TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 08:45

 /    /    /  Auto ibride come funzionano
Auto ibride: come funzionano, consumi e agevolazioni

Rifornimento auto ibrida- Credit: iStock

GREEN05 novembre 2020

Auto ibride: come funzionano, consumi e agevolazioni

di Melissa Viri

Ormai da alcuni anni il mercato delle auto ha visto l’ingresso delle auto ibride: scopriamo di più!

Le case automobilistiche che si sono indirizzate verso questo tipo di auto, sia per ridurre l’impatto ambientale che per costruire auto "ecosostenibili". Vediamo dunque come funzionano le auto ibride, quanto consumano e quali sono le agevolazioni che si possono ottenere.

Guida alle auto ibride, alle agevolazioni e ai consumi

Le auto ibride secondo le aziende costruttrici sono la risposta giusta per un’auto che rappresenti insieme ecologia e risparmio, aggiungendo alla comodità del motore termico i vantaggi dell’alimentazione elettrica. Questa tipologia di auto è conveniente anche per chi la acquista e chi la guida.

 

Attualmente sul mercato sono presenti numerose auto ibride, che si differenziano tra loro per le varie tipologie. Si va dall’ibrida leggera all’ibrida completa passando per l’ibrida plugin. Per quanto riguarda la prima categoria il sistema propulsivo è composto da un motore termico ed una unità elettrica, ma questa parte non è utilizzabile separatamente.

 

In pratica con questa tipologia si ottiene un "aiuto" al motore termico in quei momenti nei quali è richiesta la massima potenza, sia nella fase di accelerazione che in quella di ripresa. In questo modo si ottengono delle performance migliori senza per questo consumare una maggiore quantità di carburante.

 

Le auto della seconda categoria, sono una sintesi perfetta tra il propulsore endotermico e il motore elettrico. In questo caso il motore elettrico è in grado di alimentare la vettura in maniera autonoma per tragitti brevi che possono arrivare al massimo a 100 chilometri. Con questo modello è possibile circolare nei centri urbani senza nessun costo di carburante. Il neo è rappresentato dalla velocità massima raggiungibile in modalità elettrica, che arriva a 50 km/h.

 

La tecnologia più performante tra le ibride è quella della tipologia "Plug-in", in quanto supera il limite che caratterizza le "Full Hybrid" con un motore che consente di percorre in modalità elettrica una lunga distanza senza dover utilizzare il motore endotermico. Questo avviene grazie alla maggiore potenza degli accumulatori. Che possono essere anche ricaricati presso le colonnine usate normalmente dalle vetture elettriche.

 

Tutte le vetture ibride hanno un vantaggio per quanto riguarda il consumo di carburante, ed in particolare per le ibride Plugin con un consumo che è minore del 20% in media rispetto alle vetture ibride leggere e del 60% se paragonate con le vetture con il solo motore endotermico.

Vantaggi ed agevolazioni delle auto ibride

Tra i vantaggi che si possono ottenere dall’utilizzo di un’auto ibrida c’è sicuramente la migliore efficienza energetica, che comporta un risparmio di carburante, specialmente quando si viaggia nei centri urbani. Oltre a questo si ottiene una risposta migliore in accelerazione.

 

Per quanto riguarda la circolazione in città, con le auto ibride si può entrare senza problemi nelle zone "a traffico limitato" nelle varie città. Oltre a questo i proprietari delle auto ibride hanno diritto a vantaggi fiscali sia per quanto riguarda il bollo che l’assicurazione. Per quanto riguarda l’esenzione dal bollo si devono tenere presenti le varie regole delle singole regioni. Quest’anno inoltre si può usufruire di bonus sull’acquisto, fino al prossimo 31 dicembre, che variano a seconda della tipologia di auto acquistata.