TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 21:00

 /    /    /  come coltivare un albero di ciliegio
Coltivare un albero di ciliegio, consigli utili

Ciliegio- Credit: iStock

GREEN09 aprile 2021

Coltivare un albero di ciliegio, consigli utili

di Melissa Viri

L'albero di ciliegio è da sempre il cruccio di chi ha il pollice verde: ecco qualche consiglio utile

Si tratta di un albero esteticamente molto bello che regala una fioritura spettacolare e dei frutti dolci buonissimi. L'albero di ciliegio si adatta a tutti i tipi di clima, teme solamente le gelate tardive che potrebbero fargli perdere tutti i fiori, perfetto anche per essere coltivato in vaso regala risultati molto interessanti.

Il trapianto del ciliegio

In genere, si procede al trapianto del ciliegio durante i primi mesi primaverili, quando il clima né troppo caldo né troppo freddo consente alla pianta di attecchire al meglio. Il terreno sia in pieno campo che in vaso deve essere ricco di sostanza organica e drenante, i ristagni infatti possono portare la pianta a malattie difficili da debellare come la muffa delle radici o il marciume radicale. Le diverse varietà di piante di ciliegio, permettono di scegliere quelle più adatte al clima in cui viene coltivato, alcuni ibridi inoltre resistono benissimo anche sia al caldo che al freddo e difficilmente vengono attaccati da malattie o patogeni.

Concimazione ed irrigazione

L'albero di ciliegio cresce al meglio sia in pieno sole che a mezz'ombra anche se è preferibile piantarlo dove i raggi del sole possono colpirlo per buona parte della giornata. Le irrigazioni devono essere frequenti e ravvicinate durante il periodo estivo, intensificandole quando il terreno alla base è fin troppo asciutto. Per quanto riguarda l'inverno e l'autunno non è il caso di irrigare durante il periodo in cui la pianta è dormiente. Le concimazioni sono essenziali per avere una fioritura abbondante e la conseguente fruttificazione. La pianta in carenza di nutrimenti non riesci a portare a termine il periodo vegetativo e difficilmente fiorisce al meglio.

Potatura

La pianta del ciliegio appena messa a dimora non deve essere toccata in quanto è bene favorire la ramificazione così da permettere ai rami di crescere al meglio. dall'anno successivo è possibile realizzare potature, se necessarie e innesti. In ogni caso, questi devono essere realizzati durante gli ultimi mesi invernali così da permettere lo sviluppo della pianta in estate.

Raccolta e malattie

I frutti si possono raccogliere a partire da maggio, se la varietà è precoce fino alla fine di luglio. La pianta difficilmente sviluppa malattie se ben coltivata, anche se è preferibile per prevenzione applicare la poltiglia bardolese che previene appunto gran parte delle malattie che possono attaccare l'albero o causare il deperimento dei rami.