TimGate
header.weather.state

Oggi 08 agosto 2022 - Aggiornato alle 23:07

 /    /    /  10 parchi nazionali che sono poco conosciuti
10 parchi nazionali che sono poco conosciuti

Un parco nazionale in Canada- Credit: Pexels

TURISMO SOSTENIBILE26 giugno 2022

10 parchi nazionali che sono poco conosciuti

di Maura Corrado

 Italia, Europa e Stati Uniti offrono destinazioni green da non perdere.

Trascorrere una o più giornate in un parco nazionale, in Italia o all’estero, è un’ottima soluzione non solo per immergersi totalmente nella natura e scoprire nuove specie di piante e di animali, ma anche per ricaricare le batterie dopo un periodo stressante. Per chi è alla ricerca di nuovi itinerari, ecco alcuni siti protetti meno conosciuti ma altrettanto suggestivi. 

 

 

Parco Nazionale Foreste Casentinesi

Iniziamo dai parchi nazionali italiani. Il Parco Nazionale Foreste Casentinesi rappresenta un’area protetta da scoprire attraverso intricate - ma accoglienti - zone fitte di boschi. Dei circa 37mila ettari di superficie, circa l’80% è infatti costituito da foreste. Si trova a circa cinquanta km di distanza da Firenze.

 

La superficie del parco è divisa quasi matematicamente a metà tra l’Emilia Romagna e la Toscana. Dopo la gita al parco si possono visitare le città più vicine: non solo Firenze, ma anche Arezzo (48 km) e Forlì (46 km). Ideale per escursioni a piedi o in bici, trekking e birdwatching. 

 

 

Parco Nazionale dell'Appennino Lucano

Nonostante le vaste dimensioni (la superficie protetta è pari al 13% del territorio regionale), l’eterogeneità dei paesaggi e la ricchezza dell’offerta naturalistica e turistica, il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, in Basilicata, è stato ufficialmente riconosciuto come area protetta solo nel 2008: è, in ordine cronologico, uno degli ultimi parchi a essere stato istituito in Italia.

 

Non solo vette montuose: il parco è caratterizzato anche da colline, corsi d’acqua, vallate, borghi e cittadelle. Oltre al lupo, tra i mammiferi è possibile avvistare la puzzola, il cinghiale, la lepre europea, la martora, lo scoiattolo meridionale e la volpe. 

 

 

Parco Nazionale della Val Grande

Il Parco Nazionale della Val Grande è stato creato per proteggere una preziosa area di natura selvatica, chiusa tra le montagne dell’Ossola, il bacino del Lago Maggiore e la Valle Cannobina. Si trova in Piemonte, nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola, ed è caratterizzato da flora e fauna ricche ma difficili da riconoscere senza una guida esperta. L’itinerario “All’ombra degli abeti” è semplice e senza pericoli, dura un’ora e mezza ed è alla portata di tutti. 

 

 

Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia si estende dalla costa adriatica ai rilievi lucani e custodisce l’ultimo esempio di steppa mediterranea presente in Italia. Costituito prevalentemente da rocce calcaree, tufi e depositi di argille, tutto l’altopiano è ricco di lampascioni, funghi, cardoncelli e asparagi selvatici.

 

Spiccano poi le costruzioni in pietra a secco che, durante la transumanza, servivano da rifugio per gli animali. Possenti e maestose sono anche le masserie, alcune fortificate come veri e propri castelli: rappresentavano i centri vitali dell’economia agricola locale dal XV secolo.

 

Fiore all’occhiello del Parco è Castel del Monte, il misterioso maniero voluto da Federico II di Svevia come residenza di caccia. Si raggiunge percorrendo l’autostrada A14 Bologna–Bari. 

 

 

Parco Nazionale Thy, Danimarca

Passiamo ai parchi nazionali europei. Il Parco Nazionale Thy si trova nella penisola dello Jutland. È uno dei tre parchi nati più di recente in Danimarca. Nei suoi 24.400 ettari vivono i rari cervi rossi, gru e caprioli. Anche la vegetazione è rigogliosa, tra piante di mirtilli, erica, abeti rossi e salici.

 

La conformazione mista di dune sabbiose e piantagioni è il risultato della forza della natura unita alla mano dell’uomo. Il parco è raggiungibile in auto, treno aereo e autobus. 

 

 

Parco Nazionale di Mljet, Croazia

Istituito nel 1960, è la più antica area marina protetta del Mediterraneo: questa zona, infatti, è caratterizzata da grotte e laghi antichissimi. Si estende per 5.400 ettari, distribuiti tra terra e mare, che coprono all’incirca un terzo dell’area occidentale dell’isola di Mljet, al largo di Dubrovnik.

 

Qui è possibile ammirare manguste (portate sull’isola per ripulirla dai serpenti), daini, mufloni e cinghiali. Il parco è rinomato anche per la costa frastagliata e gli antichi villaggi di pescatori.

 

 

Parco Nazionale Marino di Alonissos, Grecia

Con 226.000 ettari di superficie, distribuiti tra terra e mare, il Parco Nazionale Marino di Alonissos, nelle Sporadi Settentrionali, costituisce la più grande area marina protetta d’Europa. Il Parco include, oltre all’isola di Alonissos, anche sei piccole isole e 22 isolotti inabitati.

 

Qui vivono balene, delfini, cormorani e falchi. Non solo: nel Parco è attivo l’unico Centro di assistenza della foca monaca mediterranea di tutto il Mediterraneo, specializzato proprio nell’accoglienza delle foche neonate e dei cuccioli orfani.

 

 

Hot Springs National Park, Arkansas

Spostiamoci negli Stati Uniti d’America. L’Hot Springs National Park, apprezzato per le sue 47 sorgenti termali, ha un ricco passato culturale. È la più antica riserva nazionale d’America. Istituito nel 1832, è poi diventato Parco Nazionale nel 1921. Al suo interno sono presenti più di 30 miglia di sentieri escursionistici nei Monti Ouachita, strade panoramiche e campeggi al Gulpha Gorge Recreation Area & Campground. L’Hot Springs National Park è una destinazione perfetta per alcuni trattamenti curativi. 

 

 

Indiana Dunes National Park, Indiana

Designato 61° Parco Nazionale degli USA nel febbraio 2019, l’Indiana Dunes National Park è uno dei parchi nazionali più recenti degli Stati Uniti. Si estende per 24 chilometri lungo la sponda meridionale del Lago Michigan e ha molto da offrire, ai suoi visitatori, in fatto di esperienze all’aria aperta.

 

Lungo il percorso si alternano dune, paludi, fiumi, spiagge e praterie. Il parco è apprezzato anche per la sua straordinaria biodiversità, con oltre 1.100 specie di piante da fiore. È una destinazione ideale per chi ama il birdwatching. 

 

 

Mt. Rainier National Park, Washington

Il Monte Rainier, un vulcano ancora attivo, con i suoi 4.392 metri d’altezza è un simbolo naturale dello Stato di Washington. In quest’area a sud-est di Seattle sorge l’omonima e suggestiva riserva naturale. Gli appassionati di alpinismo potranno mettere alla prova le loro abilità di arrampicata. In alternativa, gli escursionisti potranno percorrere i quasi 400 chilometri di sentieri naturali.

 

Non è esclusa la possibilità di avvistare un orso nero o un leone di montagna. Per soggiorni più lunghi sono previste diverse soluzioni, come camere d’hotel, camper e campeggio.