TimGate
header.weather.state

Oggi 07 ottobre 2022 - Aggiornato alle 17:00

 /    /    /  5 buoni motivi per ridurre il consumo di carne
5 buoni motivi per ridurre il consumo di carne

Una donna con in mano degli spinaci- Credit: iStock

ALIMENTAZIONE SOSTENIBILE13 agosto 2022

5 buoni motivi per ridurre il consumo di carne

di Melissa Viri

I vantaggi fisici, sociali e ambientali sarebbero numerosi.

Se tutte le persone del mondo mangiassero meno carne, ci sarebbero a livello sia globale, sia sociale, moltissimi vantaggi. Ecco qui 5 buoni motivi per ridurre il consumo di carne.

 

 

Migliora la salute degli uomini

È stato provato scientificamente che mangiare troppa carne, sia rossa, sia bianca, porterebbe l'organismo dell'essere umano a sviluppare delle patologie come l'obesità, l'ipertensione, intolleranze di diverso tipo ed infine anche il cancro. I motivi possono essere molteplici, ma probabilmente una delle cause principali del perché la carne sia definita un alimento cancerogeno è l'utilizzo degli antibiotici negli allevamenti intensivi. E' stato anche provato che in parte, negli allevamenti di bestiame di tipo intensivo, ci sia un maggiore rischio biologico rispetto ad altri luoghi, perciò se gli stessi animali dovessero contaminarsi, infetterebbero anche la qualità della loro carne.

 

 

Favorisce la biodiversità animale

Mangiare meno carne favorisce la biodiversità degli animali, la quale verrebbe maggiormente tutelata. In questo modo, si rispetterebbe il ciclo naturale degli stessi animali, riducendo gli allevamenti di tipo intensivo, con l'obiettivo finale di restituire alle stesse creature i loro tradizionali tempi e ritmi di vita.


 

Migliore ridistribuzione del cibo

Con una ridistribuzione migliore del cibo è possibile ridurre il problema della fame nel mondo. Per quanto riguarda il mercato della carne, immerso in un sistema ormai globalizzato, esso non permette che ci sia una distribuzione equilibrata del cibo e dei prodotti. Con la creazione di molti allevamenti in Occidente e con una conseguente maggiore importazione sia degli animali, sia della stessa carne nei Paesi più sviluppati, è presente in modo costante un disequilibrio delle risorse alimentari e delle ricchezze negli altri Paesi. Con questa instabilità della distribuzione del cibo, si creano in continuazione contesti di povertà estrema in determinate aree del mondo.

 

 

Si rispettano gli equilibri biologici della Terra

Grazie ad un consumo minore della carne, è possibile rispettare con più facilità il pianeta Terra. Se si dovessero uccidere la maggior parte delle specie animali viventi, con anche una deforestazione continua per la creazione di aziende, industrie ed allevamenti per produrre carne, la Terra sarebbe costantemente colpita da atti artificiali, che andrebbero a compromettere il suo equilibrio biologico.


 

Maggiore rispetto per il clima

Uno dei principali problemi del pianeta Terra è la velocizzazione estrema dei cambiamenti climatici, creata da un surplus di attività artificiale delle industrie e di molteplici settori, che aiuta ad incrementare un repentino surriscaldamento globale. Per questo, le aziende produttrici di carne e soprattutto il settore agricolo, aiutano ad aumentare in breve tempo la temperature.