TimGate
header.weather.state

Oggi 06 ottobre 2022 - Aggiornato alle 05:00

 /    /    /  Cos'è la mobilità elettrica e perché è importante
Cos'è la mobilità elettrica e perché è importante

Una colonnina per le auto elettriche e degli autobus- Credit: iStock

MOBILITÀ05 febbraio 2022

Cos'è la mobilità elettrica e perché è importante

di Melissa Viri

Auto elettriche per salvare il pianeta.

Una delle sfide più importanti per il pianeta oggi è quella che riguarda la mobilità elettrica. Tutti i vari settori industriali puntano ad essere "verdi" ed anche l’opinione pubblica ha raggiunto una maggiore consapevolezza rispetto a questo cambiamento, che consentirà di attenuare gli effetti del cambiamento climatico in corso sulle persone e sull’ambiente.

 

 

La mobilità elettrica, un obiettivo di tutti i governi

La mobilità, in particolare nelle aree urbane, rappresenta un valore fondamentale per tutte le persone. Negli ultimi 50 anni la sempre maggiore diffusione dei veicoli ha permesso a tutti di effettuare una scelta precisa relativa al luogo dove abitare, anche in relazione ai servizi disponibili come aree commerciali, scuole e servizi ospedalieri.

 

 

Industria automobilistica

Nello stesso tempo l’industria automobilistica è uno dei principali "artefici" dell’inquinamento dell’ambiente e di quello che viene chiamato "Climate Change". Per questo motivo la mobilità deve essere "sostenibile" in particolar modo riguardo alle implicazioni sociali, economiche e ambientali. Tutti i governi si stanno quindi muovendo in questo campo verso una riduzione delle emissioni di gas nocivi sia da parte dei veicoli dei privati che da parte dei veicoli pubblici come i servizi dei trasporti sia urbani che interurbani. L’obiettivo è quello di una massiccia riduzione entro i prossimi anni.

 

 

La mobilità elettrica e la sua importanza nella salvaguardia dell’ambiente

La mobilità elettrica, definita anche come "e-mobility" fa riferimento a tutti quei veicoli che, al posto dei combustibili tradizionali, utilizzano come fonte di energia principale quella elettrica. In questa classificazione rientrano sia i veicoli elettrici, che gli ibridi e quelli che sono alimentati a idrogeno. Le vetture ibride ricaricabili per accumulare energia usano sia un serbatoio di combustibile, che una batteria elettrica che può essere ricaricata, come tutte le auto completamente elettriche, collegandole alla rete tramite una spina.

 

 

Mobilità elettrica: l'evoluzione

La mobilità elettrica esiste ormai da 15 anni e la diffusione delle auto elettriche è andata di pari passo con quella della realizzazione delle colonnine di ricarica, che all’inizio erano molto rare, mentre la rete ora è molto più capillare in tutte le regioni italiane. Importanti aziende come Enel e Tesla hanno infatti realizzato molte stazioni e la loro posizione si può conoscere anche grazie alle loro mappe. In totale in Italia oggi sono disponibili 3.124 stazioni che consentono la ricarica dei veicoli elettrici che sono circa 10mila, e questo numero è quasi raddoppiato dal 2015 ad oggi, Entro la fine dell’anno è previsto che il numero delle colonnine arrivi a 14mila, grazie soprattutto agli investimenti che sono stati fatti in questo settore da Enel, che ha messo sul piatto circa 300 milioni di euro.