TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  Cashmere vegetale per una moda sempre più sostenibile
Cashmere vegetale per una moda sempre più sostenibile

Un maglione in cashmere- Credit: iStock

GREEN16 novembre 2021

Cashmere vegetale per una moda sempre più sostenibile

di Melissa Viri

L'evoluzione di nuovi tessuti di origine vegetale.

La moda è in costante evoluzione e attualmente sta abbracciando l'ecosostenibile. Infatti il fashion trend del momento è l'utilizzo di capi d'abbigliamento realizzati con tessuti vegetali. Sono diversi i tessuti ottenuti da una lavorazione estensiva ed a bassissimo impatto ambientale, come l'orange fiber, il cotone vegetale, la canapa o il ramie, ma su tutti il più pregiato è sicuramente il cashmere vegetale. Il cashmere è una lana pregiata, che prende il nome dall'omonima regione tra India e Pakistan, dove questo tessuto di altissima qualità viene prodotto. Ed è in India non a caso, che si è scoperta un'alternativa al cashmere animale, creato a partire dalle fibre di una pianta.

 

 

Dalle piante il nuovo Cashmere

Si chiama Weganool e nasce direttamente dalla Calotropis, una pianta selvatica che cresce spontaneamente ai margini dei campi agricoli, ed è ottenuta attraverso una lavorazione zero-waste. La Calotropis è una pianta che non necessita di particolari attenzioni o cure e cresce sempre rigogliosa in poco tempo dopo la raccolta. Le fibre necessarie alla produzione di Weganool vengono prelevate sia dai baccelli che dagli steli ottenendo due fibre diverse. Nel primo caso, si ottiene una fibra particolarmente morbida e leggera, molto simile al cashmere animale, nel secondo caso invece si ottiene una fibra estremamente resistente che viene lavorato insieme ad altri tessuti per ottenere un materiale pressoché identico al cashmere.

 

 

Passerelle sostenibili

Sulle passerelle il Weganool sta ancora prendendosi il suo spazio, infatti ad oggi non sono molte le aziende di moda che hanno adottato il cashmere vegetale. Solo brand dell'Haute Couture come Ermenegildo Zegna oppure Off White, o piccoli brand emergenti, che stanno facendo dell'ecosostenibile le fondamenta della loro moda, come Wrad Living. Ovviamente ci sono delle eccezioni, come nel caso di Benetton, leader italiano della maglieria, che tra i primi hanno aderito alla causa del fashion cruelty-free.

 

 

Questione di economia

Il lento inserimento del Weganool è correlato ad un fattore per lo più economico. Infatti, sebbene venga prodotto grazie ad un'erba spontanea, è richiesta una manodopera esperta e la lavorazione a mano di questa fibra fa sicuramente aumentare sia i costi di produzione che il costo del tessuto stesso. Nonostante ciò, le grandi aziende tessili e i grandi marchi di moda, dovranno adattarsi al più presto a questo nuovo modo di gestire tessuti e creare nuovi prodotti ecosostenibili.