TimGate
header.weather.state

Oggi 30 luglio 2022 - Aggiornato alle 23:00

 /    /    /  Argilla bianca: le proprietà e come usarla
Argilla bianca: le proprietà e come usarla

Un contenitore in ceramica con argilla bianca- Credit: iStock

RIMEDI NATURALI28 giugno 2022

Argilla bianca: le proprietà e come usarla

di Maura Corrado

Composto naturale dalle numerose proprietà benefiche per la salute, la bellezza e per la casa.

L’argilla è un composto naturale utilizzato fin dall’antichità. Quella più conosciuta, almeno in campo cosmetico, è probabilmente l’argilla verde, mentre quella rossa è associata alla realizzazione di numerosi oggetti (vasi, mattonelle, ecc.). In realtà esistono diversi tipi di argilla (rosa, grigia, gialla, blu, ecc.), tra cui l’argilla bianca, sostanza preziosa sia per il benessere personale che per una casa ecologica, da non far mancare in dispensa. 

 

 

Breve storia dell’argilla

Tecnicamente argilla è il termine che definisce un sedimento non litificato estremamente fine. I minerali che compongono l'argilla (ferro, magnesio, silicio, calcio, ecc.) appartengono alla sottoclasse dei fillosilicati e definiti collettivamente minerali argillosi. La formazione delle argille come sedimenti sciolti avviene per scioglimento di rocce contenenti minerali argillosi. Le proprietà dell’argilla furono scoperte, molto probabilmente per caso, dai nostri antenati cavernicoli, i quali notarono che gli animali si rotolavano spesso nel fango per curare le ferite.

 

Da questa osservazione empirica, l’uomo iniziò a sperimentare l’argilla su di sé con ottimi risultati, sia come rimedio esterno per applicazioni locali, sia ingerendola con importanti effetti curativi. Ne fanno uso ancora oggi molti popoli, in zone calde come Sud-America, India, Cina ed Egitto. Gli antichi Egizi, ad esempio, adoperavano l’argilla, oltre che per curare varie malattie, anche per la mummificazione dei defunti. In India e in Cina l’argilla veniva ingerita come energizzante in caso di debolezza, in particolare da donne incinte, bambini e anziani.

 

 

Composizione dell’argilla bianca

L’argilla bianca è composta prevalentemente da silicio (48%) e alluminio (36%), minerali che le danno il tipico colore bianco-argenteo. Il suo nome chimico, silicato idrato di alluminio, indica proprio questo tipo di formulazione. L’argilla bianca contiene anche altri minerali in tracce, tra cui magnesio, ferro e calcio. L’argilla bianca viene chiamata anche caolino, dalla regione della Cina in cui fu scoperto il primo giacimento.

 

Tra i vari tipi di argilla, la bianca è quella con la grana più fine. Se ti stai chiedendo quale acquistare, la risposta è che dipende dall’utilizzo. Ad esempio c’è l’argilla bianca in polvere macinata a grana grossa, per uso esterno, e quella ventilata, con una grana più fine, lavorata con un potente getto di aria compressa in grado di separare i granuli da polvere, dentro un cilindro: viene trattata in questo modo proprio per essere ingerita.

 

Esistono inoltre compresse e capsule, anche in questo caso da ingerire, o barrette e bastoncini da succhiare. È possibile acquistare i prodotti appena elencati in farmacia, in erboristeria o nei negozi specializzati, anche online.

 

 

Come utilizzare l’argilla bianca

Per uso interno l’argilla bianca è innanzitutto indicata per contrastare gli effetti di virus e batteri intestinali. Sciogliendo un cucchiaino di argilla in un bicchiere d’acqua, aiuta a contrastare i gonfiori, l’acidità di stomaco (grazie all’azione alcalinizzante dei minerali in essa presenti), ad espellere le tossine e a migliorare la regolarità intestinale. È importante però sapere che l’argilla va sempre maneggiata con cucchiai e attrezzi che non siano in metallo, per evitare che il composto perda le sue proprietà.

 

Ricorda, dunque, di mescolarla sempre con un cucchiaio di legno e utilizzare ciotole di legno, vetro, ceramica. Sull’utilizzo della plastica ci sono pareri contrastanti. Infine, utilizza acqua senza cloro e non usare bicchieri composti da materiali sottili come il cristallo. Anche se l’uso più comune e conosciuto dell’argilla – sia bianca che verde - è quello legato alle maschere per il viso, essa in realtà viene utilizzata anche come ingrediente per tanti altri prodotti per l’igiene e la bellezza come shampoo, docciaschiuma, dentifrici e creme.

 

 

I benefici

La sua azione, più delicata e leggera rispetto a quella delle altre varietà di argilla, è adatta anche per le pelli più secche e sensibili. La sua azione esfoliante consente di rimuovere le cellule morte dalla superficie cutanea e di favorire quindi la morbidezza e la rigenerazione della pelle. L’argilla bianca vanta inoltre proprietà schiarenti: per questo può essere utilizzata sia sulla pelle che sui denti.

 

Un dentifricio fai-da-te con argilla bianca non solo ha un potere sbiancante, ma è anche in grado di combattere l’alitosi e di assicurare un sorriso smagliante. In generale l’argilla bianca svolge un’importante funzione sebo-regolatrice: è utile per detergere la pelle grassa, per eliminare gli inestetismi come acne e punti neri, oltre che per combattere la forfora.

 

Altrettanto conosciute sono le sue proprietà cicatrizzanti: per questo è un valido rimedio per contrastare le screpolature e le smagliature. L’argilla bianca è ideale anche per la cura dei capelli secchi, spenti e che tendono a spezzarsi: dona infatti volume, forza e resistenza.

 

 

L’argilla bianca come rimedio casalingo

L’argilla bianca può essere usata sugli abiti per assorbire le macchie di unto. Se ne prepara una piccola quantità, unendola a poche gocce di olio essenziale di alloro. Si mescola bene, si lascia asciugare e poi si travasa in un contenitore. Al momento del bisogno è possibile spolverarne una quantità necessaria per coprire l’alone: lascia agire qualche minuto e poi spazzola via la polvere in eccesso.

 

Inoltre, può essere utile per allontanare le formiche senza ucciderle, spingendole a 'cambiare strada'. È sufficiente ostruire il loro passaggio in casa con argilla bianca, aromatizzata con olio essenziale di lavanda. 

 

 

Maschera fai-da-te con argilla bianca

Bastano pochi ingredienti naturali per avere una maschera viso, a base di argilla bianca, dalle proprietà riequilibranti e con un’azione emolliente, antiossidante e antirughe.

Ingredienti:

  • 3 cucchiai di argilla bianca;
  • 2 cucchiai di yogurt bianco;
  • 1 cucchiaino di miele;
  • 3 gocce di olio essenziale di geranio;
  • acqua naturale q.b.;
  • 1 ciotola non di metallo;
  • 1 cucchiaio di plastica o (meglio) di legno.

 

Procedimento

Travasa l’argilla nella ciotola, utilizzando il cucchiaio di legno. Aggiungi lo yogurt e mescola bene, per poi incorporare il miele. Se il composto non risulta abbastanza fluido, aggiungi un po’ d’acqua minerale naturale. Versa l’olio essenziale di geranio e mescola bene. Applica la maschera così ottenuta sulla pelle (pulita) del viso, lasciando agire per dieci minuti. Infine, risciacqua accuratamente.