davvero notevole per un cartone animato che ha quasi dieci anni d’età.

Ma dov’eravamo rimasti e qual è la trama del nuovo Toy Story 4?

In Toy Story 3 Andy, il bambino possessore dei giocattoli protagonisti del film e ormai cresciuto, aveva deciso di donare Woody, Buzz e altri suoi vecchi giocattoli, a una bambina.
Le vicende dei protagonisti ripartono da questo, dalla vita assieme alla piccola Bonnie.

Non mancano avventura, divertimento e forti emozioni, ma ciò che più rende importante la visione di questo film, tanto per bambini quanto per adulti, è il fondamentale messaggio di fondo.

Il senso di appartenenza: il nucleo pulsante della storia alla base di Toy Story 4

Toy Story è sempre stata una saga capace di trasmettere messaggi commoventi e importanti, soprattutto legati al rispetto e all’amicizia.
Con questo quarto capitolo sembra toccare vette ancora più alte, decidendo di parlare del senso di appartenenza.
L’esistenza stessa di un giocattolo è strettamente legata agli eventi della vita del suo "padroncino".
Ma questo legame non si basa solo sul possesso, ma su l’affetto che unisce il bambino al suo giocattolo del cuore.

La mancanza di questo rapporto, come si vedrà nel film, può portare a tristi conseguenze.
Anche una forchetta assemblata alla bene e meglio può rappresentare un giocattolo di enorme importanza per un bambino.

Foto © Account Instagram @toystory

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle