Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
    • Ricette
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 giugno 2021 - Aggiornato alle 00:00
Live
  • 20:30 | Eriksen vigile e stabile dopo il malore in campo
  • 19:51 | “Ted” diventerà una serie tv in live action
  • 18:54 | Microsoft, altri indizi sull'arrivo di Windows 11
  • 18:30 | Kim Kardashian e la divina indifferenza
  • 18:10 | Perché sorprende la vittoria della Krejcikova al Roland Garros
  • 17:32 | Euro 2020, Svizzera e Galles pareggiano. Italia prima da sola
  • 17:30 | Covid, i dati del 12 giugno in Italia
  • 17:03 | Sarà Rui Patricio a difendere i pali della Roma
  • 16:45 | SBK 2021, Rinaldi ha vinto Gara 1 a Misano su Razgatlioglu e Rea
  • 16:14 | Twitter, a breve l'integrazione delle newsletter di Revue
  • 14:30 | La piccola Lilibet è la bimba della pace
  • 12:30 | Vellutata di ceci, l'avete mai provata fredda?
  • 12:30 | Matrimonio estivi: i piatti al TOP e quelli FLOP
  • 12:25 | Fiorella Mannoia tra folk e denuncia: "La gente parla"
  • 12:00 | La grande mostra a Londra per celebrare Bob Dylan
  • 11:55 | Esiste un basso costruito con migliaia di mattoncini Lego (e funziona)
  • 11:37 | Da Verona a Taormina, ecco il "Coraggio Live Tour" di Carl Brave
  • 11:31 | Sanitari sospesi: come montarli e fissarli
  • 11:11 | Il primo giorno di Draghi al G7
  • 11:00 | Alimentazione sostenibile: che cos’è e come applicarla
Zerocalcare: chi è e perché è così popolare Zerocalcare nel 2018 - Credit: Agenzia Fotogramma
COSTUME E SOCIETÀ 5 maggio 2021

Zerocalcare: chi è e perché è così popolare

di Melissa Viri

I fumetti di Zerocalcare raccontano la nostra realtà, le nostre debolezze dei nostri tempi e molto altro

Ma come nasce il mito tutto italiano su carta stampata? Scopriamo chi è Michele Zerocalcare e come ha avuto successo.

Zerocalcare: alcune informazioni sulla sua vita

Michele Rech, in arte Zerocalcare, nasce a Cortona nel 1983.

Trascorre maggior parte della sua infanzia in Francia, nel paese d’origine di sua madre, ma poi si trasferisce a Roma, nel quartiere di Rebibbia che ama raccontare nei suoi fumetti. Nella capitale frequenta il Liceo Chateaubriad e scopre di avere una certa propensione al disegno ma, soprattutto, per i fumetti. Una volta terminata la scuola la sua carriera inizia a decollare. Infatti i suoi lavori vengono altamente apprezzati e inizia a collaborare a manifestazioni, dischi, testate giornalistiche e anche in diversi concerti.

 

Nel 2011 Michele decide di aprire un blog che lo rende famoso anche al popolo di Internet che, grazie alle condivisioni social, lo consacrano nel mondo della fumettistica. Ad oggi è uno degli artisti del genere più apprezzati nel panorama italiano e non solo. Nel 2017 vince il premio Gran Guinigi, assegnato al Lucca Comics & Games.

Zerocalcare: come nasce il mito

Il nome Zerocalcare nasce quasi per caso, per merito di uno spot dedicato proprio a prodotti anticalcare. Da quel giorno gli è rimasto attaccato addosso ed è uno dei suoi segni di riconoscimento. Ma perché è così amato dal grande pubblico?

 

La sua ascesa verso il successo è stata lunga, infatti, ci ha messo otto anni per farsi un vero e proprio nome nell'ambiente. A consacrarlo nel mondo del fumettismo, però, è stato Marco D’Ambrosio, in arte Makkox. Grazie a lui, che ha prodotto il suo primo libro chiamato La profezia dell’armadillo, è stato riconosciuto e apprezzato da tanti. Da quel momento niente è stato mai più lo stesso. Il pubblico ha molto amato i suoi riferimenti alla vita reale e personale, quindi, le sue storie riprendono in molti tratti anche le sue esperienze di vita. Un esempio? Ricordati il mio nome, Un polpo alla gola, Macerie prime e altre raccolte di fumetti pubblicati precedentemente sul blog.

 

Oltre a ciò ama collaborare con giornali, riviste e alcune trasmissioni tv come Propaganda Live in onda su La7 ogni venerdì. Proprio nel programma di Diego Bianchi, durante il lockdown del 2020, Zerocalcare ha raccontato la sua quarantena con dei cartoon settimanali Rebibbia Quarantine. Una panoramica divertente sulle sue giornate e su quella dei milioni di italiani bloccati in casa dalla pandemia.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle