Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 31 luglio 2021 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 18:10 | L’Italvolley femminile cede alla Cina
  • 18:05 | Hamilton torna in pole position in Ungheria
  • 18:00 | Covid, i dati del 31 luglio: il tasso di positività è al 2,5%
  • 17:40 | G20 della Cultura al Colosseo, che cos'è la "Dichiarazione di Roma"
  • 15:30 | L'Italia è in fiamme da nord a Sud, roghi in tutto il Paese
  • 15:26 | Vaccino, la terza dose "a 12 mesi dalla seconda"
  • 15:13 | I possibili tamponi a prezzo calmierato
  • 13:08 | Basket, Olimpiadi: l’Italia piega la Nigeria 80-71 e centra i quarti
  • 10:09 | L’argento di Mauro Nespoli nel tiro con l’arco
  • 10:00 | Economia, così cresce la fiducia del paese
  • 09:29 | Ufficiale Matteo Lovato all’Atalanta
  • 09:15 | Covid, Brusaferro: ecco perché dobbiamo muoverci ancora con prudenza
  • 09:03 | I bronzi di Simona Quadarella e Irma Testa
  • 00:15 | Basket, NBA draft: la prima scelta assoluta è Cunningham (Detroit)
  • 20:26 | Per Rea il futuro è in SBK, ma “mai dire mai alla MotoGP”
  • 19:00 | Covid, monitoraggio Iss: l'Rt è salito a 1,57
  • 18:03 | L’Italvolley maschile vola ai quarti del torneo olimpico
  • 16:39 | La variante Delta si diffonde come la varicella
  • 16:09 | Covid, perché la Cina ha accusato gli Usa di terrorismo
  • 16:08 | L'aumento dei contagi a Tokyo: stato d'emergenza fino al 31 agosto
Come scegliere i pannelli fotovoltaici e quali sono i migliori Pannelli fotovoltaici sul tetto di una casa - Credit: iStock
GREEN 11 giugno 2021

Come scegliere i pannelli fotovoltaici e quali sono i migliori

di Maura Corrado

Policristallini, monocristallini o in silicio amorfo: questi ed altri sono i criteri da tenere in considerazione

Incentivi fiscali e impianti sempre più performanti.

È davvero un buon momento per decidere di installare dei pannelli fotovoltaici sul tetto di casa. Scegliere quelli più adatti, per i non addetti ai lavori, può rivelarsi complicato. Qualche informazione renderà più semplice la scelta.

Come funziona un impianto fotovoltaico 

Un impianto fotovoltaico è un sistema elettrico che consente di raccogliere e immagazzinare la luce solare. In estrema sintesi, attraverso un impianto fotovoltaico, è possibile trasformare all’istante l'energia solare in energia elettrica pulita, grazie alle più moderne tecnologie. Un sistema fotovoltaico è composto da più elementi, oltre ai singoli pannelli. Ci sono, ad esempio, uno o più inverter, che consentono la conversione della corrente continua, prodotta dai moduli, in corrente alternata.

 

È poi presente un apposito contatore, che misura l'energia prodotta, e altri elementi minori, installati per proteggere e isolare l'impianto. Inoltre, alcuni impianti sono anche dotati di batterie fotovoltaiche, che permettono di immagazzinare l'energia in eccesso. Il cuore dell’impianto è rappresentato dai pannelli solari. Sono loro, infatti, che raccolgono la luce solare e la spostano negli inverter. 

I vantaggi

Un sistema fotovoltaico produce elettricità anche quando il clima è nuvoloso. L'energia elettrica così ottenuta può essere utilizzata di notte o in caso di maltempo grazie agli accumulatori. La crescente diffusione di questa fonte rinnovabile ha più vantaggi. Un impianto fotovoltaico, infatti, non prevede emissioni di anidride carbonica, in atmosfera, durante il suo funzionamento. Potrai non solo sfruttare per uso personale l’energia elettrica prodotta attraverso la luce del sole, ma anche trasformarti in fornitore della rete pubblica, attraverso il trasferimento dell'energia accumulata in eccesso. Tutto ciò si traduce in un risparmio sulla bolletta della luce e in un guadagno economico per l'elettricità immessa nella rete pubblica. Inoltre, gli impianti fotovoltaici sono silenziosi, richiedono poca manutenzione e durano in media più di venti anni.

Le categorie di pannelli 

Ogni singolo pannello è formato da celle fotovoltaiche che, come già detto, hanno il compito di trasformare le radiazioni solari in energia elettrica. In ogni pannello il numero di celle è variabile: di solito oscilla tra 48 e 96. L’efficienza di una cella dipende da quanta energia solare riesce a trasformare in energia elettrica. L’efficienza si misura in percentuale e al momento non supera il 25-28%. I pannelli si dividono in diverse tipologie. Nelle celle solari policristalline, il materiale semiconduttore impiegato è il silicio.

 

Questo minerale viene fuso, per amalgamare le celle solari con atomi di boro, e plasmato in grandi lingotti che vengono a loro volta trasformati in wafer (fette), e rivestiti con uno strato antiriflesso. Questo processo di produzione fa sì che i cristalli siano orientati in maniera diversa. I moduli policristallini hanno un rendimento elettrico intermedio tra i pannelli monocristallini e quelli in silicio amorfo. Il costo è abbastanza contenuto.

Pannelli monocristallini e in silicio amorfo

Anche nelle celle solari monocristalline il materiale semiconduttore è il silicio. Tuttavia, il processo di produzione è differente e consente di ottenere lingotti formati da un singolo cristallo e caratterizzati da una maggiore purezza. In questo caso i cristalli di silicio hanno lo stesso orientamento, le perdite sono minori e l'efficienza ne guadagna. Tra le tecnologie attualmente disponibili, la monocristallina è quella caratterizzata dalla più alta densità energetica.

 

Un impianto con moduli monocristallini occupa uno spazio inferiore ma costa di più. Sul mercato, poi, si stanno affermando nuove tipologie di pannelli, come quelli formati da celle a film sottile o in silicio amorfo. Richiedono meno materiale grezzo e sono più facili da produrre. L'efficienza dei moduli a film sottile è inferiore a quella delle celle cristalline. Tuttavia, oltre ad essere più economici, hanno un innegabile vantaggio: la flessibilità. Sono infatti disponibili sia nella versione rigida con telaio che in rotoli flessibili per impianti ad alta integrazione architettonica. 

Perovskite

Infine, presto saranno disponibili su larga scala i pannelli in perovskite, realizzati con pellicola estremamente sottile ma ad alto rendimento. Nel complesso, la resa di un impianto fotovoltaico non dipende solo dall’efficienza dei pannelli, ma anche da altri fattori, tra cui: l’orientamento dell’impianto (l’ideale è verso sud), l’inclinazione del tetto (quella ottimale è del 30-35%), l’efficienza dell’inverter. E ancora: la temperatura dei pannelli (se si surriscaldano, come può accadere in estate, l’efficienza ne risente), eventuali ombreggiature o sporcizia che si accumula sui moduli.

Le aziende produttrici

Tra i pannelli fotovoltaici ritenuti più affidabili e performanti, spiccano quelli dell’americana Sunpower: con i suoi 25 anni di esperienza, rappresenta un colosso del settore. È possibile scegliere tra i pannelli fotovoltaici E20, con un rendimento del 20% e i pannelli delle serie E18 e E19, con una resa pari a 18% e 19%. Per la serie E20 i prezzi partono da 1,1 – 1,3 euro per watt. Il top di gamma Sunpower è rappresentato dalla innovativa serie X, con un’efficienza del 21.5%. La serie X (il costo è di quasi 2 euro per watt) gode anche di un design particolare, grazie a silicio puro e vetri antiriflesso: l’installazione diventa così un’opera architettonica.

Panasonic

Anche la multinazionale giapponese è entrata nel mondo dei pannelli fotovoltaici. Al momento i pannelli Panasonic sono secondi al mondo solo rispetto ai Sunpower. La serie HIT, realizzata in vari formati, raggiunge un rendimento pari a 19,4% (un impianto da 330 watt costa all’incirca 600 euro). I pannelli N245 e N240 sono invece realizzati con un telaio di colore nero e sono dotati di sistema di drenaggio, per mantenere più pulita la superficie del pannello. C’è infine la serie speciale Amorton, realizzata in silicio amorfo. È in grado di assumere la forma desiderata e quindi consente una maggiore personalizzazione dell’impianto.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle