Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 31 luglio 2021 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 18:10 | L’Italvolley femminile cede alla Cina
  • 18:05 | Hamilton torna in pole position in Ungheria
  • 18:00 | Covid, i dati del 31 luglio: il tasso di positività è al 2,5%
  • 17:40 | G20 della Cultura al Colosseo, che cos'è la "Dichiarazione di Roma"
  • 15:30 | L'Italia è in fiamme da nord a Sud, roghi in tutto il Paese
  • 15:26 | Vaccino, la terza dose "a 12 mesi dalla seconda"
  • 15:13 | I possibili tamponi a prezzo calmierato
  • 13:08 | Basket, Olimpiadi: l’Italia piega la Nigeria 80-71 e centra i quarti
  • 10:09 | L’argento di Mauro Nespoli nel tiro con l’arco
  • 10:00 | Economia, così cresce la fiducia del paese
  • 09:29 | Ufficiale Matteo Lovato all’Atalanta
  • 09:15 | Covid, Brusaferro: ecco perché dobbiamo muoverci ancora con prudenza
  • 09:03 | I bronzi di Simona Quadarella e Irma Testa
  • 00:15 | Basket, NBA draft: la prima scelta assoluta è Cunningham (Detroit)
  • 20:26 | Per Rea il futuro è in SBK, ma “mai dire mai alla MotoGP”
  • 19:00 | Covid, monitoraggio Iss: l'Rt è salito a 1,57
  • 18:03 | L’Italvolley maschile vola ai quarti del torneo olimpico
  • 16:39 | La variante Delta si diffonde come la varicella
  • 16:09 | Covid, perché la Cina ha accusato gli Usa di terrorismo
  • 16:08 | L'aumento dei contagi a Tokyo: stato d'emergenza fino al 31 agosto
Cicloturismo, la nuova tendenza del 2021 - Credit: iStock
GREEN 13 giugno 2021

Cicloturismo, la nuova tendenza del 2021

di Maura Corrado

Il cicloturismo ha già conquistato 5 milioni di italiani. Ecco cosa c’è da sapere su questo modo di viaggiare ecologico e salutare.

Scoprire il mondo in sella a una bici: un modo di viaggiare, amico dell’ambiente, che conquista sempre più italiani.

 

La Federazione ciclistica europea definisce il cicloturismo come l’attività di “visita ed esplorazione dei luoghi a scopo ricreativo, di uno o più giorni, incentrata in modo prevalente e significativo sull’uso della bicicletta per finalità di svago”.

Il 2020

Lo scorso anno quasi cinque milioni di connazionali hanno fatto uso della bicicletta durante le vacanze.

Tra questi ci sono gli hard biker: coloro che usano la bici come principale mezzo di trasporto durante tutta la vacanza.

 

E poi ci sono i soft biker, che usano questo veicolo ecologico solo per le escursioni o per brevi spostamenti. Dopo il boom registrato nel 2020, dunque, il cicloturismo si prepara a fare il bis nel 2021.

 

L’estate appena iniziata, più in particolare, sarà la stagione del cicloturismo al femminile. Questo fenomeno, infine, si traduce in nuove opportunità di business e posti di lavoro. C’è una crescente richiesta, infatti, di imprenditori e imprenditrici disposti ad investire nell’apertura e nella gestione di: tour operator specializzati in bike tourism; spazi per il noleggio di biciclette, in particolare e-bike a pedalata assistita e mountain bike; ciclofficine per la riparazione dei veicoli; punti di ristoro per cicloturisti.

Il rapporto Legambiente

Il bike tourism, al momento, riguarda soprattutto le regioni del Nord Italia. Lo spiega il rapporto “Viaggiare in Bici”, pubblicato qualche mese fa da Legambiente. Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna sono il punto di partenza di quasi la metà dei cicloturisti italiani. Seguono Toscana e Piemonte.

 

Le prime regioni meridionali si incontrano a metà della graduatoria nazionale. Sono Campania, Calabria e Sicilia che assorbono, rispettivamente, il 3% del movimento domestico complessivo. I cicloturisti stranieri che scelgono di trascorrere le vacanze in Italia – in particolare tedeschi e austriaci - scelgono soprattutto il Trentino Alto-Adige.

 

Il cicloturismo è diffuso principalmente tra gli uomini di età compresa tra i 31 e i 40 anni. Spicca, comunque, la quota di sessantenni che ama viaggiare su due ruote: l’11%. Buona parte dei cicloturisti viaggia in coppia senza bambini al seguito (41% del totale), seguono le famiglie con figli (il 26% del totale). Con la stessa frequenza si condivide la vacanza in bici con gli amici (24%).

Un fenomeno in ascesa tra le donne

Il successo di questo modo sostenibile di viaggiare si percepisce anche dal numero crescente di siti, blog e associazioni dedicati al cicloturismo. Iscriversi ad un’associazione affidabile consente di ottenere diversi vantaggi: sconti, convenzioni, inviti a raduni ed eventi a tema, abbonamenti a riviste di settore, accesso alla cartografia aggiornata, ecc.

 

Come già accennato, il bike tourism diventa sempre più popolare anche tra le donne. È di recente pubblicazione, ad esempio, il libro “Cicliste per caso. L'Italia in bici sulle tracce di Alfonsina Strada” (ed. Ediciclo), di Silvia Gottardi e Linda Ronzoni. Le autrici raccontano tre itinerari: da Milano a Catania, da Bari a Milano e un tour in Sardegna, per un totale di oltre 3mila km pedalati.

Suggerimenti per i principianti

La scelta della bicicletta giusta è il primo passo. La bici deve essere un mezzo sicuro ed affidabile, quindi rivolgiti ad un rivenditore esperto e valuta accuratamente il rapporto qualità-prezzo.

 

Se intendi spostarti soprattutto in ambito urbano, puoi scegliere una comoda city bike. Con la mountain bike, invece, potrai muoverti lungo salite e discese, su sentieri di montagna e terreni sconnessi. In sella a una gravel bike, infine, potrai pedalare con agilità su strade e sterrati grazie alle ruote più larghe.

 

Per evitare forature scegli pneumatici tubeless, cioè senza camera d’aria. Inoltre, procurati un kit d’emergenza. Devono essere presenti: una pinza, un set di chiavi (brugola, cacciavite, ecc.), le leve per togliere il copertone, lo smaglia catene, un paio di fili dei freni di scorta, una camera d’aria, una pompetta, un gonfia e ripara bici.

Lo spirito giusto

Qual è lo spirito giusto per affrontare un viaggio in bici? Devi avere voglia di metterti in gioco, la fatica non ti deve spaventare e devi avere un buon allenamento. Il bagaglio sarà spartano. Se carichi troppo la bici, infatti, gli pneumatici perderanno pressione più velocemente e dovrai rigonfiarli spesso.

 

Puoi utilizzare delle borse tubolari e impermeabili da agganciare al telaio. Nelle borse metti solo l’indispensabile: un paio di completini da bici (da lavare poi in hotel), un abito per la sera, lo smartphone, una borraccia, qualche snack e un paio di ciabatte.

 

Dovrai rinunciare a qualcosa, ma verrai ripagato da un viaggio più lento e autentico, fatto di odori, colori e sensazioni che di solito sfuggono quando si utilizzano altri mezzi di trasporto. Per il pernottamento, scegli una struttura bike friendly. Alcune hanno un’apposita certificazione.

 

Come suggerisce il nome, si tratta di hotel che offrono servizi su misura per i cicloturisti: dal garage per le bici al lavaggio, fino alla presenza di un’officina interna per le riparazioni. E ancora: servizio massaggi, fisioterapia e assistenza medica, menu dedicati, colonnine per la ricarica delle bici elettriche.

Le app da scaricare

Pianificare gli itinerari in ogni dettaglio è un passaggio fondamentale. Gli step principali sono tre: planning, la pianificazione davanti al pc di casa; routing, la navigazione in tempo reale; tracking, cioè il tener traccia dei dati relativi ai nostri spostamenti: tempi di percorrenza, velocità media, caratteristiche del percorso, ecc.

 

Ecco alcune app da scaricare per diventare dei cicloturisti esperti. Komoot è l’app più completa e versatile. Naviki è indicata sia per chi usa la bici in città che per gli spostamenti in ambito extraurbano. Strava è una delle app di ciclismo più note, mentre con Bikemap potrai scoprire sette milioni di percorsi ciclabili nel mondo.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle