TimGate
header.weather.state

Oggi 16 agosto 2022 - Aggiornato alle 07:45

 /    /    /  Alberi millenari in Italia, quali sono e dove sono
Alberi millenari in Italia, quali sono e dove sono

Una foresta di sequoie- Credit: iStock

FLORA21 dicembre 2021

Alberi millenari in Italia, quali sono e dove sono

di Melissa Viri

Platani e castagni: ecco i nostri alberi più antichi.

Dal più antico platano sul territorio nazionale alle querce millenarie, dai castagni secolari agli antichissimi olivi sardi: in Italia gli alberi monumentali sono oltre 2mila. Fra questi ce ne solo 150 considerati di eccezionale valore storico e sono distribuiti equamente da Nord a Sud del nostro Paese. Alcuni di questi eccezionali esemplari hanno legato la loro lunga storia a episodi della vita di uomini noti o a fatti che hanno cambiato la storia d’Italia. Vediamo assieme quali sono alcuni di questi alberi millenari e dove si trovano.

 

 

Le querce gemelle del Parco di Monza

Sebbene Monza sia la città indissolubilmente legata all’automobilismo, è anche nota per ospitare un parco di 40 ettari noto per le sue piante ultra secolari fra le quali si distinguono due querce. Sono le due regine indiscusse del parco: una quercia scarlatta e una farnia che hanno entrambe un diametro di 600 centimetri per un’altezza che oltrepassa i 26 metri. Furono portate fin qua dall’America da Eugenio di Beauharnais, Vicerè d’Italia che si occupò per volere di Napoleone del parco.

 

 

Il platano dei 100 bersaglieri a San Martino Platano

Lo straordinario platano dei 100 bersaglieri si trova nel comune di Caprino Veronese in provincia di Verona ed è a tutti gli effetti un monumento nazionale di importante valore storico. Ha una circonferenza approssimativa di 15 metri e fu piantato nel lontano 1400. Il suo nome deriva dal fatto che nel 1937, durante un operazione militare, si nascosero fra le sue ampie fronde cento soldati dell’Esercito Italiano.

 

 

Gli imbronciati di Campiglione Fenile

Vicino a Cavour, in provincia di Torino, c’è un territorio ricco di alberi monumentali fra i quali si distinguono per importanza i due platani ibridi Acerifolia noti con il nome degli Imbronciati. Podo distante si possono ammirare i pini neri plurisecolari e il lidodendro più grande e antico di tutta la regione Piemonte.

 

 

La quercia di Pinocchio nel Parco Villa Carrara di San Martino in Colle

Lungo la strada che da Capannori in provincia di Lucca conduce a Collodi, c’è una delle querce più grandi e antiche di tutta Europa. Si tratta di una roverella che ha alle spalle oltre sei secoli di storia. I suoi rami ricadono come un salice verso il basso e formano un ombrello che ha una circonferenza di 40 metri.

 

 

La leggenda di questa splendida pianta

Si racconta che attorno a questa pianta plurisecolare in antichità venissero eseguiti riti magici e si racconta che i suoi rami sono rivolti all’ingiù a causa delle streghe che ci danzavano sopra. Tutte leggende ma che contribuiscono ad accrescere il fascino di questa quercia antica, chiamata di Pinocchio perché si pensa possa essere questa la pianta citata da Collodi nel suo celebre capolavoro letterario.