Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 02 marzo 2021 - Aggiornato alle 20:00
Live
  • 23:08 | Tim nel Nasdaq Sustainable Bond Network
  • 18:49 | La colazione preferita del piccolo Archie
  • 18:23 | Un nuovo “Superman” firmato J.J. Abrams
  • 18:17 | Christian Bale in un poliziesco (con Edgar Allan Poe)
  • 18:15 | Google integrerà Assistant nella suite Workspace
  • 17:51 | Microsoft Teams supporterà la crittografia end-to-end
  • 17:51 | Come partecipare al concorso TIM Unica e vincere un viaggio di 365 giorni
  • 17:30 | Covid, in Italia altri 343 morti
  • 17:28 | Apple ha riaperto tutti i suoi negozi fisici negli Usa
  • 17:10 | I patrimoni di Harry e Meghan
  • 17:00 | La storia di Zaky, studente a Bologna, incarcerato in Egitto
  • 16:56 | Gal Gadot aspetta il terzo figlio
  • 16:15 | Recovery, Gentiloni ottimista: i primi fondi prima della pausa estiva
  • 16:09 | Al carcere di Reading un’opera in perfetto stile Banksy
  • 16:00 | Festival di Sanremo 2021 al via, tutto quello che c'è da sapere
  • 16:00 | Recovery Plan, il lavoro di Draghi e Franco
  • 15:52 | Arte in digitale: gli appuntamenti online di marzo, la danza a Mantova
  • 15:33 | Il Myanmar a un mese dal golpe
  • 15:25 | Roger Federer non giocherà il Masters di Miami
  • 14:57 | Che cos’è UniversiTIM 
Coronavirus: imprese rifiuti, rischio stop raccolta Rifiuti urbani in Italia - Credit: iStock
GREEN 31 marzo 2020

Coronavirus: imprese rifiuti, rischio stop raccolta

di Melissa Viri

Uno dei servizi che sembra essere nell'incertezza è quello della raccolta dei rifiuti 

Coronavirus: le imprese di rifiuti rischiano lo stop

L'emergenza Coronavirus si fa sempre più inarrestabile.

Ormai non solo la popolazione italiana ma tutto il mondo è in quarantena da quando il virus si è propagato.

 

Il presidente italiano Giuseppe Conte ha deciso dunque di chiudere qualsiasi attività lavorativa non necessaria in modo tale da rendere sempre minori i contagi tra la popolazione.

 

Uno dei servizi che sembra essere nell'incertezza però è quello della raccolta dei rifiuti. Quest'ultimo infatti potrebbe rischiare di interrompersi nel giro di ventiquattro ore se non dovessero essere prese delle misure adeguate.

Covid-19: a rischio la chiusura delle imprese di raccolta dei rifiuti

Le imprese che si occupano della raccolta dei rifiuti sembrerebbero non essere considerate necessarie al pari della protezione civile, del sistema sanitario, delle forze armate e dei servizi alimentari.

 

In piena emergenza coronavirus quindi Confindustria Cisambiente lancia l'allarme sostenendo che il servizio potrebbe essere interrotto dal momento che mancano gli strumenti di protezione e le attrezzatture di sanificazione necessarie.

 

L'associazione dunque sostiene di essere stata completamente dimenticata dal Decreto Cura Italia e chiede di avere una maggiore attenzione da parte del governo italiano.

La raccolta dei rifiuti al tempo del coronavirus

Nel caso in cui la raccolta dei rifiuti nelle città dovesse fermarsi a causa del coronavirus, si creerebbe un grande disagio alla popolazione. Questo servizio pubblico infatti è necessario per assicurare il benessere comune e salvaguardare l'ambiente.

 

Inoltre, lasciare i rifiuti per strada potrebbe portare gravi problemi anche alla salute dei cittadini e ciò deve essere assolutamente evitato, soprattutto in un momento in cui è necessario assicurare che non ci sia alcun rischio sanitario.

 

Le cause che potrebbero portare allo stop della raccolta dei rifiuti

Una delle cause che potrebbero portare allo stop della raccolta dei rifiuti in tantissime zone d'Italia è senza dubbio l'assenza di mascherine. Queste ultime infatti sono fondamentali per garantire la sicurezza degli oltre novanta mila lavoratori che devono proteggersi dal possibile contagio da coronavirus.

 

Senza le protezioni adeguate i dipendenti non potranno assicurare un valido servizio pertanto non ci sarebbe da meravigliarsi se il servizio venisse interrotto improvvisamente nell'arco di 24 ore.

I più visti

Leggi tutto su Lifestyle