Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 ottobre 2020 - Aggiornato alle 20:15
Live
  • 20:15 | TIM Super WiFi: fibra sicura e WiFi certificato
  • 19:18 | Juventus vs Barcellona pure sul mercato: piace Gravenberch
  • 19:14 | Le novità dell’app per dispositivi mobili di Youtube
  • 18:56 | “Per un pugno di dollari” diventa una serie tv
  • 18:53 | MotoGP 2020, le pagelle del GP del Teruel ad Aragon
  • 18:22 | Donnarumma: 'Sto bene, chi lotta contro il virus non molli'
  • 18:19 | Su WhatsApp ora si possono silenziare le chat “per sempre”
  • 18:15 | Ryan Reynolds vota per la prima volta negli USA
  • 17:55 | Grande Fratello Vip, tre nuovi ingressi nella Casa
  • 17:45 | Pesto alla genovese
  • 17:30 | Covid-19, Italia: diminuiscono i contagi (ma anche i test)
  • 16:22 | Bonucci, escluse lesioni ma la Champions è a rischio
  • 16:15 | Stati Uniti, come si elegge il presidente
  • 15:01 | Gasperini: 'L'Atalanta non è in difficoltà'
  • 14:41 | L’Atalanta si prepara a sfidare l’Ajax
  • 13:26 | Raffaello: trama e ordito. Gli arazzi di Palazzo Ducale a Mantova
  • 13:24 | A Total War Saga: Troy in uscita il 5 novembre
  • 13:23 | Can Yaman e Demet Özdemir di nuovo insieme
  • 13:12 | “I sogni di un’estate” è il nuovo singolo di Didio, l’intervista
  • 13:03 | Perché il Cile ha cancellato la Costituzione di Pinochet
Coronavirus e cambiamenti climatici, perché il Pianeta è a un bivio Mappamondo in miniatura con mascherina - Credit: iStock
GREEN 10 maggio 2020

Coronavirus e cambiamenti climatici, perché il Pianeta è a un bivio

di Melissa Viri

È stato calcolato che in Europa ogni giorno, grazie al lockdown, le emissioni di CO2 sono diminuite del 42%

Il distanziamento sociale, resosi necessario praticamente in tutti i Paesi del mondo per contrastare il contagio da coronavirus, ha avuto quale principale conseguenza quella di confinare gran parte della popolazione all'interno della propria casa.

 

Una situazione certamente insostenibile in ottica economica ma che tuttavia sta presentando, almeno apparentemente, vantaggi per quanto concerne la tutela dell'ambiente.

Il coronavirus principale alleato dell’ambiente in Europa

È stato calcolato che in Europa ogni giorno, grazie al lockdown, le emissioni di CO2 sono diminuite del 42% rispetto ai livello dello stesso periodo dello scorso anno.

 

Dunque, migliora la qualità dell'aria in tutti i paesi della zona Euro ma anche in altre parti del mondo tant'è che è stato calcolato, da un altro studio universitario, come in 45 giorni di confinamento si riuscirebbe a evitare emissioni per ben 145 milioni di tonnellate.

 

Andando oltre, qualora questa situazione si dovesse prorogare ulteriormente nel tempo, ci sarebbe una diminuzione del livello di inquinamento su base annua del 5% secondo lo studio fatto dalla società di consulenza parigina SIA Partners.

Le necessità della ripartenza non combaciano con quelle dell’ambiente

Tuttavia c'è da sottolineare e valutare anche un'altra faccia della medaglia. In particolare, le difficoltà economiche in cui Paesi si stanno ritrovando in questo momento potrebbero avere delle conseguenze negative per l'ambiente.

 

Infatti, l'esigenza di dover ripartire quanto prima ed in maniera energica per rimettere in moto l'economia, potrebbe indurre i vari governi nel bypassare alcuni accordi che tutelano l'ambiente come ad esempio l’Accordo di Parigi del 2016.

Meno attenzione alle questioni ambientali

Il Cop26 che si sarebbe dovuto tenere nel mese di novembre in Scozia per parlare di questioni ambientali, come noto non ci sarà in quanto rimandato a data da destinarsi nell'anno 2021.

 

Diverse aziende stanno cercando di spingere per poter ottenere l'abolizione della cosiddetta Plastic Tax mentre le associazioni che rappresentano le compagnie aeree principali presenti in Europa stanno invece cercando di ottenere la sospensione dell'introduzione della cosiddetta eco tassa che andrà a gravare sui biglietti. Tanti segnali che fanno preoccupare.

Un pericoloso effetto boomerang

Insomma, gli effetti del confinamento inizialmente possono sembrare ottimali per l'ambiente ma nel medio e lungo periodo potrebbero essere un vero e proprio boomerang spingendo Paesi ed aziende a non tenere in considerazione le questioni ambientali, enfatizzando l'esigenza di dover dare linfa al sistema produttivo.

Non a caso, un ricercatore dell'università di Liegi, ha evidenziato che l'unico modo per ripartire in maniera sostenibile sia quello di trasformare la società ed economia.

Leggi tutto su Lifestyle