TimGate
header.weather.state

Oggi 03 ottobre 2022 - Aggiornato alle 09:37

 /    /    /  5 consigli su come risparmiare benzina in scooter
5 consigli su come risparmiare benzina in scooter

Uno scooter rosso- Credit: Pexels

GREEN13 novembre 2021

5 consigli su come risparmiare benzina in scooter

di Melissa Viri

Alcuni consigli ai quali spesso non si pensa.

Cosa bisogna fare per risparmiare benzina in scooter? Un obiettivo del genere può essere raggiunto con pochi e semplici consigli da seguire. Ecco cosa bisogna sapere a riguardo, con la prospettiva di guidare tra le strade cittadine ed extraurbane riducendo al minimo il rischio di restare a secco da un momento all'altro.

 

1. La capacità di mantenere una velocità costante

La prima cosa da fare per limitare il consumo di carburante riguarda la capacità di tenere un ritmo costante. Brusche frenate e accelerazioni possono provocare problemi non di poco conto. Quando si riparte al semaforo, bisogna farlo in maniera fluida e dolce. In questo modo, anche gli organi di trasmissione vengono salvaguardati al meglio. Una velocità costante può far risparmiare anche il 5% sulla benzina.


2. Una corretta manutenzione

La manutenzione periodica è fondamentale per il corretto funzionamento del proprio scooter, anche per ciò che riguarda il suo consumo di benzina. A tal proposito, è necessario effettuare i tagliandi descritti nel libretto di circolazione, dalle gomme al filtro dell'aria, dalle candele all'olio. Niente va lasciato al caso per un'efficienza sempre al massimo.


3. L'utilizzo di un parabrezza regolabile

Ebbene sì, anche la scelta del miglior parabrezza contribuisce a un utilizzo prolungato dello scooter. Un modello del genere può provocare un forte attrito con l'aria circostante, con un conseguente incremento del consumo di benzina. In tal caso, un prodotto regolabile a seconda delle circostanze aiuta l'utente a fare in modo che non si resti a secco con un certo anticipo rispetto a quanto preventivato.


4. L'avvio dello scooter a freddo

Al giorno d'oggi, uno scooter può essere avviato anche a freddo, senza dover scaldare il motore. Questi secondi di accensione provocano un incremento del consumo di benzina. Una situazione del genere può essere evitata grazie all'ausilio di propulsori ben più agili e scattanti rispetto al passato. Inoltre, non bisogna sgasare al momento della partenza per limitare l'impatto ambientale.


5. La scelta del carburante adatto alla propria moto

Infine, non ci si può dimenticare della scelta del carburante. Un parametro simile contribuisce in misura fondamentale al risparmio di benzina in scooter. Magari, la scelta di affidarsi a un propulsore elettrico o ibrido può dare una mano. Inoltre, tocca puntare sulla ricerca della leggerezza, con diverse soluzioni in grado di ridurre la massa complessiva del proprio mezzo motoristico a due ruote.