TimGate
header.weather.state

Oggi 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 10:00

 /    /    /  Come saranno le auto del futuro?
Come saranno le auto del futuro?

Una vignetta che immagina le auto del futuro- Credit: iStock

MOBILITÀ19 aprile 2022

Come saranno le auto del futuro?

di Melissa Viri

Tra le altre cose, si guideranno da sole.

Molti vecchi film di fantascienza hanno immaginato che nel futuro le automobili saranno capaci di spostarsi volando, eliminando in questo modo il traffico sempre più tentacolare che invade le nostre città. Ma la realtà, almeno al momento, è molto differente.

 

 

Le auto del futuro

La mobilità alla quale tutte le case automobilistiche stanno progettando, vede vetture sempre più confortevoli e sicure ma sempre circolanti su rete stradale. Particolare attenzione viene data sia alla motorizzazione che alla tecnologia: due fondamenti imperanti che non possono che essere la base dell’auto del futuro. 

Tra una decina d’anni, se non addirittura prima, tutti i veicoli saranno orientati verso quella che è la mobilità green e, di conseguenza, a fonti energetiche che nulla avranno più a che vedere con i tradizionali carburanti utilizzati al giorno d’oggi.

 

 

Eliminare la CO2

Troppo importante è eliminare le emissione di CO2 che producono circa due decimi di tutti i gas serra oltre che tutelarsi dalla inevitabile fine del petrolio. Al giorno d’oggi, però, solamente il 2,5% ha un’alimentazione elettrica.

In Europa è stato già deciso che entro il 2030, per favorire lo sviluppo della green economy, l’obiettivo da raggiungere è quello di ridurre almeno il 40% delle emissioni di gas serra e questo equivale alla produzione di veicoli totalmente eco-friendly elettrici e ibridi.


 

Guida sicura grazie alla connessione

L’idea in fase di attualizzazione è quella della CC, ossia la Connected Car, l’auto connessa a livello tecnologico alla rete e a Internet. La tecnologia, com’è facilmente intuibile, è presente pressochè in tutti gli elementi del motore, dei freni e dell’impianto elettrico.

 Un veicolo sempre collegato alla rete offre dei vantaggi che non sono rappresentate solo dal poter fruire liberamente del proprio smartphone che attraverso specifiche app avrà istantaneo accesso a molte utility, ma anche avere l’opportunità di ottimizzare la nostra guida incrementando la sicurezza durante l’uso della vettura.

 

 

Collegamento tra veicoli

La tecnologia attraverso degli specifici protocolli permetterà di collegare tra loro, tutti i veicoli che potranno scambiarsi informazioni a proposito di transitabilità, pericoli e traffico. Non è peregrina l’idea di attendersi qualcosa del genere quanto prima dal momento che sono molte le ricerche sviluppate da Bosch-Veniam a Volkswagen tanto che l’industria tedesca farà installare un sistema di monitoraggio e di allerta sulla Golf di ottava generazione. 

Volvo da canto suo, sta sviluppando l’ADAS, ossia Advanced driver assistance system che sono un complesso di sensori e telecamere in grado di aiutare il conducente.


 

Guida autonoma

Prossimamente i veicoli saranno implementati da nuove tecnologie, come ad esempio la realtà aumentata, e quindi frutto di un mix in grado di garantire esperienze di guida innovativa come la guida autonoma. 

Il veicolo non sarà solamente una macchina con la quale spostarsi ma anche un salotto per vedere un film o un posto dove lavorare nel frattempo e saranno dotate di schermi HUD, sistemi biometrici per personalizzare serrature e comandi e un controllo vocale potrà impartire comandi e tutto sarà gestito da un computer di bordo. Fantasia o realtà, per stabilirlo sarà sufficiente attendere qualche anno.