Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 ottobre 2020 - Aggiornato alle 19:07
Live
  • 18:39 | Az Alkmaar: 'Uefa dice che si gioca, partiremo per Napoli in 17'
  • 18:36 | Di cosa parla "Einstein", l'ultimo singolo di Francesco Gabbani
  • 18:28 | Oms: "Impennata di casi in Europa? Per errori in quarantena"
  • 17:46 | Le Deva tornano con un nuovo brano: ecco "Brillare da sola"
  • 17:34 | Conte spinge l’Inter in Champions: “Siamo più forti”
  • 17:20 | Ralf Rangnick esclude un prossimo futuro alla Roma
  • 17:18 | Mafia, è ora disponibile la Definitive Edition
  • 17:08 | Conte: 'Favoriti del gruppo? Arbitri del nostro destino'
  • 17:08 | Fiorentina, Commisso ribadisce fiducia a Iachini
  • 17:08 | Spadafora: 'Campionato? La Lega prepari un piano B e C'
  • 17:00 | Il principe Filippo non voleva sposare Elisabetta
  • 16:44 | Spadafora e la Serie A: “Non so se finirà”
  • 16:44 | La playlist di TIMMUSIC che celebra i 40 anni di "Boy" degli U2
  • 16:30 | Covid-19, Italia: oltre 10mila casi e 89 morti in 24 ore
  • 15:46 | L’infortunio per Hakan Calhanoglu
  • 15:15 | Riso alla cantonese, video-ricetta
  • 15:00 | Mara Venier compie 70 anni
  • 14:26 | Nunzia De Girolamo positiva al Covid
  • 14:20 | Chi era José Padilla, dj e padre della chill out morto a 64 anni
  • 14:16 | Come sarà il nuovo assegno familiare 2021
Come avviene il riciclo del tessile Industria tessile - Credit: iStock
GREEN 19 settembre 2020

Come avviene il riciclo del tessile

di Melissa Viri

I tessuti con l'utilizzo si logorano a tal punto da non poter più essere usati: scopriamo come funziona il loro riciclo

Tutto il tessile giunto a fine vita può essere però recuperato in diversi modi.

Vediamo assieme cosa succede quando una tuta da lavoro o qualsiasi altro indumento deve essere riciclato.

Il riciclo dei tessuti

Il riciclo nel corso degli anni ha acquistato sempre di più valore. Recuperare materie prime è di fondamentale importanza per la salvaguardia del nostro pianeta.

 

Anche il settore tessile ha investito sul riciclo delle fibre nonostante le difficoltà incontrate nel rimuovere gli agenti chimici che vengono adoperati abitualmente per il finissaggio come ad esempio i flame retardant.

 

Al momento esistono quattro differenti tipologie di riciclo per recuperare le fibre tessili: il riutilizzo, il processo chimico, quello meccanico e il recupero energetico.

 

Il riutilizzo non è altro che il riciclo del capo magari aggiungendo dettagli, aggiustando strappi o risistemando cuciture e bottoni. Il processo meccanico invece consente di modificare le proprietà chimiche e fisiche del materiale trattato mentre quello chimico sfrutta agenti chimici per separare tutti gli elementi che costituiscono il materiale per riottenere fibre da riadoperare come ad esempio il cotone.

 

Infine il recupero energetico dei tessuti è quello che prevede di fatto il bruciare i capi oramai inservibili per creare energia.

Il riciclo meccanico dei tessuti

Nel riciclo meccanico dei tessuti, tutte le sostanze chimiche addizionate alle fibre rimangono nel prodotto finito. Nel caso i tessuti siano intrisi di sostanze pericolose, si potrebbero creare dei problemi non trascurabili di salute nel momento in cui un utilizzatore inizierà a indossare il capo realizzato con materiale derivato da questo tipo di riciclo.

 

In pratica i tessuti oramai non più adoperabili, vengono sminuzzati mediante l’uso di garnett o carda a seconda se siano realizzati in materiali naturali oppure sintetici.

 

Con questo specifico processo si riottengono fibre da poter essere di nuovo filate e bobinate. Alcune volte il filato rigenerato viene adoperato così com’è mentre il altri casi viene usato aggiungendo prima anche del materiale vergine.

Leggi tutto su Lifestyle