TimGate
header.weather.state

Oggi 24 maggio 2022 - Aggiornato alle 01:00

 /    /    /  Che differenza c'è tra riciclare e rigenerare un prodotto
Che differenza c'è tra riciclare e rigenerare un prodotto

Persone al lavoro sul riciclo carta- Credit: iStock

GREEN16 gennaio 2022

Che differenza c'è tra riciclare e rigenerare un prodotto

di Melissa Viri

Una differenza fondamentale.

Nell'ultimo periodo l'inquinamento ha raggiunto livelli inaccettabili, con impatti significativi sui delicatissimi equilibri del pianeta Terra. Le conseguenze vanno dal cambiamento climatico alla contaminazione dei terreni, fino allo sversamento di sostanze tossiche nei corsi d'acqua. Per un futuro ambientalmente sostenibile si devono mettere in pratica comportamenti consapevoli e virtuosi, smettendola di considerare i rifiuti come un fattore quasi naturale. Già al momento dell'acquisto devono essere fatte alcune importanti considerazioni inerenti agli imballaggi, alla qualità e a cosa succederà a quel prodotto quando lo avremo utilizzato. Una pratica ecososteniìbile è senza dubbio la raccolta porta a porta, che spinge il cittadino a differenziare i materiali. Esiste anche un'altra opportunità, ovvero il riuso di un oggetto, dando nuova vita a ciò che rischierebbe di finire nella discarica. In cosa consistono il riciclo e la rigenerazione?



Nuove materie prime con il riciclo

La finalità principale del riciclo è il recupero di nuova materia prima. Lo scarto, già suddiviso viene raccolto dagli operatori e inserito in appositi sacchi o bidoni al di fuori delle abitazioni. Gli oggetti vengono poi distrutti e reimmessi all'interno del processo produttivo con l'obiettivo di creare altri prodotti. Tra gli elementi che possono essere avviati a riciclo ci sono: plastica; vetro; carta; alluminio. La qualità del rifiuto è determinante e ogni individuo deve collaborare affinché tutto funzioni alla perfezione, a maggior ragione perché si tratta di un sistema che ricade sulle tasse locali e conseguentemente sulle tasche dei cittadini, nonché sulla prospettiva delle future generazioni.



La rigenerazione

Con il termine rigenerazione si indicano le azioni orientate ad allungare la vita di un determinato oggetto. Questo procedimento può essere fatto assicurando un'adeguata manutenzione, riparando il prodotto quando presenta un malfunzionamento o una rottura. L'alternativa è ripensare il significato stesso di quell'oggetto e sfruttarlo per un impiego diverso dall'originale, nel momento in cui perde l'utilità per la quale è stato acquistato. Il tessuto di una maglietta può diventare il materiale con cui realizzare un astuccio o una borsetta. Con la rigenerazione, a differenza del riciclo, si realizza un prodotto nuovo, talvolta riuscendo addirittura a incrementarne il valore commerciale. L'ultima considerazione da fare è collegata allo spreco. Il riciclo e la rigenerazione, da soli, non possono risolvere i problemi ecologici. Il fast fashion e gli acquisti inutili sono veri e propri nemici dell'ambiente.