Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 04 marzo 2021 - Aggiornato alle 18:11
Live
  • 18:09 | Il principe Filippo è stato operato al cuore
  • 18:06 | MotoGP: Aprilia Gresini Racing, presentata la nuova moto per il 2021
  • 16:00 | Sanremo 2021: la scaletta, gli ospiti e le cover della terza serata
  • 15:51 | Google e la nuova gestione dei profili del browser Chrome
  • 15:47 | Le scarpe preferite di Meghan Markle
  • 15:34 | Daniil Medvedev, sconfitta inattesa (e racchetta distrutta)
  • 15:33 | Sanremo 2021: i look della seconda serata
  • 15:19 | Sanremo 2021: i look beauty della seconda serata
  • 15:03 | La Juve cerca un regista: Locatelli o Jorginho?
  • 15:02 | Achille Lauro svela il significato dei suoi 5 "quadri" musicali
  • 15:02 | Rinviata la prima edizione di Arte in Nuvola a Roma
  • 14:30 | Differenza tra gasolio e benzina
  • 14:25 | La Germania rimarrà in lockdown fino al 28 marzo
  • 14:21 | Terrarium chiuso, come farlo e come curarlo
  • 14:05 | Emilio Estévez: chi è, vita privata e carriera
  • 13:54 | Chi è Lauren Graham: vita privata, curiosità e carriera
  • 13:15 | Le frasi più belle da dedicare alle sorelle
  • 13:05 | Tre strategie per diventare più creativi
  • 12:58 | Due film di Gipi da vedere
  • 12:42 | Le donne regine del Festival fanno impazzire la rete
Arcobaleno, come si forma e perché Arcobaleno - Credit: iStock
GREEN 9 giugno 2020

Arcobaleno, come si forma e perché

di Melissa Viri

L'arcobaleno è un fenomeno che si può vedere al termine di un temporale o in prossimità di una cascata

Scopriamo nel dettaglio perché si forma l'arcobaleno e soprattutto quando.

L’arcobaleno: un fenomeno che ha affascinato sin dall’antichità

Fin dall'antichità l'arcobaleno ha rappresentato un fenomeno oggetto di tantissimi studi e soprattutto di spiegazioni legate alle divinità che nelle varie epoche venivano venerate.

 

In realtà si tratta di un fenomeno ottico e meteorologico che si può osservare in maniera chiara al termine di un temporale oppure in prossimità di una cascata o magari di un corso fluviale.

Il motivo per il quale si osserva al termine di un temporale oppure in prossimità di cascate e fiumi

L'arcobaleno si può osservare quando la luce del sole attraversa le gocce d'acqua che, al termine del temporale, sono ancora rimaste in sospensione nell'aria.

 

Un fenomeno straordinario che può essere apprezzato anche a decine di chilometri di distanza. L'arcobaleno solitamente ha una forma semicircolare e presenta sette colori: rosso, giallo, arancione, verde, indaco, azzurro e violetto.

 

Tra l'altro se ci si pone su un aeroplano e lo si osserva dall'alto, l'arcobaleno appare addirittura in forma circolare che tuttavia è difficile da fotografare in quanto richiederebbe un dispositivo con obiettivo grandangolare molto potente.

L’arcobaleno è frutto di tre effetti ottici distinti

Entrando maggiormente nel merito del fenomeno scientifico, si può senza dubbio evidenziare che l'arcobaleno viene determinato da tre effetti ottici distinti: rifrazione, dispersione e riflessione.

 

In pratica i raggi solari quando entrano all'interno di una goccia che si trova in sospensione nell'aria al termine di un temporale, vengono rifratti ossia vengono deviati verso differenti direzioni determinate dai cosiddetti angoli di rifrazione che dipendono da diversi fattori.

 

Dunque, le loro traiettorie cambiano anche in ragione della specifica tipologia di colore che compone la luce del sole.

Da un unico raggio solare di luce bianca si ottiene un fascio colorato

La luce solare inizialmente arriva nelle goccioline di acqua come unico raggio di luce bianca che viene però dopo trasformato in un fascio di raggi colorati.

 

Questo è il cosiddetto fenomeno della dispersione che in effetti consente di ricreare le 7 caratteristiche colorazioni dell'arcobaleno. Inoltre, quando questo fascio colorato arriva nella parete opposta della goccia di acqua, esso viene riflesso e quindi viene rimandato indietro ed in particolar modo verso l’osservatore.

 

Per questa ragione si può vedere l'arcobaleno anche a distanze piuttosto rilevanti. Insomma, l'arcobaleno è un fenomeno particolarmente affascinante dal punto di vista estetico e frutto di un meccanismo scientifico.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle