Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 luglio 2021 - Aggiornato alle 12:20
Live
  • 11:49 | Lazio, c’è l’autocandidatura di Shaqiri
  • 11:30 | La concorrenza nei servizi pubblici: ancora una riforma del governo Draghi
  • 10:15 | Pallanuoto, grande rimonta del Settebello con la Grecia
  • 10:09 | Pellegrini nella storia: quinta finale olimpica come Phelps
  • 10:03 | Naomi Osaka perde a sorpresa, eliminata dalle Olimpiadi
  • 01:00 | I vaccini obbligatori per i docenti e le altre notizie sulle prime pagine
  • 22:10 | Aperta la Bourse de Commerce - Collection François Pinault a Parigi
  • 20:30 | Covid, i dati del 26 luglio: il tasso di positività è al 3,5%
  • 20:02 | Tunisia, il Parlamento: le decisioni del presidente sono 'nulle'
  • 18:43 | Scherma: chi è Daniele Garozzo, medaglia d’argento nel fioretto
  • 17:20 | Francia, i vaccini obbligatori per il personale sanitario
  • 16:20 | Perché in Tunisia è stato sospeso il Parlamento
  • 15:37 | Basket, Doncic incanta subito, 48 punti e Argentina stesa 118-100
  • 15:11 | L'obiettivo del 60% di vaccinati entro fine luglio
  • 13:58 | Gli incendi che devastano la Sardegna
  • 11:11 | Napoli, Vecino per sostituire l’infortunato Demme
  • 10:46 | L’Italia del volley maschile cede 3-0 alla Polonia
  • 10:38 | Tennis, Fognini e Giorgi conquistano gli ottavi di finale
  • 10:19 | Nuoto da medaglia: staffetta d’argento, Martinenghi di bronzo
  • 10:06 | Kessie giura amore eterno al Milan
Che cos'è una smart house e come rendere la propria casa smart Coppia sul divano con illustrazione grafica di comandi smart - Credit: iStock
GREEN 29 aprile 2021

Che cos'è una smart house e come rendere la propria casa smart

di Maura Corrado

Robot aspirapolvere, forni e lavatrici da comandare tramite app: ecco la casa intelligente

Una smart house – o smart home – è un’abitazione “intelligente”, sempre connessa, in grado di soddisfare le esigenze di sicurezza, comfort e risparmio energetico di chi la abita.

La smart house è strettamente legata ai concetti di domotica e di Internet of Things. 

> > > Come sarà la casa del futuro? Approfondisci su questo articolo de Le Macchine Volanti!

Come funziona una smart house

Più concretamente, un’abitazione - o un edificio in genere: un ufficio, una scuola, un ospedale, ecc. - è smart se consente di gestire in maniera automatizzata o da remoto impianti e dispositivi, in particolare gli elettrodomestici. Lo strumento più importante per far funzionare correttamente una casa intelligente è il collegamento wireless, che rende possibile la trasmissione di dati tra i dispositivi stessi e tra i singoli elettrodomestici (o impianti) e la centrale di controllo.

 

Prendiamo come esempio un'abitazione con un impianto di irrigazione per il giardino. Grazie alla domotica l’impianto funzionerà quando necessario e nella misura più opportuna. Ogni giorno il software del pannello di controllo ottiene informazioni sulle condizioni meteo e sullo stato del terreno. In base ai dati ricevuti, il software imposta in autonomia l’orario di avvio e di spegnimento e la quantità di acqua da erogare. Se, ad esempio, durante la giornata ha già piovuto, l'impianto potrebbe anche non partire. Al contrario, se il terreno è in condizioni di grande siccità, il funzionamento dell’impianto di irrigazione verrà prolungato di qualche minuto, erogando un’idonea quantità di acqua.

Gli italiani e la smart house

Più di due terzi dei consumatori italiani hanno sentito parlare, almeno una volta, di smart house (69%). Il livello di conoscenza è più alto tra i 18-34enni e tra gli utenti che hanno già familiarità con l’uso delle tecnologie (i dati sono della School of Management del Politecnico di Milano). Nel 2020 il mercato è riuscito a contenere l’impatto della pandemia da Coronavirus, registrando solo una leggera flessione (-5%) rispetto al 2019. Allo stesso tempo, l’interesse verso una casa più connessa e a risparmio energetico si è fatto più centrale, grazie a diversi fattori, come lo smart working e l’Ecobonus (o bonus domotica) stanziato dal Governo, che ha favorito soprattutto le vendite di caldaie, termostati e climatizzatori intelligenti.

Come rendere la casa più smart

Avere una smart house è dunque un obiettivo concreto per un numero crescente di italiani. È possibile iniziare, ad esempio, usufruendo dell’Ecobonus, in vigore fino alla fine del 2021.  L’incentivo statale consente una detrazione Irpef al 65% relativa alle spese sostenute per l'acquisto e l'installazione di impianti di building automation che consentono la gestione e il controllo da remoto della casa e contribuiscono, quindi, al risparmio energetico.

 

Gli interventi devono riguardare gli impianti di climatizzazione estiva, riscaldamento invernale e produzione di acqua calda sanitaria ACS. Devono inoltre consentire: l'accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti; la possibilità di verificare, mediante canali multimediali, i consumi di energia, lo stato di funzionamento e l’impostazione della temperatura.

Sicurezza 

Avere una smart house significa anche disporre di una casa più sicura e protetta. Ai primi posti nelle spese degli italiani per dispositivi smart ci sono infatti le soluzioni per la videosorveglianza. Queste comprendono videocamere, serrature connesse, sensori per porte e finestre. Attraverso smartphone e tablet potrete così tenere sotto controllo l’ambiente domestico in ogni momento della giornata. Potrete verificare lo stato di salute delle piante, oppure controllare se fido & micio si comportano bene in vostra assenza. Inoltre, se non siete in casa ma volete simulare la presenza di qualcuno, ci sono le lampadine dotate di intelligenza artificiale. Potrete accenderle o spegnerle a distanza, tramite app. Se sono dotate di un sensore di luminosità, l'intensità dell’illuminazione si regolerà in modo automatico, in base alla quantità di luce che entra in casa dall'esterno.

Il boom degli smart speaker

Sono in crescita esponenziale, poi, le vendite degli smart speaker. Stiamo parlando dei dispositivi di voice technology comandabili, come suggerisce il nome, attraverso la voce. Gli smart speaker consentono di ricevere informazioni – sul traffico, sul meteo, ecc. – e di impartire comandi di vario genere. Ad esempio, si può chiedere di regolare l’intensità della luce o di aumentare la temperatura del riscaldamento. Gli smart speaker possono fare molte cose. Innanzitutto hanno la funzione di altoparlante. Le funzioni “speciali” sono invece rese possibili dall’assistente vocale integrato. Gli assistenti integrati si attivano con la voce. Basta semplicemente parlare per chiedere di riprodurre un brano musicale, effettuare chiamate o videochiamate, creare promemoria o liste di cose da fare, cambiare canale Tv, ecc.

Interagire con gli elettrodomestici

Sono sempre di più i marchi di elettrodomestici che hanno sviluppato applicazioni – da installare su pc, tablet e smartphone - capaci di dialogare con lavatrici, forni e lavastoviglie. Bastano pochi tap sullo schermo per chiedere al forno, mentre siete ancora in ufficio, di accendersi a 220°C. Quando sarete a casa non vi resterà altro da fare che infornare la pizza. Oppure potete “chiedere” alla lavatrice quanto manca alla fine del lavaggio. 

I robot aspirapolvere

Tra gli elettrodomestici smart più venduti negli ultimi anni ci sono i robot aspirapolvere. Di solito hanno la forma di un disco e spazzano i pavimenti al nostro posto, utilizzando i sensori e l’intelligenza artificiale di cui sono dotati. Alcuni modelli, inoltre, hanno anche la funzione lavapavimenti che aumenta l'efficacia della pulizia. I prodotti top di gamma sfruttano la mappatura degli ambienti via software, che li rende in grado di pulire qualsiasi abitazione, incluse le case di grandi dimensioni. Non puliscono solo in linea retta, sono anche in grado di superare o aggirare ostacoli (evitando, ad esempio, di cadere dalle scale o di incastrarsi tra fili e cavi) e di concentrarsi sulle macchie più ostinate, rimuovendole tramite procedure specifiche. 

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle