Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 14:33
News
  • 13:01 | Legge di Bilancio, in punti ancora controversi
  • 15:14 | Spalletti: 'Lamentarsi degli arbitri è da sfigati'
  • 15:08 | Scoperti i disegni preparatori della “Madonna” di Edvard Munch
  • 13:40 | La miglior partenza rossonera dal 1954-55
  • 11:27 | I disturbi del Long Covid durano anche "per molti mesi"
  • 10:56 | Come procedono le vaccinazioni in Europa
  • 10:42 | Covid, gli Usa sono pronti a vaccinare anche i bambini
  • 10:30 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 09:00 | Draghi ha detto che "il governo vuole ripartire dai giovani"
  • 08:05 | Pensioni controverse e crisi climatica sui quotidiani del 27 ottobre
  • 06:23 | Eurolega: Milano lotta ma cade a Monaco con il Bayern 83-77
  • 23:50 | Perché la transizione ecologica è un'opportunità per l'economia
  • 23:18 | Perché Amnesty International chiuderà gli uffici di Hong Kong
  • 23:06 | EuroCup: Venezia crolla nel finale e perde 62-70 contro il Bursaspor
  • 22:56 | La concentrazione record di gas serra nell'atmosfera
  • 21:37 | Supercoppa Inter-Juventus a San Siro a gennaio
  • 19:00 | SBK, Lecuona e Verge correranno con Honda nel 2022
  • 17:00 | Covid, i dati del 26 ottobre: tasso di positività allo 0,6%
  • 16:15 | Verratti infortunato, salterà la sfida contro la Svizzera
  • 16:15 | Lega Dilettanti, si dimette il presidente Cosimo Sibilia
Chi sono i maggiori produttori di plastica usa e getta Bottiglie di plastica - Credit: iStock
GREEN 3 agosto 2021

Chi sono i maggiori produttori di plastica usa e getta

di Melissa Viri

La plastica usa e getta è uno dei principali fattori dell'inquinamento ambientale e soprattutto dei mari

Ma chi sono i maggiori produttori di questi oggetti?

Plastica monouso: un problema globale

L'inquinamento da plastica sta soffocando il nostro pianeta e ha raggiunto ormai anche i luoghi dove la presenza umana è minima.

Secondo uno studio recente sarebbero solo 20 grandi aziende a produrre oltre il 50% degli imballaggi di plastica monouso presenti al mondo. Si tratta spesso di prodotti dal tempo di utilizzo ridottissimo: imballaggi, confezioni per cibo d'asporto, bottiglie e altri prodotti che, una volta esaurita la loro utilità, finiscono in mare o nell'ambiente. La percentuale di plastica riciclata è in costante aumento, ma è ancora una frazione esigua rispetto a quella prodotta.

I maggiori produttori di plastica monouso

Fra i maggiori produttori al mondo di polimeri plastici destinati a diventare oggetti monouso vi sono Exxon Mobil e Dow, aziende petrolchimiche statunitensi, seguite da Sinopec, azienda statale cinese, e Indorama Ventures, con sede in Thailandia. Dietro il finanziamento di queste aziende ci sono le principali banche del mondo, fra cui Barclays e JPMorgan Chase, senza contare che buona parte di questi produttori sono di proprietà statale, soprattutto in Cina e in Arabia Saudita. Questi colossi continuano a lavorare indisturbati: la sensibilità ecologica è in costante aumento ma la percentuale di plastica avviata al riciclaggio è ancora minima. Nell'Unione Europea ha raggiunto il 30%, ma negli Stati Uniti, grandissimi produttori e consumatori di plastica monouso, non raggiunge neppure il 10%, mentre i grandi stati asiatici come India e Cina totalizzano percentuali ancora inferiori.

Polemiche relative allo studio

Lo studio che identifica i maggiori produttori di plastica usa e getta al mondo, a cura della Fondazione Mineroo, con sede in Australia, ha sollevato anche diverse polemiche. L'American Chemistry Council, che non a caso rappresenta molti dei grandi produttori di plastica, ha prodotto un altro studio secondo cui sostituire gli imballaggi in plastica con altri materiali aumenterebbe la produzione di gas serra. Va inoltre sottolineato che la Mineroo è finanziata da aziende che si occupano di estrazione mineraria del ferro, un altro settore industriale dalle ricadute ambientali non indifferenti. Le uniche soluzioni, per salvaguardare l'ambiente, rimangono utilizzare sempre meno plastiche monouso e avviarne al riciclaggio la quantità maggiore possibile.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle